Seleziona una pagina

Ebreo&

Jewish& è un blog di Bechol Lashon, che dà voce alla diversità razziale, etnica e culturale dell'identità e dell'esperienza ebraica. Il popolo multiculturale originario, gli ebrei hanno vissuto in tutto il mondo per millenni. Oggi, con il globalismo e l'inclusione così fondamentali nel fare scelte su come impegnarsi nella vita ebraica, Jewish& fornisce un forum per la riflessione personale, la discussione e il dibattito.

Qual è il modo migliore per inaugurare la Pasqua? Non con torsioni e pulizie di casa, ma con festa, benedizione e dolce gioia!

Quando è la Pasqua 2017? Clicca qui per scoprirlo!

A Rosh Hodesh, il primo giorno di Nisan, il mese ebraico durante il quale si celebra la Pasqua ebraica, gli ebrei tunisini e libici partecipano a un rituale chiamato Bsisa o El Bsisa. Il rituale funge da ponte tra le feste di Purim e la Pasqua ebraica e si svolge interamente in casa. Il rituale è incentrato su un piatto chiamato Bsisa che viene preparato in una ciotola profonda e viene riempito di grano, orzo, frutta secca, miele, olio d'oliva e altri dolci. Poiché nella narrazione biblica, Rosh Hodesh Nisan è il culmine della costruzione del Mishkan , il sacro tabernacolo nel deserto, il piatto ha lo scopo di replicare ciò che Mosè fece per celebrare il completamento della costruzione del Mishkan .

LEGGI: ​​Cucina ebraica nordafricana

Il rito differisce da comunità a comunità in Tunisia e Libia, ma secondo coloro che ricordano di celebrare l'usanza in quei paesi ci sono una serie di caratteristiche importanti. In tutte le comunità il punto focale del rituale era il girare di una chiave nella miscela Bsisa mentre veniva recitata una benedizione in arabo (vedi traduzione sotto). Oltre alla tradizionale benedizione stereotipata, era comune che la madre della famiglia offrisse ulteriori benedizioni. In alcune comunità era comune chiudere a chiave le porte di casa dal tramonto fino al mattino successivo e non permettere a nessun membro della casa di uscire. In altri, le donne si toglievano le collane ei braccialetti d'oro e li collocavano nella Bsisa per simboleggiare l'oro che le donne donavano alla costruzione del tempio. (Abbiamo incluso una guida per eseguire la Bsisa di seguito). Ciò che è chiaro in queste varie usanze è la funzione di rispecchiamento o replicazione che la Bsisa ha svolto nell'offrire la celebrazione della costruzione del Mishkan e del Tempio a essere compresa a livello di ogni singola casa.

LEGGI: ​​Alla scoperta del cibo ebraico libico di Roma

Il ruolo della madre di famiglia non può essere sottovalutato in questo rituale. In molte comunità i preparativi per la Pasqua sono stati incredibilmente lunghi e intensi. In Tunisia e Libia, gli ebrei avrebbero iniziato a fare matzah subito dopo Purim e l'intera comunità si sarebbe unita per prepararsi per le vacanze. In mezzo a questi intensi preparativi, la Bsisa segnerà il culmine dei lavori che porteranno alla Pasqua ebraica. È chiaro che non solo le donne hanno guidato questi preparativi, ma lo hanno anche fatto con grande intenzione e leadership.

Questa leadership è evidente in molti dei ruoli che le donne ricoprono durante la cerimonia Bsisa fino ad oggi. Alcune donne guidano le benedizioni impartite a ciascun membro della famiglia prima che utilizzino la chiave per miscelare i cereali e le spezie della miscela Bsisa. Haya Neeman, un'educatrice tunisina, sviluppatrice di programmi educativi e terapeuta con sede a Gerusalemme, spiega che mia madre sa come benedire ogni persona della famiglia secondo i suoi desideri e bisogni. Questo è il suo ruolo nella cerimonia di Bsisa. Neeman ha anche detto che dopo la cerimonia di Bsisa, la sua famiglia si gode deliziose porzioni di couscous, l'ultimo couscous prima delle vacanze di Pasqua. Quando eravamo piccoli, il couscous veniva servito su un grande piatto comune da cui mangiavamo tutti. Ciò ha sottolineato l'unità della famiglia all'inizio del mese di Nissan.

Il ruolo unico delle donne nel condurre questo rituale ha le sue radici in una credenza fondamentale nella comunità ebraica nordafricana. Riprendendo la storia della nostra redenzione dall'Egitto, Harav Eliyahu Bakshi Doron, l'ex rabbino capo sefardita di Israele, spiega un commento rabbinico del Levitico Rabba che dice che il popolo d'Israele fu redento dall'Egitto, perché ne conservava i nomi e la lingua.

Egli elabora: In Egitto, il popolo d'Israele non aveva ancora una struttura halachica (legge ebraica) che esplicitasse chiaramente le leggi della vita ebraica e la Torah dei padri fu dimenticata quando i figli si assimilarono e impararono le vie degli egiziani. Cosa manteneva il popolo d'Israele speciale e separato? Che cosa ha impedito l'assimilazione e per questo il Popolo è stato redento? Non a causa dei padri Musar (insegnamenti morali), ma a causa della torah delle MADRI, la lingua materna che parlava con i suoi figli e le tradizioni speciali che osservavano li separavano dalle altre nazioni e li tenevano distinti e per questo furono redenti

Quando iniziamo il mese di Nissan e la stagione della Pasqua è alle porte, onoriamo e celebriamo la Torah di nostra madre. Prova la tua cerimonia Bsisa o pensa ad altre tradizioni ispiratrici insegnate da tua madre.

Bsisa Istruzioni e traduzione

Ingredienti: 2 tazze di orzo (cotto), tazza di bacche di frumento (cotte), miele di datteri, mandorle, frutta secca (datteri, fichi, ecc.), semi di finocchio, coriandolo, dolci aggiuntivi, caramelle e olio d'oliva.

È anche tradizione che le donne della famiglia mettano gioielli d'oro nel mix di Bsisa in memoria dell'oro che le donne hanno donato alla costruzione del Mishkan .

Metti tutti gli ingredienti in un piatto fondo o in una ciotola e mescolali leggermente: in seguito avverrà un'ulteriore miscelazione.

  1. Tutti i membri della famiglia mettono un dito (non importa quale dito sia) al centro della ciotola
  2. Il capofamiglia (tradizionalmente la madre) tiene nella mano destra la chiave della casa e la gira nella Bsisa Nella mano sinistra tiene una bottiglia di olio d'oliva
  3. Il capofamiglia versa l'olio d'oliva nella Bsisa mescolandolo con l'olio e assicura che l'olio copra le dita di ogni membro della casa. Viene recitata la benedizione per la Bsisa e sono incluse tutte le benedizioni generali che la madre ha per la famiglia.
  4. Ogni membro della famiglia prende quindi la chiave e gira la chiave individualmente nel mix Bsisa. La chiave può essere utilizzata anche come cucchiaio. Mentre il membro della famiglia gira la chiave, recita la Bsisa. La madre della famiglia aggiunge poi ulteriori benedizioni individuali per ogni individuo.

Suggerimento: Benyamin Fennesh, il fondatore di Mechon Shaarei Zvulun, un'organizzazione del patrimonio tunisino in Israele, suggerisce che è molto gustoso mettere la Bsisa rimasta in una data vuota.

Bsisa Benedizione

Ya Ftach Ble Miftach Tu, che si apre senza chiave

Ya Atai Ble Mna You, che dona senza alcuna donazione

Arzekna Varzook Mina Give (successo) a noi e agli altri

Varzook LeAbeid LeKoololina E dai a tutti noi i credenti

Al termine della cerimonia alcune famiglie hanno letto i versetti della Torah che descrivono il completamento del Mishkan in Parashat Pekudei Esodo 38-40.

(Foto di Bsisa a Mimizrach Shemesh, un Beit Midrash sefardita a Gerusalemme.)

Midrash

Pronunciato: MIDD-rash, Origine: ebraico, il processo di interpretazione mediante il quale i rabbini hanno riempito le lacune riscontrate nella Torah.

Nisan

Pronunciato: nee-SAHN, Origine: ebraico, mese ebraico, solitamente coincidente con marzo-aprile.

Purim

Pronunciato: PUR-im, la festa dei lotti, origine: ebraico, festa gioiosa che racconta la salvezza degli ebrei da un minacciato massacro durante il periodo persiano.

sefardita

Pronunciato: seh-FAR-dik, Origine: ebraico, che descrive gli ebrei discendenti dagli ebrei di Spagna.

Torah

Pronunciato: TORE-uh, Origine: ebraico, i cinque libri di Mosè.

Cos'è Bsisa in inglese

Bsisa (arabo: بسيسة, berbero a mmin ebraico: בסיסה) è un cibo tipico mediterraneo, a base di farina di orzo tostato che risale all'epoca romana.

Di cosa è fatta Bsisa

Prodotto tipico del sud della Tunisia, la bsisa è una farina di frumento e orzo a cui si aggiungono varie spezie, mandorle, datteri, ceci (ceci), sorgo e occasionalmente zucchero per preparare gustose puree e bevande tradizionali da servire con datteri e frutta secca.