Seleziona una pagina

Domanda: L'ultima volta che sono stato in Israele sono andato al Muro del Pianto e c'erano tutte queste vecchiette che vendevano braccialetti di fili rossi come quelli che indossava Madonna. Cosa sono, cosa fanno e dovrei prenderne uno?

Rachel, collo grande

Risposta: Congratulazioni per essere sopravvissuta all'esperienza di essere molestata da donne spaventose in babushka, Rachel è parte integrante della visita in Terra Santa in questi giorni.

Il malocchio

I braccialetti di fili rossi che queste donne stanno vendendo fanno parte di un intero genere di tradizioni popolari che hanno a che fare con ayin hara , o il malocchio.

Alcune persone credono che legare uno di questi lacci rossi intorno al polso sinistro scongiurerà la sfortuna. Altri credono che una donna single dovrebbe indossare il filo fino a quando non cade naturalmente, a quel punto incontrerà la persona che finirà per sposare. Altri ancora collegano la corda all'aumento della fertilità o alla protezione dallo spargimento di sangue in guerra.

La fonte della pratica è alquanto oscura. Il rabbino chassidico noto come Beer Moshe (1890-1971), o Debreczyner Rav, scrisse che da bambino vedeva persone devote che indossavano stringhe rosse, ma non riuscì mai a trovare alcuna fonte scritta che spiegasse perché lo avrebbero fatto.

Differenti atteggiamenti rabbinici

Alcuni studiosi vedono un riferimento alla pratica nella Tosefta (Shabbat 7). Tra un elenco di pratiche superstiziose c'è una menzione ambigua dell'usanza di legare un filo rosso o di legare un filo attorno a qualcosa di rosso. Questo capitolo della Tosefta tratta di pratiche proibite perché darkhei Emor i , che letteralmente significa le pratiche degli Emoriti (un popolo antico), ma più in generale si riferisce a usanze associate a questa nazione idolatra.

Quando si tratta della pratica della legatura dei fili, un rabbino afferma che è tra i darkhei Emori proibiti, mentre un altro rabbino dice che non lo è.

In effetti, è probabile che il filo rosso non sia esclusivo della vita popolare ebraica. In un saggio intitolato The Red String: The Cultural History of a Jewish Folk Symbol, Elly Teman scrive che la pratica di indossare una stringa rossa è stata ampiamente documentata nei documenti storici ed etnografici di molte culture. Cita tradizioni simili in paesi che vanno dalla Cina alla Grecia, dalla Romania alla Repubblica Dominicana. In quasi tutte le culture in cui si trova il filo rosso, si dice che protegga dal malocchio e dalla sfortuna.

Corde rosse oggi

Oggi, molte delle persone che cercano di vendere braccialetti di filo rosso agli ebrei affermano di aver prima avvolto il filo sette volte attorno alla tomba di Rachele, a Betlemme. Si dice che questi fili rossi portino o incoraggino alcune delle caratteristiche della biblica Rachele, nota per essere generosa, bella e compassionevole.

In Israele oggi, i braccialetti con fili rossi possono essere visti in tutti i settori della società, da quelli molto religiosi a quelli completamente laici. Non più limitati ai soli braccialetti, alcuni uomini portano stringhe rosse nei loro portafogli e le donne che sono incinte, o che stanno cercando di rimanere incinta, a volte indossano stringhe rosse intorno alla vita. La tendenza è diventata internazionale, con le stringhe rosse indossate da tutti, dalle celebrità che le hanno acquistate dal Kabbalah Center, ai preadolescenti che le sono andate a prendere al Target. (Anche i braccialetti con cordino rosso sono facili da acquistare online.)

È chiaro che indossare un braccialetto di corda rossa per scongiurare il male non è una pratica profondamente radicata nel testo e nella tradizione ebraica, ma sembra aver colpito una corda nei circoli spirituali contemporanei ed è apparentemente significativa per molte persone. Mentre alcune autorità tradizionali disapprovano la pratica, se è il tipo di cosa che ti parla, fallo. Ricorda solo che, gioielli mistici a parte, il modo migliore per impedire alle persone di spararti al malocchio è probabilmente essere una brava persona.

Mosè

Pronunciato: moe-SHEH, Origine: ebraico, Mosè, che Dio sceglie per condurre gli ebrei fuori dall'Egitto.

Cabala

Pronunciato: kah-bah-LAH, a volte kuh-BAHL-uh, Origine: ebraico, misticismo ebraico.

chassidico

Pronunciato: khah-SID-ik, Origine: ebraico, un flusso all'interno del giudaismo ultra-ortodosso che è cresciuto da un movimento di revival mistico del 18° secolo.

Cosa significa indossare un braccialetto con cordino rosso

Il colore audacemente audace di questi braccialetti ha tutti un sentimento familiare poiché in ogni cultura i braccialetti rossi significano fortuna, protezione e buona fortuna. Una credenza popolare di un'antica leggenda cinese è che questi braccialetti in cordoncino significhino l'inevitabile destino del matrimonio tra due persone destinate a stare insieme.

Su quale polso indossi un cordino rosso

Il filo rosso sarà legato al polso sinistro mentre fornisce energia positiva e protezione, ma alla fine si sfilaccerà e cadrà – va bene, dovrebbe farlo. Questi braccialetti con cordino rosso sono adatti per donne, uomini e bambini.

Quale religione ha un braccialetto di corda rossa

Il filo rosso indossato attorno al polso è il segno più riconoscibile del movimento della Kabbalah. Viene spesso indossato sul polso sinistro e si dice che scongiuri qualsiasi "male e sfortuna" che potrebbero essere "causati dal malocchio".

Posso rimuovere il mio braccialetto con cordoncino rosso

Sì, puoi rimuovere il tuo braccialetto con cordino rosso. Tuttavia, tieni presente che il tuo filo rosso ti protegge dalle energie negative. Togliere il filo rosso rimuoverà anche la sua protezione intorno a te. Se ritieni di aver bisogno di una protezione extra, rimettila il prima possibile.