Seleziona una pagina

Quando Yasmine ha aperto un messaggio diretto sul suo account Instagram con un collegamento a un articolo, è rimasta sbalordita. Non posso davvero leggerlo, pensò. Questo non può essere un vero articolo.

L'articolo in questione, intitolato Perché ho accusato Israele di genocidio culturale, era in risposta a un controverso tweet del famoso chef Rachael Ray con un'immagine di foglie d'uva ripiene, hummus e varie salse con la didascalia "Nite israeliana". Molti arabi hanno rimproverato Ray per aver insinuato che la loro cucina culturale appartenesse a Israele, il che ha portato a un'ondata su Internet di riprese calde e opinioni polarizzanti su quale cultura l'hummus appartiene effettivamente.

Dannazione @rachaelray. Questo è #genocidio culturale. Non è cibo #israeliano. È #arabo ( #libanese, #palestinese, #siriano, #giordano). Prima gli israeliani prendono la terra e la ripuliscono etnicamente dagli arabi. Ora prendono il loro cibo e la loro cultura e affermano che è anche loro! #Vergogna . https://t.co/1nDXlcfRHA

James J. Zogby (@jjz1600) 26 dicembre 2017

Dopo aver letto l'articolo, c'erano due strade che Yasmine, che di giorno è responsabile dell'ufficio, potrebbe prendere: potrebbe scrivere un post educativo per confutare l'affermazione che il cibo mediorientale appartiene esclusivamente a una cultura, oppure potrebbe usare l'umorismo. Ha scelto quest'ultima.

Yasmine, 36 anni, porta una diversità unica nelle conversazioni sull'identità ebraica e sul cibo: sua madre è di origine ashkenazita, suo padre proviene da un ebreo bukharan ed ebreo siriano e suo marito è afroamericano. Ha fatto della sua missione di educare ebrei e non ebrei allo stesso modo sulla politica e sulla cultura ebraica attraverso Ethnically Jewish, un account Instagram che gestisce con la sua amica Ronit (sebbene quell'account sia attualmente sospeso).

Come spiega Yasmine, molte persone non discutono o addirittura conoscono l'esodo forzato di ebrei come lei dai paesi del Medio Oriente come Libano, Siria, Iraq, Yemen e molti paesi nordafricani, dopo il 1948. I suoi nonni erano alcuni degli ebrei che erano costretti a lasciare le loro case anche prima, negli anni '30. Per colmare il divario di conoscenza, lei e Ronit hanno scritto Jewish: Unwhitewashed , un libro che accompagna il loro blog e offre una panoramica approfondita dell'etnia, della storia e dell'antisemitismo ebraici.

Ma educare non va sempre come previsto. Dopo essere stata inondata di messaggi odiosi e antisemiti su Instagram su ebrei che si appropriavano dell'hummus e Israele che commetteva un genocidio culturale, la madre ebrea di due figli ha deciso di fare una dichiarazione nel modo migliore che conosceva attraverso il cibo.

Visualizza questo post su Instagram

Giorno 7 Ragazza Mizrahi e alcuni dei suoi cibi preferiti. Questo vi rende felici quanto rende me?! #AmIPetty?

Un post condiviso da (@quarter.water.dreams) su

All'inizio, Yasmine ha deciso di condividere 30 giorni di gioiosi post ebraici sul suo account Instagram personale @ quarter.water.dreams. Ma quando il suo terzo post su Instagram è esplosa con un'immagine di se stessa fotografata su una ciotola di hummus, ha deciso di continuare a concentrarsi sul cibo.

Gli ebrei mizrahi, le cui famiglie hanno vissuto fianco a fianco con gli arabi per generazioni, non si stanno appropriando della cultura di nessuno, dice Yasmine. L'hummus fa parte delle loro culture tanto quanto fa parte della cultura araba. Ebrei e arabi erano cugini genetici! lei dice. Abbiamo vissuto insieme per migliaia di anni, forse non pacificamente, ma abbiamo quella fusione culturale e mangiamo tutti shakshuka e hummus.

Visualizza questo post su Instagram

Giorno 9. Mi è stato chiesto di continuare così perché stanno dando agli ebrei (soprattutto ai Mizrahi conforto nell'umorismo durante questa settimana di merda). Quindi eccomi appollaiato in una padella di shakshuka a ricordarti di non permettere a nessuno di rubare la tua gioia o di controllare la tua verità.

Un post condiviso da (@quarter.water.dreams) su

Il cibo ebraico continuerà a essere il punto focale dell'account Instagram personale di Yasmine, ma Shell condivide anche diverse parti della sua cultura multiforme che le persone tendono a trascurare, come gioielli, abbigliamento e musica. E c'è anche un messaggio più profondo lì. Ogni volta che c'è conflitto tra ebrei e arabi, gli ebrei ashkenaziti sono di solito in prima linea nella conservazione, dice Yasmine, il che lascia gli ebrei mizrahi come lei che si sentono cancellati. Condividere fotografie sciocche del cibo tradizionale ebraico Mizrahi è il suo tentativo di riportare la sua gente nella conversazione. Questo era il mio modo di dire, Ehi, ti vedo, eri valido, e cerchiamo di trovare un po' di gioia in questa situazione non ideale. E mentre il suo contenuto precedente era incentrato sull'antisemitismo, questo è un cambiamento gradito e necessario per Yasmine: sto cercando di concentrarmi su me stesso e restituirmi un po' di gioia perché stavo diventando così preso e non è salutare farlo.

Quindi, quali cibi danno a Yasmine più gioia? Snack Bissli israeliani, anche se purtroppo è allergica a loro. Se apro una borsa, la mia infanzia è nella mia faccia e posso assaporare l'esterno, dice.

Per quanto riguarda il resto della sua famiglia, il marito non ebreo di Yasmine è ossessionato dal fegato tritato (scommetto che non l'hai mai sentito prima), e mentre i suoi figli sono contrari ad alcuni dei suoi preferiti d'infanzia, adorano l'hummus e il challah. Se non ti piace il challah, allora è davvero brutto, ha detto la mamma ebrea.

Il cibo ebraico è sempre stato una fonte di conforto e ora Yasmine lo sta usando in un modo innovativo per condividere l'amato cibo ebraico oltre alla semplice zuppa di matzah e petto. E non è solo per gli ebrei. Questo è stato anche un modo per suo marito, la sua famiglia e i loro figli di comprendere meglio il suo diverso background ebraico.

E se non altro, è semplicemente divertente vedere qualcuno seduto su un pezzo di pane challah, dice Yasmine.

Cosa significa Mizrahi

Definizione Mizrahi

Un discendente di quegli ebrei che vissero storicamente in Medio Oriente e Nord Africa prima dell'arrivo degli esiliati sefarditi dalla Spagna e dal Portogallo alla fine del 1400. La maggior parte dei Mizrahim odierni vive in Israele, Europa e Stati Uniti. sostantivo.

Mizrahi è lo stesso sefardita

Sebbene a volte usati in modo intercambiabile, i termini "Sefarditi" e "Mizrahi" si riferiscono a due distinte diaspore ebraiche, ciascuna caratterizzata da una significativa diversità culturale interna.

Cos'è Grivelach

Per chi non lo sapesse, i grivalach, noti anche come gribenes, sono i ciccioli rimasti dal grasso di pollo o d'oca fuso. Non sono decisamente buoni per il cuore, ma per l'anima – e molto sazianti.