Seleziona una pagina

Il rabbino Moses ben Nahman, alias Nahmanides, noto anche con l'acronimo delle sue iniziali, Ramban, era un rabbino e pensatore ebreo spagnolo medievale che scrisse famosi commenti alla Torah e al Talmud. Fu anche filosofo, poeta e medico. Oltre ai suoi commenti sui testi sacri ebraici, ha lasciato diversi codici della legge ebraica, sermoni, piyyutim (poesie religiose) e altri scritti.

Nahmanides è nato a Gerona, in Spagna, e vi ha vissuto per la maggior parte della sua vita. Era un membro influente della comunità cabalistica, sebbene abbia lasciato pochi scritti sulla Kabbalah. In tarda età emigrò nella terra d'Israele.

Commento alla Torah di Nahmanide

Il commento di Nahmanide alla Torah è uno dei commenti standard stampati accanto al testo ebraico, come quelli di Rashi e Ibn Ezra. Nahmanide spiegava spesso il pshat , il semplice significato del testo, ma a volte forniva anche commenti filosofici più lunghi e interpolava interpretazioni mistiche. Immaginava il commento come un compagno della sinagoga, per placare le menti degli studenti, stanchi per l'esilio e le difficoltà, quando leggevano la parte sui sabati e le feste.

Oltre a spiegare il semplice significato dei testi, Nahmanide a volte offre ragioni per leggi oscure. Ad esempio, la Torah proibisce specie animali molto specifiche come cibo, ma non dice perché non siano kosher. In un commento a Levitico 11:13 scrive: La ragione per cui alcuni uccelli sono proibiti come cibo è a causa della loro natura crudele. È anche possibile che il motivo per cui alcuni animali siano vietati sia simile, poiché nessun animale che mastica il baccalà e ha lo zoccolo aperto è un animale da preda, mentre tutti gli altri ne divorano gli altri.

Anche le intuizioni mistiche colorano il commento della Torah di Nahmanide. Per esempio, Genesi 2:1 annuncia il completamento della creazione: Il cielo e la terra erano finiti, e tutta la loro schiera. Nahmanide spiega tutta la loro schiera come segue: È qui che [Dio] ha accennato alla formazione degli angeli nell'opera della creazione. Allo stesso modo, le anime degli uomini sono incluse nell'esercito del cielo.

Nahmanide e le relazioni ebraico-cristiane

Nahmanide era in buoni rapporti con i notabili cristiani, incluso il re Giacomo I d'Aragona davanti al quale pronunciò un sermone che sopravvive ancora. Notoriamente, ha partecipato alla disputa di Barcellona dove ha dibattuto pubblicamente Pablo Christiani, un uomo che si è convertito dal giudaismo al cristianesimo e poi ha denunciato il primo. L'argomento del dibattito era se Gesù fosse o meno il messia.

Sebbene Nahmanides abbia vinto il dibattito pubblico, inclusi 300 dinari di montepremi, e abbia scritto i suoi punti principali in un'opera che sopravvive ancora oggi, Sefer Vikkuach , la sua partecipazione gli ha reso impossibile rimanere in Catalogna. All'età di 70 anni, Nahmanide fu costretto a fuggire dalla Spagna e andò in Israele. Sebbene si sia stabilito ad Akko dove ha continuato a scrivere in modo prolifico, ha anche contribuito a ristabilire la comunità ebraica a Gerusalemme dopo la sua distruzione da parte dei crociati nel 1099.

Durante la sua permanenza a Gerusalemme, Nahmanide adorò in una sinagoga in quello che oggi è il quartiere ebraico della Città Vecchia. È stato scavato e ricostruito ed è ancora oggi una popolare attrazione turistica.

<! Louis Jacobs, rabbino e teologo britannico, prestò servizio come rabbino della Sinagoga di New London. Il rabbino Jacobs insegna all'University College di Londra e alla Lancaster University. Ha scritto numerosi libri, tra cui Jewish Values, Beyond Reasonable Doubt e Chassidic Prayer. Louis Jacobs, 1995. Pubblicato da Oxford University Press. Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questo materiale può essere archiviata, trasmessa, ritrasmessa, prestata o riprodotta in qualsiasi forma o supporto senza il permesso di Oxford University Press. >

Mosè

Pronunciato: moe-SHEH, Origine: ebraico, Mosè, che Dio sceglie per condurre gli ebrei fuori dall'Egitto.

Torah

Pronunciato: TORE-uh, Origine: ebraico, i cinque libri di Mosè.