Seleziona una pagina

Il Talmud descrive Hanukkah come una festa di lode e ringraziamento in commemorazione del miracoloso rovesciamento dei Greci siriani, della ridedicazione del Tempio di Gerusalemme e dell'unico cruse of oil che durò otto giorni.

L'atmosfera festosa di Hanukkah deriva quasi interamente dai riti e dalle usanze domestiche ed è dominata dalla luce come metafora della libertà spirituale. Ciò è enfatizzato da speciali canti natalizi, giochi e cibi.


Quando è Hanukkah 2022? Ottieni tutti i dettagli sulla vacanza qui .


Accendere le candele di Hanukkah

Clicca qui per maggiori dettagli su come accendere le candele Hanukkah.

L'atto determinante di Hanukkah è quello di accendere le luci dell'hanukkiyah, il candelabro a otto bracci (comunemente indicato come Hanukkah menorah). Queste luci, che possono essere candele o minuscole coppe per l'olio con stoppini galleggianti, crescono di forza durante gli otto giorni di Hanukkah, con l'aggiunta di una candela o di uno stoppino acceso ogni notte. Una luce viene aggiunta ogni notte per soddisfare il concetto di lo moridim ba-kodesh (non si diminuisce in santità). Poiché lo scopo di queste luci di Hanukkah è la proclamazione pubblica del miracolo di Hanukkah, la menorah è tradizionalmente illuminata in un luogo dove le candele possono essere viste dall'esterno, vicino a una finestra o una porta. Se, tuttavia, questa collocazione pubblica della menorah costituisce un pericolo, dovuto al fuoco o all'antisemitismo, le luci possono essere accese in altre parti della casa.

Poiché le luci di Hanukkah adempiono a un obbligo religioso, i rabbini proibirono di usarle per qualsiasi altro scopo, anche per lo studio della Torah. Quindi ogni menorah ha una nona luce, la shamash, o aiutante, il cui scopo è fornire luce e accendere le altre candele. Le candele, accese dopo il tramonto, dovrebbero tradizionalmente bruciare almeno mezz'ora dopo il tramonto. Il venerdì sera, le luci di Hanukkah si accendono davanti alle candele dello Shabbat. In alcune case, il capofamiglia accende una sola menorah per l'intera famiglia, mentre in altre ogni membro della famiglia accende la propria menorah.

Benedizioni di Hanukkah

Sia gli ebrei ashkenaziti (ebrei di origine dell'Europa orientale) che gli ebrei sefarditi (ebrei di origine spagnola o mediterranea) recitano due benedizioni ogni notte, che affermano il comandamento di accendere le luci di Hanukkah e ricordare il miracolo di Hanukkah. Un'ulteriore benedizione detta la prima notte della maggior parte delle feste ebraiche, lo Shehechiyanu, ringrazia Dio per aver permesso a una persona di essere viva per la celebrazione. Clicca qui per il testo delle benedizioni.

Dopo l'accensione delle candele, è tradizione recitare Haneirot Hallalu, versi che stabiliscono che queste candele sono sacre e non è permesso usarle se non per guardarle. Gli ashkenaziti continuano cantando Maoz Tzur, un inno che ricorda diverse redenzioni nella storia ebraica, mentre i sefarditi recitano il Salmo 30, un salmo per la dedicazione del Tempio.

Clicca qui per una copia stampabile delle benedizioni di Hanukkah.

Latkes e ciambelle

Un altro ricordo del miracolo del leggendario cruse of oil arriva attraverso gli odori e i sapori dell'olio che permeano gli speciali cibi Hanukkah latkes di patate (frittelle) per gli ebrei ashkenaziti e sufganiyot (ciambelle di gelatina) per gli ebrei sefarditi. Durante Hanukkah, un'ulteriore preghiera, Al Hanisim (per i miracoli), che esprime grazie a Dio per la miracolosa liberazione degli ebrei, viene aggiunta alla Birkat Hamazon (Grazia dopo i pasti) e all'Amidah (preghiera in piedi o silenziosa).

La legge ebraica vieta il lavoro per un'ora dopo l'accensione delle candele. Questo periodo di tempo è tradizionalmente utilizzato per l'apprendimento familiare, in particolare per insegnare ai bambini Hanukkah attraverso lo studio e la discussione. Le famiglie usano anche il periodo successivo all'accensione delle candele per giochi, canti e regali.

Giocando a Dreidel

Un'attività preferita di Hanukkah è un gioco d'azzardo giocato con una trottola a quattro lati conosciuta in yiddish come dreidel ( sevivon in ebraico). La leggenda attribuisce questa usanza agli ebrei durante il periodo della storia di Hanukkah che afferravano un dreidel e iniziavano a giocare se i soldati siriani entravano nella casa durante lo studio della Torah o la preghiera. In verità, l'usanza è probabilmente molto più tarda. Nella diaspora, quattro lettere ebraiche nun, gimel, hey e shin adornano i lati del dreidel; rappresentano le parole nes gadol hayah sham, che significa che lì è accaduto un grande miracolo. In Israele l'ultima lettera è cambiata in peh, che rappresenta la parola po, qui, con la conseguente dichiarazione, qui è avvenuto un grande miracolo.

Canzoni, Gelt e Regali

Hanukkah è anche un momento di canto gioioso di canzoni tradizionali ashkenazite e sefardite, nonché di canzoni più recenti composte negli Stati Uniti, in Israele e altrove. Ad alcune famiglie piace decorare le loro case per Hanukkah.

Con la vicinanza del Natale, Hanukkah è emersa negli Stati Uniti come un momento centrale per fare regali per gli ebrei, sebbene in Europa la tradizione fosse quella di dare ai bambini solo uvetta, noci e piccole quantità di Hanukkah gelt (soldi). Oggi, gelt di solito si riferisce a monete di cioccolato, che vengono spesso utilizzate come ante per il piatto dreidel (se non vengono prima divorate).

Oggi alcuni ebrei sostengono di dare doni ai bambini su Purim invece che su Hanukkah, perché il rotolo di Ester in realtà impone che Purim sia celebrato con mishloah manot , l'offerta di doni (sebbene questi siano tradizionalmente doni di cibo) e matanot levyonim, doni per i poveri .

ashkenazita

Pronunciato: AHSH-ken-AH-zee, Origine: ebraico, ebrei di origine dell'Europa centrale e orientale.

dreidel

Pronunciato: DRAY-dul, Origine: Yiddish, una trottola, con quattro lati, ciascuno contrassegnato da una diversa lettera ebraica (nun, gimel, hay e shin), con cui si gioca su Hanukkah.

Hanukka

Pronunciato: KHAH-nuh-kah, anche ha-new-KAH, una festa di otto giorni che commemora la vittoria dei Maccabei sui Greci e la successiva ridedicazione del tempio. Cade nel mese ebraico di Kislev, che di solito corrisponde a dicembre.

Purim

Pronunciato: PUR-im, la festa dei lotti, origine: ebraico, festa gioiosa che racconta la salvezza degli ebrei da un minacciato massacro durante il periodo persiano.

sefardita

Pronunciato: seh-FAR-dik, Origine: ebraico, che descrive gli ebrei discendenti dagli ebrei di Spagna.

Torah

Pronunciato: TORE-uh, Origine: ebraico, i cinque libri di Mosè.

Come festeggi Hanukkah a casa

10 modi per festeggiare Hanukkah a casa

  1. Crea una latke bar.
  2. Host Dreidel Madness.
  3. Decora il tuo sufganiyot.
  4. Rendilo un vero festival di luci.
  5. Vai a caccia di gelt.
  6. Crea la tua menorah.
  7. Ascolta una divertente canzone di Hanukkah.
  8. Prova uno scambio di regali virtuale.

Quali sono le 5 tradizioni di Hanukkah

Le origini sorprendenti di 5 tradizioni di Hanukkah

  • Candele. Sebbene le candele possano sembrare la parte più importante di qualsiasi osservanza di Hanukkah, i celebranti originali della festa non le avrebbero usate.
  • Latkes e ciambelle di gelatina.
  • Blintz al formaggio o altri latticini.
  • Gelato al cioccolato.
  • Dreidel.

Quali sono alcuni esempi di tradizioni per Hanukkah

6 Tradizioni di Hanukkah per celebrare la Festa delle Luci

  • Accendere la Menorah.
  • Giocando a Dreidel.
  • Mangiare cibo fritto.
  • Hanukka Gelt.
  • Fare regali.
  • Musica di Hanukka.

Come celebriamo la prima notte di Hanukkah

Una candela viene accesa la prima notte, due la seconda, tre la terza, fino all'ottava notte quando tutte sono accese. Durante l'accensione viene recitata una preghiera speciale e mentre le candele ardono è il momento di canti e giochi, tra cui il giocattolo a quattro facce chiamato dreidel. Il dreidel è popolare tra i bambini.