Seleziona una pagina

Per un video su cosa aspettarsi da un bar/bat mitzvah, scorri fino alla fine di questo articolo.

Ogni genitore e ogni bambino vengono al bar/bat mitzvah organizzando una visione di quello che sarà l'evento, sia come rito religioso che come celebrazione. Questa visione viene affinata attraverso un processo di esplorazione e processo decisionale che modellerà l'impatto spirituale dell'esperienza sul bambino, sulla famiglia e sugli ospiti. Tutte le decisioni più piccole che seguono dove, quando, cosa, come e persino chi escono da questo crescente consenso su ciò che questo bar/bat mitzvah significa per questa famiglia.

Il significato è nei dettagli

Poiché l'essenza spirituale esce dai dettagli pragmatici, una sequenza temporale può aiutare a organizzare l'enorme elenco di compiti. Questi compiti, che varieranno con le predilezioni personali e i valori della famiglia bar/bat mitzvah, possono variare dalla selezione di una sinagoga o di un rabbino alla prenotazione di una banda particolare alla selezione di kippot (copricapi rituali) lavorati all'uncinetto da persone provenienti da nazioni in via di sviluppo o da Israele .

Per prepararsi a un tipico bar/bat mitzvah, il bambino studia ebraico, Bibbia, storia ebraica e vacanze per diversi anni in una scuola religiosa. Nell'anno prima della cerimonia, il bambino impara il trop (il canto della Torah e dell'haftarah, la lettura dei Profeti) e poi impara a cantare le porzioni specifiche della Torah e dell'haftarah per la settimana del suo bar/bat mitzvah.

Nell'atmosfera della fabbrica del bar mitzvah di molte sinagoghe, la scelta di una data è spesso vincolata dalla disponibilità delle mattine dello Shabbat (Sabbath). Questa limitazione ironicamente può liberare le famiglie di scegliere una data e un'ora che soddisfi i bisogni familiari e tenga conto della personalità e delle capacità del bambino. Ad esempio, alcune famiglie terranno la cerimonia in un altro momento, a parte lo Shabbat, in cui viene letta la Torah, in modo che i loro parenti ortodossi possano guidare fino alla sinagoga. Se il bambino bar/bat mitzvah è estremamente timido, ha gravi problemi di apprendimento o ha un'educazione ebraica imprevedibile, le famiglie possono scegliere il servizio pomeridiano dello Shabbat più breve per ridurre lo stress sul bambino. Gli ebrei tradizionali, d'altra parte, di solito mirano al primo Shabbat dopo il compleanno del bambino.

Per le altre famiglie che non sono affiliate a una sinagoga (e non sono interessate a diventarne membri solo per avere i propri figli bar o bat mitzvah lì) possono optare per un percorso privato. Assumeranno un tutore per preparare il loro bambino e un rabbino a prendere parte ai preparativi e facilitare il servizio, che si svolgerà in un luogo di loro scelta.

Alcune famiglie aggiungono tocchi personali e familiari alla cerimonia creando oggetti d'arte ebraica, come un tallit (scialle di preghiera); selezionando un progetto mitzvah [azione sociale] in base al quale il bambino si impegna in tikkun olam (correggere i torti del mondo); permeando l'intera celebrazione con atti di servizio sociale e di consapevolezza ambientale, ad esempio posizionando cesti di cibo sul bimah (pulpito) al posto dei fiori, o inviando gli avanzi di cibo in una dispensa alimentare; oppure abbattendo la quantità di rifiuti prodotti dal soggetto utilizzando prevalentemente beni riciclabili.

Alcuni Bar/Bat Mitzvah richiedono una sensibilità speciale

Anche per una famiglia senza ulteriori sfide emotive, un ampio processo decisionale combinato con lo stress della negoziazione con un bambino preadolescente significa frustrazione inevitabile. Ma quando i genitori sono divorziati o sposati tra loro, o il bambino è gravemente disabile, la posta in gioco è più alta e sia i genitori che i professionisti ebrei devono essere sensibili e flessibili.

Quando il divorzio è un fattore, entrambi i genitori devono cercare di mettere da parte il proprio bagaglio emotivo e mettere gli interessi del bambino al centro della scena.

LEGGI: ​​Come navigare in Bar/Bat Mitzvah quando i genitori sono divorziati

Per le famiglie interreligiose, la sfida è come coinvolgere il genitore non ebreo e la sua famiglia allargata in una celebrazione ebraica. Poiché la maggior parte dei potenziali ruoli nel servizio sono atti rituali ebraici, sono spesso vietati ai non ebrei. Tuttavia le politiche della sinagoga variano a seconda del movimento ebraico, della sinagoga e del particolare rabbino.

LEGGI: ​​Problemi di pianificazione di Bar/Bat Mitzvah per le famiglie interreligiose

Ancora più complicate sono le complessità di organizzare un bar/bat mitzvah per un bambino con disabilità grave. I genitori spesso incontrano pregiudizi e incomprensioni e devono spiegare perché ha senso che i bambini con capacità intellettuali limitate celebrino il loro nuovo obbligo di partecipare alla vita ebraica.

Infine, il Bar/Bat Mitzvah

Il giorno del bar/bat mitzvah, il bambino si avvicina al bimah ed esegue le attività rituali per le quali si è preparato per mesi. A seconda delle capacità del bambino e delle aspettative delle sinagoghe, il ruolo del bambino varia ma include quasi sempre l'essere chiamati alla Torah per la sua prima aliya, recitando le benedizioni sulla Torah (nelle sinagoghe tradizionaliste, le ragazze non riceveranno un'aliya). Oltre a leggere la Torah e cantare l'haftarah, molti bambini guidano tutto o parte del servizio della congregazione. In molte sinagoghe il bambino offre anche un'interpretazione della lettura settimanale della Torah, occasione per strappare un significato personale al sacro testo comunitario.

Sebbene i genitori siano spesso coinvolti nel servizio, l'unico ruolo con radici antiche è quello dei padri (nelle sinagoghe tradizionali) o di entrambi i genitori che recitano un'antica benedizione che riconosce formalmente al bambino la ritrovata maturità fisica, emotiva e morale. I genitori possono anche recitare la benedizione Sheheheyanu (che ringrazia Dio per l'opportunità di celebrare l'occasione), presentare un tallit (scialle di preghiera) al bambino, aiutare a guidare il servizio, leggere la Torah e ricevere un'aliya.

bat mitzvà

Pronunciato: baht MITZ-vuh, anche bahs MITZ-vuh e baht meetz-VAH, Origine: ebraico, rito ebraico di passaggio per una ragazza, osservato all'età di 12 o 13 anni.

bima

Pronunciato: BEE-muh, Origine: ebraico, letteralmente palcoscenico, questa è la piattaforma rialzata in una sinagoga da cui si guidano i servizi e si legge la Torah.

mitzvà

Pronunciato: MITZ-vuh o meetz-VAH, Origine: ebraico, comandamento, usato anche per significare buona azione.

Shabbat

Pronunciato: shuh-BAHT o shah-BAHT, Origine: ebraico, il Sabbath, dal tramonto del venerdì al tramonto del sabato.

tallit

Pronunciato: tah-LEET o TAH-liss, origine: ebraico, scialle di preghiera.

Torah

Pronunciato: TORE-uh, Origine: ebraico, i cinque libri di Mosè.

Cosa succede durante una cerimonia del bar mitzvah

Cerimonia del Bar Mitzvah

Il rabbino tiene un discorso, parlando sia al ragazzo che alla sua famiglia e al resto della comunità. Il ragazzo potrebbe anche fare un discorso alle persone riunite. È tradizione che il padre del ragazzo reciti una preghiera di ringraziamento a Dio per aver portato suo figlio alla maturità.

Qual è la prima cosa che succede in un bar mitzvah

La cerimonia del bar o del bat mitzvah si tiene solitamente il primo Shabbat dopo il compleanno in cui il bambino raggiunge l'età idonea.

Bar e bat mitzvà.

Ragazzo del bar mitzvah (al centro) che indossa tallit e tefillin
Nome nativo bar mitzvah: בַּר מִצְוָה‎ bat mitzvah: בַּת מִצְוָה‎
Tipo Cerimonia di raggiungimento della maggiore età

Quanti soldi dai per un bar mitzvah?

Quanto dovrei dare per un regalo al Bar Mitzvah? Nella maggior parte delle occasioni di donazione di denaro, potresti scegliere un numero tondo come $ 100 o $ 500 da mettere sull'assegno. Per un bar o un bat mitzvah, è comune dare un importo multiplo di 18.