Seleziona una pagina

Lo Shabbat, il Sabbath ebraico, è unico tra le religioni del mondo. L'ultimo giorno di ogni settimana, dal tramonto al tramonto, gli ebrei di tutto il mondo si fermano dalle loro routine ordinarie e inaugurano un giorno di santità. Gli ebrei tradizionalmente osservanti lo Shabbat si astengono da 39 categorie di lavoro (incluso accendere un fuoco, scrivere e spendere soldi) e trascorrono del tempo con la loro comunità pregando, mangiando pasti abbondanti e cantando. Altri modi per osservare lo Shabbat potrebbero includere la meditazione, il ritiro nella natura e il recupero del sonno.

Prendersi del tempo per osservare lo Shabbat può essere difficile nel nostro mondo frenetico e maniaco del lavoro 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Ma può anche essere incredibilmente significativo. Ecco sette ragioni per cui gli ebrei scelgono questo rifugio settimanale.

  1. Per connettersi con gli altri

Sebbene lo Shabbat offra incredibili opportunità di riposo e rinnovamento individuale, è un'esperienza molto comune. Molte preghiere dello Shabbat così come la lettura della Torah dello Shabbat non possono essere pronunciate isolatamente, ma sono recitate in un minyan, un quorum di dieci. I pasti tradizionali dello Shabbat vengono gustati attorno a un tavolo con amici e familiari. Questa esperienza comunitaria dello Shabbat è meravigliosa per l'individuo, poiché crea un cuscinetto contro l'isolamento e la solitudine. Ma rafforza anche la comunità più ampia, riunendo regolarmente i membri in modo affidabile.

  1. Per sperimentare il rinnovamento personale

È diventata un'osservazione comune che la tecnologia ci tiene connessi e disponibili a tutte le ore di ogni giorno. Lo Shabbat è un antidoto naturale a questa cotta di connessione elettronica, un'opportunità per ignorare quei dispositivi e rallentare la connessione con se stessi. Le persone che osservano lo Shabbat riferiscono spesso che li aiuta a diventare persone migliori, che fa spazio a un pensiero più creativo e che è un'opportunità per sentirsi riposati prima di tuffarsi in un'altra settimana lavorativa. Inoltre, con i suoi pasti decadenti e i canti gioiosi, lo Shabbat diventa un'opportunità per assaporare una vita migliore. Questo gusto, simboleggiato dalle spezie dolci che vengono annusate all'Havdalah (la cerimonia che conclude lo Shabbat), viene riportato nel resto della settimana, rendendo la vita più ricca per tutta la settimana. E come anticipazione del mondo a venire, lo Shabbat può ispirare l'individuo a lavorare per rendere il mondo un posto migliore.

  1. Per connettersi al mondo naturale.

La storia dell'origine dello Shabbat si trova in Genesi 1-2 in cui Dio crea il mondo in sei giorni e poi esamina i risultati. Dio vide tutto ciò che Dio aveva fatto e lo trovò molto buono prima di riposarsi il settimo. Non ha senso per tutti i commentatori successivi che una divinità onnipotente abbia bisogno di riposare, anche dopo un compito così enorme come la creazione del mondo, e si pensa che la scelta di Dio di fare un passo indietro e meravigliarsi della meraviglia di tutto ciò essere un esempio divino per gli esseri umani. Anche noi ci riposiamo una volta alla settimana e cogliamo l'occasione per ammirare le meraviglie del mondo. Come ha detto il rabbino Arthur Waskow, lo Shabbat è un momento per vivere in armonia piuttosto che ottenere il dominio sulla natura. Dopotutto, se Dio è stato colpito dalla creazione, quanto più dovremmo esserne intimoriti?

  1. Per smettere di sentirti schiavo del tuo lavoro

Se il lavoro non ha fine, diventa una forma di schiavitù. Ciò è particolarmente vero in un'era in cui la tecnologia consente a moltissimi di noi di svolgere il proprio lavoro sempre e ovunque. Lo Shabbat crea un'opportunità per capovolgere quell'interruttore, per spegnere tutto il lavoro e per ricordare a noi stessi che non siamo schiavi dei nostri mezzi di sussistenza.

  1. Per smettere di cercare lo scopo della vita

Per alcuni, lo Shabbat crea un'opportunità per connettersi con se stessi e scoprire lo scopo della propria vita. Ma può anche fare esattamente l'opposto, offrendoci una scusa per smettere di cercare follemente uno scopo. Come ha notato il rabbino Gunther Plaut, molto tempo fa lo scopo della vita era semplice e chiaro: sopravvivere. Nell'era premoderna, il semplice raggiungimento di un riparo, cibo e vestiti adeguati era un risultato di cui essere orgogliosi. Nel mondo occidentale moderno, quando queste cose sono meno difficili da raggiungere (anche se siamo consapevoli che sono ancora difficili per molti), è diventato meno chiaro quale dovrebbe essere la sfida e lo scopo principale della vita e troppo spesso mettiamo insieme alcune nozioni vaghe di successo, felicità e realizzazione. Lo Shabbat offre l'opportunità di fare un passo indietro rispetto al frenetico tentativo di raggiungere questi obiettivi amorfi, per essere semplicemente.

  1. Perché è impegnativo

Staccare la spina, mangiare pasti meravigliosi, entrare in contatto con la famiglia e la comunità, queste cose richiedono disciplina e preparazione. Inoltre, calmare la mente, scegliere di perdere la confusione del mondo esterno e fare una pausa. Ci vuole anche uno sforzo per imparare le preghiere e pregare con kavanah (intenzione). Lo Shabbat non è semplicemente una vacanza che ci accade, è quella che facciamo accadere, e talvolta farlo è abbastanza difficile. Uno dei motivi per rendere lo Shabbat una parte di una settimana non è perché sia ​​facile (anche se fare un pisolino durante lo Shabbat potrebbe essere deliziosamente così), ma perché è difficile.

  1. Perché è comandato

Per molti ebrei, il motivo numero uno per osservare lo Shabbat è semplicemente che Dio ci comanda di farlo. La Torah proibisce il lavoro il settimo giorno e ne nomina alcune varietà (raccogliere bastoni, accendere un fuoco, ecc.), mentre la letteratura rabbinica espande e delinea questi divieti in modo piuttosto elaborato. Osservare lo Shabbat significa adempiere ai dettami di Dio e conformarsi agli standard di osservanza che hanno unito gli ebrei nel corso dei millenni.

Perché dobbiamo osservare lo Shabbat

Il riposo sabbatico è un invito a praticare per l'eternità alla presenza di Dio. È un atto di fiducia regolare e intenzionale del governo di Dio sulla Terra. Noi shabbat per nuakh, quando smettiamo di lavorare, possiamo veramente riposare alla presenza di Dio.

Perché lo Shabbat è considerato il giorno sacro più importante

Lo Shabbat è considerato la più importante di tutte le festività ebraiche. È il giorno del riposo e dell'osservanza settimanale del compimento della creazione da parte di Dio. A partire dal venerdì sera un'ora prima del tramonto, dura 25 ore fino al tramonto del sabato sera.