Seleziona una pagina

Il periodo che precede un funerale (chiamato aninut) è spesso il più difficile per le persone in lutto. Da un lato, non sono ancora nel periodo del lutto formale, che inizia subito dopo il funerale; d'altra parte, sono già in lutto. Amici e familiari devono essere avvisati. I dettagli funebri devono essere elaborati, se non sono stati predisposti, e preparati gli elogi.

I funerali sono generalmente organizzati dalle famiglie in consultazione con un'impresa di pompe funebri e/o chevra kadisha e un rabbino, nonché un cimitero. In alcuni luoghi, la chevra kadisha, l'impresa di pompe funebri e il cimitero ebraico possono essere perfettamente integrati; anche quando questo non è il caso, le tre organizzazioni generalmente comunicano bene tra loro, ma dovrebbero essere informate di quali organizzazioni vengono utilizzate.

Imparare questi dettagli (in particolare, prima che siano necessari) può rendere questo periodo doloroso meno confuso. Il tradizionale lasso di tempo per una sepoltura ebraica è piuttosto breve. In Nord America, la sepoltura avviene di solito entro circa tre giorni dalla morte. È utile per le persone in lutto sapere cosa aspettarsi da pratiche di sepoltura e lutto ebraiche secolari. Scopri di più sulla cronologia del lutto ebraico qui e ottieni le risposte alle domande frequenti sulla morte e il lutto ebraico .

Contatta una Chevra Kadisha e/o una casa funeraria

Quando un ebreo muore, il primo compito è informare un'impresa di pompe funebri o la chevra kadisha. Una chevra kadisha è una società funeraria ebraica; invierà rapidamente rappresentanti per raccogliere il corpo. Un ospedale, una struttura di cura, una sinagoga, un'impresa di pompe funebri o un rabbino dovrebbero essere in grado di aiutarti a contattare un chevra kadisha se desideri utilizzarne uno. Scopri di più sui termini di morte e lutto degli ebrei qui.

Una chevra kadisha e un'impresa di pompe funebri sono entrambi obitori, gruppi che preparano il corpo per la sepoltura. Un cimitero, al contrario, è il luogo in cui viene sepolto il corpo. A volte l'obitorio fa parte del cimitero, nel qual caso è sufficiente contattare il cimitero. Tuttavia, a volte le persone scelgono di utilizzare una chevra kadisha che è separata dal cimitero (o perché è più tradizionale, più economica o per altri motivi), nel qual caso la chevra kadisha dovrebbe essere contattata prima. In entrambi i casi, il processo procede più agevolmente se sono stati presi accordi in anticipo, ma in entrambi i casi può essere gestito tutto in modo tempestivo.

Un rappresentante della chevra kadisha potrebbe chiedere se c'è qualcuno disponibile a rimanere con il corpo fino al loro arrivo. Questo perché nella tradizione ebraica, un morto non dovrebbe essere lasciato solo fino alla sua sepoltura. Uno shomer, o guardia, veglierà sul corpo, spesso recitando i salmi. Sebbene un membro della famiglia possa essere disposto a ricoprire questo ruolo, non è necessario che lo shomer (o lo shomeret, se una donna) conosca la persona deceduta (sebbene sia spesso considerato migliore se è ebreo e può recitare preghiere o salmi). Una volta che la chevra kadisha o l'obitorio ha raccolto il corpo, possono fornire qualcuno che svolga questo compito.

Molto spesso, la chevra kadisha o l'impresa di pompe funebri organizzerà il trasporto del corpo del defunto. A seconda della situazione locale, la chevra kadisha condurrà il proprio lavoro nella propria struttura o in un'impresa di pompe funebri separata. Membri volontari addestrati della chevra kadisha fanno il bagno e vestono il corpo con estrema cura e rispetto (questo è chiamato Tahara). Una sepoltura tradizionale include anche vestire il corpo con un semplice sudario bianco (noto come Tachrichim) e metterlo in una semplice bara di legno non trattata. Oltre al sudario, l'unico oggetto tradizionalmente sepolto insieme al defunto è un tallit (scialle di preghiera) con una delle frange angolari tagliata. Con alcuni chevra kadisha il tallit viene fornito e tagliato automaticamente; con altri va richiesta e pagata a parte. Scopri di più su Tahara qui.

Le comunità ebraiche più grandi possono avere società di sepoltura separate per ogni sinagoga o denominazione ebraica (riformata, conservatrice, ortodossa). In una situazione del genere, ogni chevra kadisha avrà un approccio leggermente diverso alle leggi e ai costumi legati alla preparazione del corpo e alla sepoltura. Ad esempio, un chevra kadisha può consentire al corpo di essere vestito con abiti piuttosto che un semplice sudario. Scegli l'organizzazione che meglio si adatta alle preferenze della tua famiglia.

Potrebbe non esserci una società di sepoltura nella tua città natale. In alcune aree, potrebbe esserci un protocollo stabilito in base al quale vengono organizzati i funerali ebraici, anche se non esiste una società funeraria ufficiale o un'impresa di pompe funebri ebraiche. Le sepolture ebraiche in tali aree possono essere organizzate da famiglie ebree locali, a volte attraverso una sinagoga. In altri luoghi, potrebbe essere meglio chiamare la sinagoga o la federazione ebraica più vicina, sia che si trovi nella città principale più vicina o in uno stato vicino.

Trova un luogo di sepoltura o prendi altri accordi per il defunto

Gli ebrei sono tradizionalmente sepolti in un cimitero specificamente ebraico o in una parte di un cimitero comunitario generale designato per uso ebraico. Gli ebrei tradizionalmente non vengono cremati. Tuttavia, un certo numero di famiglie ebree optano comunque per la cremazione e molti cimiteri ebraici, pompe funebri e membri del clero lavoreranno con loro. Scopri di più sulla cremazione qui.

Se è necessario scegliere un luogo funebre, spesso è meglio considerare se esiste un cimitero che è stato utilizzato per altri membri della famiglia. Potrebbe anche essere possibile trovare una trama disponibile per il defunto vicino alle tombe dei propri cari. Altre considerazioni possono includere i costi e la vicinanza ai familiari viventi che potrebbero voler visitare occasionalmente la tomba. Se il defunto o una delle persone in lutto appartiene a una sinagoga, potresti essere in grado di acquistare nel cimitero delle sinagoghe o nella sezione del cimitero.

Trova un officiante funebre

Questo officiante, di solito un rabbino o un cantore, non ha bisogno di essere qualcuno che conoscesse la persona deceduta, sebbene questo sia preferito dalla maggior parte delle famiglie. Molto spesso, l'officiante è un rabbino che guida una sinagoga in cui il defunto era un membro o la sinagoga di altri membri della famiglia. Le pompe funebri di solito hanno un elenco di potenziali officianti che servono famiglie che non sono affiliate a una sinagoga.

Di solito, il rabbino (o altro officiante) guiderà le preghiere funebri e pronuncerà un elogio. Scopri di più sugli elogi ebraici qui.

Per prepararsi a questi compiti, l'officiante si incontra generalmente con i familiari prima del funerale, o nella propria casa o nella sinagoga. Il rabbino (o altro officiante) vorrà che i membri della famiglia forniscano una descrizione accurata della persona deceduta e le lezioni che possono essere apprese dalla vita di quella persona. Inoltre, a volte i membri della famiglia assisteranno nella scelta delle letture per il servizio. È fondamentale che il rabbino venga contattato prima che sia fissata l'ora del funerale, per assicurarsi che il rabbino sia disponibile.

Organizzare un pasto tradizionale (pasto di consolazione) dopo il funerale

Molte famiglie, comprese alcune che non osservano la shiva, accolgono i visitatori nella casa di famiglia dopo il servizio funebre per un pasto tradizionale, chiamato seudat havraah (pasto di consolazione). Questo pasto è il primo alimento consumato dalla famiglia dopo il funerale e generalmente consiste in cibi semplici e rotondi, come un uovo sodo, che simboleggiano il ciclo della vita. Questo pasto è principalmente destinato alle persone in lutto, che potrebbero sentirsi troppo rattristate per mangiare se lasciate sole. La comunità è presente per fornire cibo alle persone in lutto, incoraggiarle a prendersi cura dei propri bisogni e accompagnare le persone in lutto in una nuova fase della loro vita. Questo è anche un momento in cui le persone in lutto possono accendere una grande candela (di solito fornita dall'impresa di pompe funebri), che brucerà in casa per la prossima settimana.

Oltre a quel piccolo pasto per le persone in lutto, alcune famiglie assumono un ristoratore per fornire un pasto mentre le persone si riuniscono a casa loro dopo il funerale. Tuttavia, è bello che i membri della famiglia allargata, i membri della sinagoga o gli amici organizzino il pasto. Le persone in lutto non dovrebbero dover organizzare il cibo, salutare o intrattenere gli ospiti, ma semplicemente sedersi e riflettere sulla persona amata, se sono all'altezza.

Pianifica lo Shiva

Prima della sepoltura, dovrebbe essere data priorità all'organizzazione di un rispettoso addio alla persona amata defunta. Una volta che questi sforzi sono in atto, l'attenzione dovrebbe concentrarsi sui dettagli del lutto. Se le persone in lutto saranno sedute shiva (cioè osservando il periodo di lutto di sette giorni in una casa familiare), i preparativi devono essere fatti, di solito con l'aiuto di un rabbino o dei membri della sinagoga. (Alcune famiglie possono osservare un periodo di lutto di tre giorni, alcune solo un giorno e altre un'intera settimana.) Questa intera settimana di ritiro dalle preoccupazioni quotidiane offre alle persone in lutto la possibilità di piangere insieme, scambiare ricordi della persona amata defunta e essere confortati gli uni dagli altri e dalla comunità. Scopri di più su Shiva qui.

Lista di controllo funebre

Sebbene i compiti e le decisioni più vitali debbano essere presi dai membri della famiglia, un ottimo modo per affrontare altri compiti è reclutare quanti più amici e parenti non di primo grado (i suoceri possono essere eccellenti per questo) per telefonare chiamate, aiutare a trasportare i parenti fuori città, organizzare il cibo per il pasto dopo il funerale e aiutare con altre commissioni necessarie.

Disposizioni per la sepoltura

  • Contatta una chevra kadisha (società funeraria) e/o un'impresa di pompe funebri. Se non esiste un'organizzazione locale di questo tipo, contatta altre famiglie ebraiche locali, la sinagoga più vicina o la Federazione ebraica.
  • Se la persona defunta ha un piano di sepoltura e funerale prestabilito, trova le informazioni necessarie.
  • Se il defunto possedeva un tallit (scialle di preghiera), decidi se deve essere sepolto con esso. (Può anche essere conservato come cimelio di famiglia.)
  • L'esposizione di fiori è generalmente sconsigliata a un funerale ebraico. Invece, scegli un ente di beneficenza appropriato per le persone a cui fare donazioni in loro memoria.

Condividere la Tristezza

  • Informare personalmente, se possibile, i familiari più stretti. Per i membri della famiglia che si trovano fuori città, fai del tuo meglio per assicurarti che la persona chiamata non sia sola o in un luogo inappropriato per ricevere la triste notizia della morte dei loro cari. (Ad esempio, non si dovrebbe avvisare un fratello che la sorella è morta mentre lui o lei è al cellulare e sta guidando.)
  • Fai un elenco delle persone che dovrebbero essere contattate in merito alla morte. Includere familiari, amici, datori di lavoro (sia del defunto che dei familiari), colleghi, membri della comunità e vicini.
  • Delega familiari e amici per effettuare telefonate.

Servizio funebre

  • Contattare la sinagoga del defunto e/o delle persone in lutto.
  • Decidi chi condurrà il servizio funebre.
  • Consultare l'officiante del servizio per quanto riguarda l'elogio e la partecipazione di familiari e amici.
  • Stimare il numero di partecipanti al funerale.
  • Consultare l'impresa di pompe funebri e/o il cimitero per quanto riguarda i luoghi di servizio sia per l'elogio funebre che per la sepoltura. Decidi se una cappella e/o un servizio funebre soddisferanno le esigenze della famiglia.
  • Nomina dei portatori di bara (che porteranno la bara in parte o per tutto il percorso fino al luogo di sepoltura). Se ci sono persone che potrebbero non essere in grado di svolgere fisicamente questo compito, puoi designarle come portatori di bara onorari.
  • Decidere a chi verrà chiesto di consegnare gli elogi e informarli.
  • Preparare l'elogio che uno consegnerà, se applicabile.
  • Organizzare il trasporto da e per la cerimonia per le persone in lutto e altri membri della famiglia. Questo è spesso fatto attraverso l'impresa di pompe funebri.
  • Alcune persone in lutto potrebbero voler esercitarsi a recitare il Kaddish in lutto
  • Se le persone in lutto vogliono strappare un indumento (di solito una camicia o un maglione) per kriah, allora dovrebbero indossare quell'articolo al funerale (con indumenti appropriati sotto, per motivi di modestia).
  • Se i bambini devono partecipare al funerale, organizzali per farli sedere con una baby sitter o un altro adulto responsabile a cui non dispiacerà lasciare il servizio se i bambini sono irrequieti o sconvolti.
  • Preparare un volantino con le informazioni sulla shiva, da distribuire al funerale, che includa l'indirizzo (e forse le indicazioni per) la casa in cui verrà osservata la shiva, le ore durante le quali i visitatori saranno accolti e gli orari dei servizi.

Seudat Havraah (pasto di consolazione)

  • Se la famiglia osserverà questa usanza, il rabbino o i membri della famiglia allargata o gli amici, ma non le persone in lutto, dovrebbero prendere accordi per un pasto leggero.
  • Dai le indicazioni per raggiungere la casa di famiglia al funerale se quello è il luogo in cui si svolgerà il raduno.
  • Metti una brocca d'acqua, una bacinella e un asciugamano fuori dalla porta d'ingresso, per essere usati dai rimpatriati funebri prima che entrino in casa. (Questo può essere fatto anche fuori dal cimitero.)
  • Preparare le uova sode da mangiare durante il pasto. Queste uova simboleggiano la natura ciclica della vita.

Lista di controllo di Shiva

  • Avvisare i datori di lavoro della necessità di congedo familiare.
  • Contattare la sinagoga del defunto e/o delle persone in lutto per quanto riguarda la shiva, per fissare un programma di servizi, per assicurare 10 adulti ai servizi (se applicabile) e per chiedere assistenza per altre disposizioni pratiche.
  • Stabilisci un programma per la preparazione dei pasti da parte di amici e familiari allargati.
  • Crea un cartello con l'orario di visita pubblicato.
  • Avvisare i vicini della presenza di ulteriori auto e persone nel quartiere.
  • Può essere utile ricevere generi alimentari e altri articoli necessari nel corso della settimana.
  • Se lo si desidera, prendere in prestito dalla sinagoga o dalle pompe funebri sedie basse o cuscini per i posti a sedere delle persone in lutto, libri di preghiere per i servizi e kippot (copricapo) per gli ospiti.
  • Per le persone in lutto che desiderano osservare tutte le tradizioni shiva (come coprire gli specchi in casa), maggiori informazioni sono disponibili qui.

Altro da fare

  • Pubblica un necrologio sui giornali locali e/o ebraici. I necrologi possono essere affissi prima o dopo un funerale.
  • Designare una o più organizzazioni di beneficenza per ricevere donazioni in nome della persona cara scomparsa.

Iscriviti per un viaggio attraverso il dolore e il lutto: se hai perso una persona cara di recente o vuoi semplicemente imparare le basi dei rituali di lutto ebraici, questa serie di e-mail in 8 parti ti guiderà attraverso tutto ciò che devi sapere e ti aiuterà a sentirti supportato e confortato in un momento difficile.

Kaddish

Pronunciato: KAH-dish, Origine: Ebraico, di solito riferito al Kaddish in lutto, la preghiera ebraica recitata in memoria dei morti.

chevra kadisha

Pronunciato: KHEV-ruh ka-DEESH-uh, Origine: aramaico, società di sepoltura ebraica, un gruppo di volontari che preparano il corpo per la sepoltura e, in alcuni casi, coordinano cibo e visitatori per le persone in lutto.

tahara

Pronunciato: tah-HAH-ruh, Origine: ebraico per purezza, la purificazione rituale di un cadavere in preparazione alla sepoltura.

tallit

Pronunciato: tah-LEET o TAH-liss, origine: ebraico, scialle di preghiera.

shiva

Pronunciato: SHI-vuh (breve i), Origine: ebraico, sette giorni di lutto dopo un funerale, quando la persona in lutto rimane a casa e osserva vari rituali.

Quali sono i passaggi per un funerale ebraico

Un tipico funerale ebraico andrà come segue:

  1. Le persone in lutto si riuniscono.
  2. Keriah (strappo di un nastro nero)
  3. Entra nella cappella.
  4. Osservazioni iniziali e preghiere.
  5. Elogio.
  6. La famiglia del defunto esce dalla cappella.
  7. Scrigno rimosso dalla cappella.
  8. Corteo funebre al cimitero.

Hai bisogno di un rabbino per un funerale

Va notato che un rabbino non è tenuto a celebrare una cerimonia funebre; qualsiasi persona ebrea può farlo. Musica e fiori sono generalmente vietati. Quindi, mentre il tuo istinto potrebbe essere quello di inviare fiori alla persona in lutto in segno di rispetto, fermati in questo caso.

Cosa canti a un funerale ebraico

Kaddish in lutto. El Maleh Rachamim (Preghiera ebraica dei morti) Salmo 90 .

Chi può essere un portatore di bara a un funerale ebraico

Nella tradizione ebraica, le persone in lutto immediate (coniuge, figli, fratelli) in genere non servono come portatori di bara, ma possono servire suoceri, nipoti, nipoti, cugini, amici di famiglia stretti, ecc. Il tuo livello di osservanza determinerà se uomini e donne, o solo uomini, possono servire come portatori di baracche.