Seleziona una pagina

Mentre le donne chiaramente possono masturbarsi e lo fanno, il tema della masturbazione nella legge ebraica si riferisce esclusivamente ai maschi. La masturbazione femminile normalmente non comporta l'emissione di liquidi, e poiché questo è il fulcro della maggior parte della discussione nei testi storici sulla masturbazione maschile, gran parte di ciò che segue non menzionerà le donne.

La fonte della forza

Gli ebrei storicamente condividevano l'odio per la masturbazione maschile che caratterizzava altre società. È interessante notare che, sebbene il divieto non sia stato dibattuto, gli scrittori legali hanno avuto difficoltà a localizzare una base biblica per esso, e non meno un'autorità di Maimonide ha affermato che non poteva essere punibile dalla corte perché non c'era un esplicito comandamento negativo che lo vietasse.

Nel caso dei maschi, il divieto derivava indubbiamente in parte da ipotesi sulle conseguenze mediche dell'eiaculazione. Maimonide lo articola:

Lo sperma costituisce la forza del corpo, la sua vita e la luce degli occhi. La sua emissione in eccesso provoca decadimento fisico, debolezza e diminuzione della vitalità. Così Salomone, nella sua saggezza, dice: Non dare la tua forza alle donne (Proverbi 31:3). Chi si abbandona alla dissipazione sessuale invecchia prematuramente; la sua forza viene meno; i suoi occhi si oscurano; un cattivo odore esce dalla sua bocca e dalle sue ascelle; i capelli della sua testa, le sopracciglia e le ciglia cadono; i peli della barba, delle ascelle e delle gambe crescono in modo anomalo; i suoi denti cadono; e oltre a queste, diventa soggetto a numerose altre malattie. Le autorità mediche hanno affermato che per ogni persona che muore per altre malattie, mille sono vittime di eccessi sessuali.

Maimonide qui sta parlando di eiaculazione durante il rapporto sessuale. Le fonti ebraiche sull'eiaculazione nel contesto specifico della masturbazione, tuttavia, non basano il divieto principalmente su considerazioni mediche, almeno non in quella lingua. Si concentrano piuttosto sulle preoccupazioni per l'autoinquinamento, l'omicidio di generazioni non ancora nate e la creazione di demoni.

Impurità rituale

La prima di queste preoccupazioni spiega la linea di ragionamento più comune. Il seme esposto, secondo coloro che adottano questo approccio, contamina in qualche modo l'ambiente e ne contamina la santità. Le fonti non entrano nei dettagli su come o perché ciò avvenga, ma è perché si basano su fonti precedenti per quanto riguarda la purezza.

Nella Torah, l'impurità risulta ogni volta che c'è una perdita di elan vitale, di energia vitale. Il caso estremo dell'impurità è quindi un cadavere, la più potente fonte di diffusione dell'impurità come il padre dei padri dell'impurità ( avi avot ha-tumah ). L'impurità sorge, tuttavia, anche quando i corpi deviano in qualche modo dalla loro interezza. Ciò accade anche quando ciò che sta accadendo è perfettamente normale e naturale, come il flusso mestruale di una donna o l'eiaculazione di un uomo.

A quel punto, la donna o l'uomo diventa impuro, il che significa che non è idoneo a impegnarsi in rituali pubblici fino a quando non sia trascorso un tempo prescritto e un rituale di abluzione, successivamente trasformato in immersione in uno specchio d'acqua naturale o in una vasca appositamente costruita pool ( mikveh ), è stato soddisfatto.

Anche se, ironia della sorte, le squalificazioni pubbliche e rituali degli uomini dopo l'emissione seminale sono cadute in disuso, la sensazione iniziale che l'eiaculazione producesse impurità persisteva e che indubbiamente è alla base di gran parte dell'orrore talmudico e medievale riguardante la masturbazione.

Qual è il punto dietro le leggi della Torah sull'impurità in primo luogo? Una teoria accademica comune è che l'impurità segni la perdita di energia vitale. Se ciò è corretto, la preoccupazione medievale per la masturbazione in quanto inquina l'uomo che si masturba (e forse chiunque altro venga a contatto con lo sperma) è semplicemente un'espressione rituale delle stesse teorie mediche espresse nel linguaggio medico di Maimonide. Cioè, la masturbazione è discutibile perché intacca l'energia sessuale di un uomo e quindi minaccia la sua salute e il suo benessere. Ecco perché lo sperma esposto e l'uomo stesso diventano impuri.

Onanismo

Mentre questa [impurità] è la preoccupazione principale sulla masturbazione espressa nelle fonti, la tradizione mistica nel giudaismo ha dato particolare enfasi a un'altra obiezione. Nella Bibbia, Onan viene ucciso da Dio per aver sprecato il seme. L'atto a cui si riferisce questa frase è il coito interrotto, ma la tradizione mistica ebraica lo applicava anche alla masturbazione.

Prendendo spunto da questa frase biblica, i mistici affermavano che poiché un uomo che si masturba impedisce l'uso di quel seme per concepire un bambino, è colpevole non solo di omicidio ma anche dell'omicidio dei propri (potenziali) figli. È quindi un criminale più riprovevole di ogni altro. D'altra parte, l'eiaculazione è apprezzata nelle relazioni eterosessuali, anche in quelle che non portano alla procreazione, e non si dice che avvenga alcun omicidio, né si potenziano le forze del male.

I mistici affermavano anche che anche le emissioni involontarie di sperma creavano demoni, che erano un pericolo non solo per l'uomo che si masturbava ma per l'intera comunità. Tali nozioni compaiono nella letteratura popolare così come nei testi mistici rabbinici. Così il narratore nel racconto di IB Singers, Dal diario di uno non nato, dice: Non sono nato. Mio padre, uno studente della yeshivah, peccò come fece Onan, e dal suo seme fui creato per metà spirito, per metà demone. Sono e non sono.

Nei tempi moderni, molti ebrei ortodossi mantengono queste credenze e divieti, ma gli ebrei conservatori, riformati e non affiliati in gran parte no. Le ragioni di questo cambiamento sono in gran parte mediche: né i medici né i profani credono che la masturbazione abbia le conseguenze mediche descritte da Maimonide. Inoltre, pochi credono alla rappresentazione delle tradizioni mistiche dei terribili risultati della masturbazione. Ad oggi, nessuno dei tre movimenti ha preso una posizione ufficiale che convalidi la masturbazione, ma in pratica l'aborrimento delle tradizioni per la masturbazione è ampiamente ignorato.

Considerazioni contemporanee

Parte di quella reazione, senza dubbio, deriva dalle realtà della vita moderna. Grandi percentuali di ebrei oggi posticipano il matrimonio fino a dopo il college o la scuola di specializzazione, molto tempo dopo che sono fisicamente maturi.

Sebbene gli ormoni sessuali siano molto forti anche nelle donne adolescenti, i maschi in particolare sentono questa pressione ormonale durante l'adolescenza, poiché il maggior numero di eiaculazioni che un maschio sperimenterà all'anno durante la sua vita si verifica tra i sedici e i diciotto anni, mentre il numero più alto dei climax fisici che una femmina sperimenterà all'anno si verificheranno tra i ventisei ei trenta anni. Ciò significa che realisticamente, le scelte per gli adolescenti e le persone sui vent'anni sono o masturbarsi o impegnarsi in sesso non coniugale.

I concetti, i valori e le leggi ebraiche avanzano ragioni convincenti per opporsi al sesso non coniugale. Poiché il rapporto sessuale non coniugale comunica impegni che la coppia chiaramente non è pronta ad assumere, è effettivamente una bugia. Anche se la coppia si dice esplicitamente l'un l'altro che il loro atto sessuale è solo per piacere e non fa parte di una relazione a lungo termine, l'atto sessuale stesso smentisce ciò che dicono di volere

Di conseguenza, anche se le autorità ebraiche contemporanee non sono disposte a rivedere completamente le leggi ebraiche che vietano la masturbazione, devono sicuramente concordare sul fatto che sulla base dei valori morali ebraici, se la scelta è tra masturbazione e sesso non coniugale, la masturbazione è preferibile

Se questa conclusione è vera per i maschi, è tanto più vera per le femmine. La discussione sulla masturbazione femminile non compare nelle fonti, e quindi non è esplicitamente vietata in primo luogo. Inoltre, le stesse considerazioni che ci farebbero preferire che i maschi si masturbi piuttosto che impegnarsi in rapporti sessuali non coniugali si applicherebbero anche alle femmine.

Estratto e ristampato con il permesso di Matters of Life and Death: A Jewish Approach to Modern Medical Ethics, pubblicato dalla Jewish Publication Society.

Le ragazze possono masturbarsi nell'ebraismo

"Nella tradizione ebraica la masturbazione femminile è consentita quando serve per esplorare se stessi e i propri sentimenti sessuali", ha detto Grunberg.

L'orale è consentito nel giudaismo

Il sesso orale, fino all'eiaculazione, è del tutto consentito secondo la maggior parte delle autorità talmudiche e halachiche.

Ciò che è proibito nel giudaismo

Divieti biblici

Le relazioni proibite da Levitico 18 sono: Il proprio parente genetico (Levitico 18:6) La propria madre (Levitico 18:7) Il proprio padre (Levitico 18:7) La propria matrigna (Levitico 18:8)

Dio mi punisce per il masterbation

(Genesi 38:8-10 è stato citato come un argomento biblico contro la masturbazione; tuttavia, il contesto chiarisce che Dio stava punendo Onan non per la masturbazione, ma per non aver adempiuto al suo obbligo di produrre un erede per suo fratello.)