Seleziona una pagina

È un comandamento positivo della Torah [Levitico 23:40] riunire le Quattro Specie durante Sukkot:

Il primo giorno prenderai il prodotto degli alberi di hadar, i rami delle palme, i rami degli alberi frondosi e i salici del ruscello, e gioirai davanti all'Adonai tuo Dio per sette giorni.


Quando è Sukkot 2022? Clicca qui per scoprirlo.


Il primo giorno si riferisce al primo giorno di Sukkot. Il frutto degli alberi buoni si riferisce all'etrog (cedro). Rami di palme si riferisce al lulav. I rami degli alberi frondosi si riferiscono al mirto ( hadasim ). I salici del ruscello si riferiscono all'aravot o all'hoshanot.

I quattro sono spesso indicati con il termine inclusivo lulav, poiché il lulav è la specie più grande e prominente. Quindi, mentre la mitzvah è sventolare il lulav, questo in realtà si riferisce allo sventolare tutte e quattro le specie: palma, salice, mirto ed etrog. Inoltre, quando le persone si riferiscono al lulav e all'etrog, si riferiscono a tutte e quattro le specie, inclusi il salice e il mirto.

Come i quattro stanno insieme

Il lulav è un unico ramo di palma e occupa la posizione centrale nel raggruppamento. Viene fornito con un aggeggio simile a un supporto (fatto con le sue stesse foglie) che ha due estensioni. Con la spina dorsale (la solida spina dorsale) del lulav di fronte a te e questo supporto in posizione vicino al fondo, due rami di salice sono posti nell'estensione sinistra e tre rami di mirto sono posti a destra. Il mirto dovrebbe estendersi a un'altezza maggiore rispetto ai salici.

L'intero grappolo è tenuto nella mano destra, l'etrog è tenuto nella sinistra e i due dovrebbero toccarsi. Alcuni hanno l'usanza di raccogliere prima l'etrog e poi il lulav invertendo l'ordine quando li depongono perché l'etrog è menzionato prima degli altri nel versetto biblico.

Agitando il Lulav

È una mitzvah agitare il lulav in ciascuno dei primi sette giorni di Sukkot. L'ora giusta è la mattina prima del servizio mattutino o durante il servizio immediatamente prima dell'Hallel. Una meditazione (che si trova nel Siddur, o libro di preghiere) viene recitata prima della benedizione (questo ha molti segreti cabalistici nascosti al suo interno).

Benedizione per sventolare il Lulav

Leggi il testo ebraico della benedizione su Sefaria.

Benedetto sei tu, Signore nostro Dio, Re dell'Universo, che ci hai santificato con i suoi comandamenti e ci hai comandato riguardo allo sventolare del lulav.

Barukh atah Adonai Eloheinu melekh haolam asher kidshanu bmitzvotav vtzivanu al netilat lulav.

Il primo giorno di sventola aggiungere:

Benedetto sei Tu, Signore nostro Dio, Re dell'Universo, che ci hai concesso la vita, il sostentamento e ci hai permesso di raggiungere questa stagione.

Barukh atah Adonai Eloheinu melekh haolam shehehiyanu vkiyemanu vhigiyanu lazman hazeh.

Dopo la Benedizione

Prima della benedizione, l'etrog è tenuto con il suo pitom (sporgenza simile a uno stelo) rivolto verso il basso. Dopo la benedizione, viene capovolto in modo che il pitom sia rivolto verso l'alto. A questo punto agitate/scuotete il lulav (insieme agli altri tre) nel modo seguente:

1. Stai in piedi rivolto a est.

2. Tieni il lulav a est (di fronte a te) e scuotilo tre volte. Ogni volta che il movimento dello scuotimento dovrebbe essere un'attrazione verso di te, allunga la mano e attira, allunga la mano e attira.

3. Ripeti lo stesso movimento tre volte alla tua destra (sud), dietro sopra la tua spalla (ovest), alla tua sinistra (nord), sollevandolo sopra di te, abbassandolo sotto di te.

4. Tutto questo dovrebbe essere fatto lentamente e deliberatamente concentrandosi sui simbolismi e sulle intenzioni dell'atto. Il lulav viene anche agitato durante l'Hallel mentre si dice: Ringrazia il Signore perché è buono, perché la sua gentilezza dura per sempre.

Hodu scuotere davanti [Est]

LAdonai [non tremare mai quando si dice il nome di Dio]

Ki shake a destra [sud]

Tov scuotere indietro [Ovest]

Ki shake a sinistra [Nord]

Le-olam si scuota

Chasdo scuoti

Questo verso ricorre due volte durante Hallel.

Il lulav viene nuovamente agitato dicendo: Israele dica che la sua amorevole benignità dura per sempre.

Yomar scuotere davanti [Est]

Na scuotere a destra [Sud]

Yisrael scuotere indietro [Ovest]

Ki shake a sinistra [Nord]

Le-olam si scuota

Chasdo scuoti

E si agita ancora dicendo: Ti supplichiamo, Signore, salvaci.

A-na [Scuoti davanti/est sulla prima sillaba, scuoti a destra/sud sulla seconda sillaba]

Adonai [non tremare mai quando si pronuncia il nome di Dio]

Ho-shi-ah [Scuoti indietro/prima sillaba occidentale, scuoti a sinistra/seconda sillaba nord, scuoti l'ultima sillaba]

Non scuotere

Il lulav e l'etrog tradizionalmente non vengono salutati durante lo Shabbat perché portare questi oggetti alla sinagoga violerebbe il divieto di portarli. Alcune sinagoghe liberali agitano il lulav e l'etrog durante lo Shabbat. Sebbene sia consuetudine per ogni individuo avere un lulav e un etrog, molte sinagoghe lasciano alcuni set nella sinagoga sukkah per l'uso dei loro membri. Il lulav e l'etrog possono anche essere salutati a casa.

Ristampato con il permesso di The Jewish Catalog: A Do-It-Yourself Kit, a cura di Richard Siegel, Michael Strassfeld e Sharon Strassfeld, pubblicato dalla Jewish Publication Society.

Adonai

Pronunciato: ah-doe-NYE, Origine: ebraico, nome di Dio.

etrog

Pronunciato: ETT-rahg, Origine: ebraico, cedro, o grande agrume giallo che è una delle quattro specie (le altre sono salice, mirto e palma) scosse insieme come rituale durante la festa di Sukkot.

lulav

Pronunciato: LOO-lahv (oo come in boo), Origine: ebraico, un fascio di rami che rappresentano tre specie di salice, mirto e palma che vengono scossi insieme all'etrog su Sukkot.

mitzvà

Pronunciato: MITZ-vuh o meetz-VAH, Origine: ebraico, comandamento, usato anche per significare buona azione.

sukkah

Pronunciato: SOO-kah (oo come nel libro) o sue-KAH, Origine: ebraico, la capanna temporanea costruita durante la festa del raccolto di Sukkot.

Sukkot

Pronunciato: sue-KOTE, o SOOH-kuss (oo come nel libro), Origine: ebraico, festa del raccolto in cui gli ebrei mangiano all'interno di capanne temporanee, cade nel mese ebraico di Tishrei, che di solito coincide con settembre o ottobre.

Torah

Pronunciato: TORE-uh, Origine: ebraico, i cinque libri di Mosè.

Cos'è un lulav in inglese

Sostantivo. lulav (plurale lulavs) (nel rituale ebraico) Un bouquet festivo di salice, palma e mirto.

Perché scuotiamo il lulav

Una tradizione di Sukkot coinvolge l'etrog, o cedro, un frutto simile a un limone, e il lulav, un bouquet composto da rami di palma, mirto e salice. Le persone scuotono il lulav in un modo speciale per inviare una benedizione a tutta la creazione.

Cosa significa lulav ed etrog

Il lulav è un grappolo di piante: un ramo di palma, due rami di salice e tre rami di mirto. L'etrog è un frutto di cedro, fondamentalmente un limone troppo cresciuto. Insieme, lulav ed etrog sono chiamati arba minim (ahr-BAH mee-NEEM), che in ebraico significa "le quattro specie".

Cosa simboleggiano le 4 specie

Nel Midrash, le quattro specie simboleggiano quattro tipi di ebrei, con diversi livelli di conoscenza e osservanza della Torah. Riunirli rappresenta la nostra unità come nazione, nonostante le nostre differenze esterne.