Seleziona una pagina

Rabbini Senza Frontiere

Rabbis Without Borders è un forum dinamico per esplorare le questioni contemporanee nel mondo ebraico e oltre. Scritto da rabbini di diverse denominazioni, punti di vista e parti del paese, Rabbis Without Borders è un progetto di Clal The National Jewish Center for Learning and Leadership.

Tisha BAv (5 agosto), che commemora la distruzione del Tempio, segna anche il conto alla rovescia di sette settimane per Rosh Hashanah. Sette settimane. Di cosa parlerà il rabbino ai servizi a cui parteciperai tra sette settimane? Israele? Di sicuro, ma cosa dirà? Immigrazione? Non sono così sicuro di quello, potrebbe dipendere da dove vivi. Ti suggerirà di regalarti il ​​tempo lontano dalla tua elettronica, da quello che Joshua Ferris nel suo ultimo romanzo,

Per risorgere a un'ora decente

, chiama la tua Me-machine? Il tuo rabbino potrebbe dire che, annuendo in modo così educato, perché ha ragione. Sì, lo sai già. Ma poi di nuovo, la maggior parte della grande saggezza che il tuo rabbino può condividere è qualcosa che già conosci, ma che trovi ancora difficile da realizzare.

Sette settimane prima del sermone festivo del tuo rabbino, poiché la stagione delle tasse del rabbino ora inizia a salire, crea un elenco di argomenti suggeriti. In effetti, restringi il campo per il tuo rabbino, lui o lei potrebbe benissimo ringraziarti. Meglio ancora, ma sicuramente fastidioso (quindi ne vale la pena!!), concorda con più di 10 compagni di congregazione su circa 3 argomenti su cui hai davvero domande e fai sapere al rabbino che tutti voi avete delle aspettative per risposte reali alle vostre domande reali collettive.

Rabbino, cosa ha da dire l'ebraismo sull'esistenza della mia anima?

Rabbino, eri curioso di sapere cosa ha da dire l'ebraismo sul passaggio a una maggiore energia nucleare? Dovremmo legalizzare completamente l'erba anche nel nostro stato?

Rabbino, cosa dice l'ebraismo di mio cugino gay?

Il paradiso è reale? Ci sono cani?

Non dirmelo subito, rabbino, non risponde un altro con un piede solo. Apri i tuoi libri. Chiedi ai tuoi colleghi. Voglio che il giudaismo guidi la mia vita e risponda alle mie domande, quindi prenditi il ​​tuo tempo. Se parli con ciò che veramente mi riguarda, se mi dici la verità, anche parziale, come capisci dalla nostra vasta tradizione, ne varrà la pena! Ti do sette settimane.

Ecco un argomento che potresti suggerire. In questo anno elettorale di medio termine, che ne dici di articolare una posizione ebraica forte e chiara sul controllo delle armi? Rabbino, dovrebbe esserci un limite al nostro Secondo Emendamento, giusto? Per la maggior parte, la scuola non è ancora iniziata, quindi non ci sono sparatorie a scuola di cui parlare. Il problema nel parlare di controllo delle armi dopo una sparatoria a scuola è che si può essere liquidati come reazionari. Un punto di partenza potrebbe essere il breve pezzo del mio collega, Menachem Creditor,
La pace nelle nostre città: rabbini contro la violenza armata
.

Ci sono molti ottimi argomenti, quindi suggeriscine alcuni al tuo rabbino. Rendi l'esperienza di High Holiday pertinente alle tue reali preoccupazioni. Allora perché ho suggerito il controllo delle armi? Era nella mia mente. Ieri, 4 agosto, è morto James Brady. Il signor Brady era il segretario stampa di Ronald Reagans quando gli hanno sparato durante un attentato al presidente. Successivamente, il signor Brady è diventato un instancabile portavoce della riduzione delle vendite di armi e della violenza armata.

Quando stava facendo pressioni per il disegno di legge Brady, il signor Brady ha respinto come una stupida sciocchezza la tesi della National Rifle Association secondo cui un periodo di attesa avrebbe infastidito le persone rispettose della legge che avevano motivo di acquistare una pistola. L'idea alla base del periodo di attesa era di dare al venditore il tempo di verificare se il potenziale acquirente avesse precedenti penali o avesse mentito fornendo informazioni sui documenti richiesti.

Il signor Brady ha affermato che cinque giorni lavorativi non erano troppi per far aspettare gli acquirenti. Ogni giorno, ha testimoniato una volta, ho bisogno di aiuto per alzarmi dal letto, per fare la doccia e per vestirmi, e maledizione, ho bisogno di aiuto per andare in bagno. Immagino di pagare per la loro comodità. New York Times (4 agosto 2014).

Per come lo immagino, quando James Brady raggiunge il paradiso non è più su una sedia a rotelle. Viene accolto dalla sua defunta famiglia e dai suoi amici, persino il presidente Reagan, che, grazie al miracolo che è il paradiso, non è più limitato dall'Alzheimer che aveva una volta. Quindi, i due, guidati dal dono della saggezza e dell'eternità, si avvicinano a Charlton Heston, che durante la sua vita ha interpretato Mosè nei Dieci Comandamenti, e che più tardi nella vita è diventato il celebre portavoce della National Rifle Association. Brady e Reagan, insieme, strappano il fucile Hestons dalle sue fredde mani morte.

Spostato da questo post? Partecipa alla conversazione attraverso la newsletter settimanale dei blog di This Webs .

Che ne dici di un rabbino?

Invece, dì "b'sha'ah tovah" o "in un'ora buona", che significa qualcosa del tipo, spero che funzioni perfettamente. Se ti senti a disagio a pronunciarlo, dì: "Sono così felice per te". Sebbene questa espressione significhi letteralmente buona fortuna (o "un buon segno"), è sempre usata per significare congratulazioni.

Come ci si rivolge formalmente a un rabbino

Scrivi le parole "Caro rabbino" seguite dal cognome del rabbino quando scrivi il saluto della tua lettera al rabbino. Ad esempio, scrivi "Caro rabbino Nir".

Un rabbino può avere una ragazza

Tradizionalmente, i rabbini dovevano sposare donne devote al giudaismo. La convenzione era logica. Come esempio simbolico del giudaismo, tutto ciò che fa un rabbino dovrebbe riflettere il suo impegno per la religione ebraica.

Un rabbino può sposare un uomo

Le associazioni rabbiniche progressiste non hanno un fermo divieto contro i matrimoni misti; secondo un'indagine sui rabbini, condotta nel 1985, oltre l'87% dei rabbini ricostruzionisti era disposto a officiare matrimoni interreligiosi e nel 2003 almeno il 50% dei rabbini riformati era disposto a celebrare matrimoni interreligiosi.