Seleziona una pagina

Ebreo&

Jewish& è un blog di Bechol Lashon, che dà voce alla diversità razziale, etnica e culturale dell'identità e dell'esperienza ebraica. Il popolo multiculturale originario, gli ebrei hanno vissuto in tutto il mondo per millenni. Oggi, con il globalismo e l'inclusione così fondamentali nel fare scelte su come impegnarsi nella vita ebraica, Jewish& fornisce un forum per la riflessione personale, la discussione e il dibattito.

C'è qualcosa nella Pasqua che la rende la mia festa ebraica preferita indiscutibilmente. Con la perfetta combinazione di rituali, narrazione e tradizioni culinarie, insieme ad alcuni incentivi nevrotici per le pulizie di primavera, questo bellissimo festival porta con sé significato e ricordi e l'opportunità di crearne di nuovi anno dopo anno.

Sono cresciuto a Roma, in Italia, orgoglioso membro della più antica comunità ebraica d'Europa, con una presenza ininterrotta in città da oltre 22 secoli, la sua storia risale a una delegazione proveniente da Israele e inviata ai tempi dei Maccabei in cerca di per alleati contro i Greci. Contando circa 13.000 membri, è una piccola comunità in numero, ma una comunità forte nel cuore: gli ebrei di Roma hanno il loro minhag , la loro tradizione, non sefardita né ashkenazita. Le melodie delle preghiere sono uniche, non parliamo yiddish o ladino ma Giudaico Romanesco, un ibrido di ebraico e dialetto romano, e la cucina è una deliziosa miscela di sapori italiani che rispettano le leggi kosher che continua ad attrarre elogi internazionali. Per me sa di casa.

Ci sono alcuni punti base che rendono il pasto pasquale un pasto tradizionale romano: I pomodori col riso , pomodori ripieni di riso, abbacchio, agnello arrosto, piselli brasati e patate arrosto come contorno. Lo stesso piatto del seder è uno spettacolo: non piccole porzioni simboliche ma un cesto traboccante di verdure: l'erba amara è una testa di lattuga, seduta accanto a un gambo pieno di sedano, uova, matzoh, acqua salata, una coscia di agnello peloso che per l'occasione ci siamo lavati e asciugati con il phon e una ciotola di charoset, seguendo una ricetta che cambia di famiglia in famiglia. Nella mia è una pasta cruda a base di mandorle, zucchero e arance rosse.

Forse il cibo pasquale romano più notevole sono le ciambellette, biscotti fatti in casa che abbelliscono la maggior parte delle famiglie da generazioni. Sono cresciuta preparando questi biscotti a casa con mia madre e le mie sorelle prima dell'inizio delle vacanze.

L'impasto di pasta dolce molto semplice richiede farina, uova, olio d'oliva e zucchero. La farina poteva essere consumata durante la Pasqua ma solo nei cibi che venivano preparati prima delle feste e in determinate condizioni. Mia madre comprava la farina dalla comunità ebraica, quindi era kosher, o controllata. Proprio come Matzah, i biscotti dovevano essere preparati entro 18 minuti dall'inizio alla fine su una superficie pulita.

La ricetta originale di mia nonna aveva la vaniglia tra gli ingredienti, ma mia madre ha portato la Pasqua al livello successivo di kashrut, e poiché l'estratto di vaniglia non era tra gli articoli kosher per la Pasqua disponibili attraverso il negozio della comunità, non ne abbiamo usato.

La comunità ebraica romana è una comunità di tradizione e storia. Come in molte altre città europee, Roma è considerata una comunità ortodossa e non ci sono altre denominazioni, anche se ciò non significa che tutti i suoi membri aderiscano alle regole e allo stile di vita ortodossi.

Nel 2012, il rabbinato ortodosso israeliano ha messo in dubbio la legittimità dell'uso della farina in casa per preparare il cibo kosher per la Pasqua. Sostenevano che senza supervisione, non vi è alcuna garanzia che le regole siano rigorosamente seguite, e quindi molte famiglie potrebbero rischiare di mangiare prodotti non adatti alla vacanza, commettendo così un peccato. Di conseguenza, nel 2013 l'Associazione Rabbinica d'Italia ha vietato la fabbricazione delle ciambellette in casa, suscitando indignazione nell'orgogliosa comunità e una lunga controversia. Ma gli ebrei sono furbi, e nel giro di pochi mesi una manciata di istituzioni ebraiche ha organizzato una produzione pubblica di ciambelle : le famiglie potevano prenotare una fascia oraria, portare la propria ricetta e andare a preparare i loro biscotti in una grande cucina kosher sotto la supervisione di un rabbino e utilizzando gli ingredienti di base forniti. In altre parole, la tradizione è partita dalla porta principale ed è tornata dalla finestra in uno dei più grandi esempi di coinvolgimento della comunità fino ad oggi!

Da allora, centinaia di famiglie si sono riunite ogni anno per cucinare insieme, condividere ricette, storie e ricordi e creare nuovi ricordi. È una nuova iterazione dello stesso viaggio, piena di orgoglio, creatività e gioia. Accidenti Sameach! Buona Pasqua! Buona pesca!

Charoset italiano

Ghila Sanders spiega la ricetta come segue: Mescolare la mandorla macinata, il succo di arancia rossa e lo zucchero a piacere fino a formare una pasta.

Rabbi Ruth Abusch-Magder fornisce le seguenti misurazioni per coloro che le vorrebbero.

1 tazza di mandorle tritate

1/2 tazza di succo d'arancia rossa

1/4 tazza di zucchero

Ricetta Ciabellette Tradizionale Italiana Via Ghila Sanders

Nota che questa è la ricetta tramandata nella nostra famiglia e riflette il kashrut della nostra comunità. Se hai domande o dubbi sulla sua idoneità alla tavola della tua famiglia a causa dell'uso della farina, ti consigliamo di consultare il tuo rabbino.

ingredienti

3 uova

tazza di olio extravergine di oliva

tazza di zucchero

2 tazze di farina (circa)

Scorza di un'arancia e un limone

Un pizzico di sale

Preparazione

Preriscaldare il forno a 350 gradi.

Imposta un timer per 18 minuti. Assicurati che gli spazi di lavoro siano puliti e che non ci sia farina su nessuna superficie.

Sbattere le uova con lo zucchero e l'olio, quindi aggiungere la farina, il sale e la scorza. L'impasto non deve attaccarsi ma deve risultare liscio e lavorabile.

Stendete la pasta in strisce circolari del diametro di 3-4 cm di lunghezza.

Forma come mini ciambelle.

Tutto questo dovrebbe essere fatto PRIMA che il timer si spenga affinché i biscotti siano conformi alla tradizione ebraica.

Foderate una teglia con carta da forno e cuocete per 25-30 minuti, o fino a doratura.

Come si dice Pasqua in italiano

Ora impariamo a dire Pasqua in italiano.

Pasqua.

inglese Italiano
Pasqua Pasqua

Come si celebra la Pasqua in Italia

Il pasto del Seder italiano è composto da prelibatezze ebraiche in stile italiano come carpione (pesce in salamoia), carciofi alla Romana (carciofi), bresaola (manzo salato all'aria), lasagne matzoh e Haroset all'Italiana (chutney di noci e fichi). Inoltre non hanno idea di cosa sia il pesce gefilte, ma servono pesce con uvetta e noci.

Cosa significa Pasqua in spagnolo

Pasqua f (giuda)