Seleziona una pagina

Le donne servono come agenti importanti dell'osservanza e della fede ebraica ultra-ortodossa, trasmettendo credenze e pratiche chassidiche ai loro figli e alle nuove generazioni di seguaci. Accettando e promuovendo i loro ruoli tradizionali di mogli e madri, la maggior parte dei chassidim resiste a qualsiasi modernizzazione dei ruoli di genere, al di là di una maggiore istruzione per donne e ragazze; fidate per abbracciare la pubblica modestia, le donne chassidiche possono accettare e accettano un lavoro fuori casa. Nella comunità Lubavitcher, basata sulla sensibilizzazione, le donne svolgono anche ruoli dinamici come attiviste nei campus universitari, portandole nella vita secolare, in contrasto con sette più rigide come i Satmar. Tra la fine del XX e l'inizio del XXI secolo, uomini e donne hanno lasciato la comunità chassidica per esplorare una maggiore libertà sessuale, autonomia personale e spiritualità femminista.

Le donne chassidiche rappresentano un volto unico dell'ebraismo americano. In quanto ebrei chassidim ultra-ortodossi appartenenti a comunità settarie, che adorano e lavorano come seguaci di rebbe specifici, sono distinti dagli ebrei americani tradizionali assimilati. Ma poiché le donne in una sottocultura definita principalmente da studi religiosi maschili, rituali e obblighi legali, sono anche messe a parte dagli uomini chassidici, i cui stili riconoscibili di abbigliamento e riunioni di yeshiva hanno rappresentato a lungo uno standard maschile per la comprensione del chassidismo da parte degli estranei.

Istruzione & Ruoli economici

Le donne sono state importanti agenti della fede e della vita familiare nella trasmissione del credo chassidico alle nuove generazioni di seguaci, i loro ruoli pubblici sono aumentati con l'esperienza educativa. Sebbene le sette chassidiche in America continuino a differire nel lavoro e nelle opportunità educative concesse alle donne, senza dubbio uno dei cambiamenti più profondi del dopoguerra in generale è stato l'istruzione per le ragazze. La rapida espansione delle scuole parrocchiali chassidiche e delle yeshiva femminili, tuttavia, non ha significato che le donne si siano unite ai ranghi degli uomini studiosi come figure di autorità religiose che interpretano la legge ebraica. Le scuole femminili servono principalmente a proteggere le figlie chassidiche dalle influenze secolari della società esterna, piuttosto che introdurle al curriculum talmudico avanzato tipico dell'istruzione maschile.

Negli Stati Uniti oggi, il maschio chassidico, con mantello nero, cappello nero, frange tzitzit, barba e ricci laterali, è facilmente riconosciuto oggi come un simbolo del giudaismo ultra-ortodosso e della borsa di studio del Talmud. Visivamente, riassume un impegno continuo per le pratiche religiose un tempo confinate negli shtetl ebraici dell'Europa orientale. La sua formazione da yeshiva e la devozione alla pietà quotidiana lo rendono un uomo santo nella nostra società secolare, sebbene alcuni ebrei più assimilati trovino lo stile di vita chassidico anacronistico o imbarazzante. Molto meno visibile è la donna chassidica contemporanea, sebbene non meno devota. Sebbene la sua istruzione secolare sia limitata alla scuola superiore e forse a qualche formazione professionale, è spesso una capofamiglia di famiglia, che lavora fuori casa e questo è considerato perfettamente appropriato, se tale lavoro libera un marito studioso per lo studio o paga le tasse scolastiche della yeshiva dei bambini. I ruoli economici per le donne chassidiche includono fare la spesa, insegnare nelle scuole religiose femminili, lavorare come segretaria e computer e lavorare con uno scopo ebraico specifico: ad esempio, matchmaking e sim h di catering (matrimoni e altre celebrazioni).

Una società separata

Al di fuori delle proprie comunità, le donne chassidiche non sono identificabili come le loro controparti maschili. Il loro vestito è modesto, una caratteristica veramente distintiva è lo sheytl (parrucca) o il tikhel (sciarpa) indossato da tutte le donne sposate. In effetti, nelle parrucche acconciate alcune donne chassidiche sembrano molto più affascinanti delle loro controparti ebree assimilate. (Di conseguenza, mentre tutte le donne ultra-ortodosse si coprono i capelli, unica per chassidim è la pratica di alcune donne di indossare una piccola sciarpa sopra la parrucca, per evitare che la parrucca stessa diventi una possibile violazione del pudore.) Ma le leggi di tzniut (modestia) sono rigorosamente osservate, comprese le visite mensili al mikveh (il bagno rituale di immersione richiesto dopo le mestruazioni). Le usanze chassidiche di modestia proibiscono anche eventi sociali misti, nuoto misto nei ritiri per le vacanze estive, coeducazione o donne che si esibiscono di fronte a uomini. Una forte cultura femminile deriva da tale costante segregazione per genere e nel movimento Lubavitcher le donne hanno pubblicato spiegazioni articolate dei loro ruoli nella sfera separata delle donne.

La maggior parte delle comunità chassidiche sono infatti chiuse agli estranei, il che significa che anche altri ebrei non possono unirsi alla setta specifica se non sono nati nel suo lignaggio. Questo clan è stato un incubo di pubbliche relazioni per alcuni gruppi. A metà degli anni '90, diverse sfide giudiziarie in sospeso da parte delle comunità chassidiche Satmar di Monsey e Kiryas Joel nello stato di New York richiedevano una maggiore autonomia religiosa e la separazione dal controllo esterno. Una setta chassidica, tuttavia, il movimento Lubavitcher, noto anche come Chabad, ha acquisito enorme potere e visibilità reclutando deliberatamente ebrei assimilati e non osservanti nei suoi ranghi. Qui, le donne chassidiche sono state molto influenti come attiviste, oratori e scrittrici istruite e multilingue.

Opportunità all'interno del movimento Lubavitcher

Con sede a Crown Heights, supportata dal defunto Rebbe Menachem M. Schneerson (1902-1994), le donne Lubavitcher in America hanno goduto di fantastici guadagni in termini di opportunità educative e lavorative. In quanto attiviste, rappresentano il volto delle donne chassidiche per altri ebrei, intraprendendo campagne per rendere popolari le leggi che incombono alle donne ebree osservanti (come l'accensione delle candele del sabato e le leggi sulle mestruazioni). Dal momento in cui ha assunto la guida nel 1950, il Lubavitcher Rebbe ha portato un cambiamento radicale a un movimento che era sempre stato simboleggiato dagli attivisti maschi. In un periodo di otto anni, dal 1951 al 1959, il rebbe e i suoi assistenti approvarono la fondazione di un sistema scolastico femminile, un'organizzazione per tutte le donne Lubavitcher (Neshei Ubnos Chabad), due pubblicazioni comunitarie di e per le donne ( Di yiddishe heym e Neshei Chabad Newsletter ), e convegni annuali per le attiviste Lubavitcher provenienti da tutto il Nord America. Queste istituzioni sono cresciute fino a fornire una vasta gamma di ruoli per le donne affamate di sfide intellettuali e religiose. All'inizio degli anni '70, quando le critiche femministe al ruolo delle donne nell'ebraismo ultra-ortodosso misero il movimento Lubavitcher sulla difensiva, uno spettro di abili scrittrici era pronto a rispondere a tono. Una varietà di libri sul ruolo e sul sistema di credenze della donna chassidica sembrava confrontarsi con gli appelli femministi al cambiamento. Questi testi includevano The Modern Jewish Woman e AURA: A Reader on Jewish Womanhood, entrambi preparati dalla Lubavitch Womens Organization.

Come missionari di sensibilizzazione, o shluhos, le donne e gli uomini Lubavitcher viaggiano in luoghi remoti o in turbolenti campus universitari ovunque gli ebrei vivono fornendo, attraverso quella che è conosciuta come la Chabad House, un vivace forum per il dialogo e l'apprendimento ebraico. Questa interazione aggressiva ha attratto molti ebrei giovani e adulti a diventare seguaci di Lubavitcher. La affiatata comunità Lubavitcher esercita un notevole fascino per le donne sfollate nella società postmoderna e diversi libri negli anni '80 e '90 hanno esplorato questo appello. Lis Harris's Holy Days, Debra Kaufmans Rachels Daughters e Lynn Davidmans Tradition in a Rootless World sono esempi di ricercatrici femministe che hanno sviluppato un interesse crescente per Baalot Teshuvah (donne ebree che hanno abbracciato l'ultra-ortodossia). Poiché Harris, Kaufman e Davidman hanno lasciato che le donne chassidiche parlassero da sole, il pubblico dei lettori ha incontrato molti attivisti Lubavitcher dalla mentalità forte, il che ha contribuito a sfidare le idee sbagliate sulle pratiche chassidiche.

Nel 21° secolo

Per approfondire le preoccupazioni delle donne Lubavitcher, non c'è sostituto per la rivista trimestrale yiddish/inglese Di Yiddishe Heim, una pubblicazione Lubavitch che offre un misto di storia ebraica e interpretazioni legali, aneddoti umoristici sulla vita familiare chassidica e articoli sugli sviluppi del Lubavitcher sistema scolastico femminile (Bais Rivkah). Inoltre, la maggior parte delle città degli Stati Uniti ora dispone di una Chabad House dove gli ebrei interessati possono partecipare a discorsi introduttivi o seminari sul ruolo delle donne nell'ebraismo chassidico. Mentre altre sette chassidiche disprezzano i Lubavitch come opportunisti o troppo disposti a scendere a compromessi sulle questioni della modernità, il movimento Lubavitch ha consentito alle donne chassidiche di studiare, difendere e pubblicare, in breve, per ottenere una voce americana. Altre pubblicazioni che servono moderne donne ortodosse e ultra-ortodosse includono Mishpachas Family First, la rivista Chabad e Binah; la principale distinzione per soddisfare i severi standard chassidici è l'assenza di qualsiasi fotografia di una donna. Questo livello di tznius, o modestia, limita l'immaginario dei modelli di ruolo femminili; uno sforzo per creare una rivista di moda ortodossa ( Hadar) è durato solo due anni.

Al contrario, l'avvento della tecnologia Internet ha portato più del mondo contemporaneo nella casa chassidica; la maggior parte dei chassidim usa i telefoni cellulari e quindi le informazioni secolari sono letteralmente a portata di mano. L'intrusione del mondo moderno funge sia da tentazione di modernizzazione sia da un nuovo mezzo per trasmettere letteratura chassidica, podcast e aggiornamenti rabbinici ai costumi e agli standard chassidici, in modo che anche il cyberspazio possa essere utilizzato per difendere la secolarizzazione e il cambiamento. In The Instagram Influencers of Crown Heights (2019), l'autrice Esther Werdiger ha notato che per Lubavitchers, Rebbe Schneerson ha insegnato ai suoi seguaci che il movimento Chabad può crescere di numero se usano la tecnologia per raggiungere gli ebrei non ortodossi. I social media consentiti includono Jewish Women Empowered, Instagram e blog di cibo kosher; oggi, il liceo femminile Lubavitcher Beth Rivkah richiede ai suoi studenti socialmente collegati di lasciare i telefoni cellulari alla porta per la giornata scolastica, una pratica condivisa con molte scuole superiori pubbliche e secolari in tutto il paese.

Al di là del mondo del chassidismo, il cyberspazio è un'arma a doppio taglio, che abbatte l'isolamento tra le donne e rafforza le voci delle donne le cui comunità religiose richiedono loro di rimanere nella sfera privata della casa. Tuttavia, il cyberspazio è anche un sito per gruppi di potere neonazista e bianco che cercano di attirare altri verso credenze e violenze antisemite. Così i social media continuano a fare spazio ai seguaci chassidici, alle loro critiche femministe ebree e anche ai nemici della sopravvivenza ebraica. Per la comunità chassidica, un vantaggio chiave è il loro alto tasso di natalità e, nella comunità di Lubavitcher, una maggiore apertura all'istruzione femminile dove soddisfa i bisogni della comunità e gli ideali di Rebbes di sensibilizzazione.

Ristampato dall'Enciclopedia delle donne ebree Shalvi/Hyman con il permesso dell'autore e dall'archivio delle donne ebraiche.

chassidico

Pronunciato: khah-SID-ik, Origine: ebraico, un flusso all'interno del giudaismo ultra-ortodosso che è cresciuto da un movimento di revival mistico del 18° secolo.

Talmud

Pronunciato: TALL-mud, Origine: ebraico, l'insieme degli insegnamenti e dei commenti alla Torah che costituiscono la base della legge ebraica. Composto dalla Mishnah e dalla Gemara, contiene le opinioni di migliaia di rabbini di diversi periodi della storia ebraica.

yeshiva

Pronunciato: yuh-SHEE-vuh o yeh-shee-VAH, origine: ebraico, una scuola religiosa tradizionale, dove gli studenti studiano principalmente testi ebraici.

Cos'è una donna chassidica

Le donne chassidiche rappresentano un volto unico dell'ebraismo americano. In quanto ebrei chassidim-ultra-ortodossi appartenenti a comunità settarie, che adorano e lavorano come seguaci di rebbes specifici, sono distinti dagli ebrei americani tradizionali assimilati.

Perché le donne chassidiche si radono la testa

Mentre alcune donne scelgono semplicemente di coprirsi i capelli con un panno, uno sheitel o una parrucca, le più zelanti si radono la testa per assicurarsi che i loro capelli non vengano mai visti dagli altri.

Perché le donne chassidiche si vestono in quel modo

Nel mondo chassidico, il codice della moda tradizionale e le interpretazioni dell'antica legge ebraica impongono la modestia per una donna – un concetto noto come tzniut – quindi anche nei giorni frizzanti le donne nascondono il collo, le braccia e le gambe e le donne sposate indossano parrucche, foulard o turbanti per nascondere i loro capelli veri.