Seleziona una pagina

Ristampato con il permesso del Seminario Teologico Ebraico.

Dopo una profusione di regolamenti dietetici, il nostro parasha
ribadisce lo scopo fondamentale dell'ebraismo: "Poiché io, il Signore, sono tuo
Dio: vi santificate e siate santi, perché io sono santo» (Lv 11,44).
Un pervasivo senso di santità è la chiave per la salvezza di questo mondo. Vivere
richiede saggiamente autocontrollo. Non c'è creazione senza contrazione. Per
molla dobbiamo prima avvolgere. Il regime del giudaismo è quello di aiutarci a mantenere il grande
immagine in vista, fare sane distinzioni e prevenire l'intorpidimento del nostro
sensibilità spirituale. Le trasgressioni erodono la nostra vita interiore, mentre si fanno mitzvot
porta un'infusione di santità. Nelle parole dei rabbini: "Se ci imbarchiamo
santificando le nostre vite sulla terra, saremo santificato in abbondanza
sopra» (Talmud babilonese Yoma 39a).

Poiché questa visione della vita è un compito arduo per la maggior parte di noi,
che noi approssimiamo nel migliore dei casi solo in parte, la leadership religiosa nel giudaismo
porta un onere speciale. Le sue qualifiche sono definite piuttosto dall'ideale
rispetto al reale. Come ponte tra l'umano e il divino, i capi religiosi
servire come esempi simbolici (termine di Jack H. Blooms), l'incarnazione del migliore
a cui aspira l'ebraismo. Il libro dei Proverbi celebra il giusto come
"un fondamento eterno", illeso dal vortice che si rovescia
gli empi (10:25). Giocando sull'ebraico di quella frase ( yesod olam ),
il Talmud afferma che anche un solo retto può sostenere il mondo (babilonese
Talmud Yoma 38b). Cioè, la pietà mostrata in una vita ha il potere
toccare molti, anzi, migliorare la condizione umana.

Ciò che mi porta a riflettere sulla natura dei religiosi
la leadership è il frammento narrativo incastonato nel mezzo del nostro parasha.
Lì troviamo la consacrazione di Aaronne e dei suoi quattro figli come custodi di
il Tabernacolo si oscurò per la morte disastrosa di due di loro. Nadab e Abihu
da soli, non comandati da Dio, «offerti davanti al Signore non autorizzati
carboni" (Levitico 10:1 trans. Jacob Milgrom), un atto impulsivo che
portato alla morte istantanea. La vicinanza al santo non tollerava digressioni.
La sua qualità numinosa, se ignorata, può causare il caos. Con maggiore
la responsabilità derivava dalla necessità di un più alto grado di puntiglio.

Questo, almeno, è il modo in cui scelgo di capire le parole di Mosè
di conforto ad Aaronne nella scia delle devastazioni: "Questo è ciò che il Signore voleva dire
quando disse: Attraverso coloro che mi sono vicini santificherò me stesso e prima di tutto
il popolo glorificherò me stesso" (Milgroms trans.) I rabbini presero
Mosè si riferisce a Esodo 29:43, dove Dio sembrava alludere oscuramente
ad una santificazione del Tabernacolo mediante la morte dei più vicini a Dio (Babilonese
Talmud Zevahim 115b). Dio considerava Nadab e Abihu ancora più devoti
rispetto a Mosè e Aronne. La loro morte rese ancora più evidente la maestosità di Dio.
Per preservare la forza consolatoria delle parole di Mosè, i rabbini hanno allungato il
significato del testo biblico. La mia preferenza è leggere le parole di Mosè come a
rimproverare. Nadab e Abihu hanno fallito la prova della leadership religiosa. Quelli
servire Dio deve essere un esempio di pietà. Il loro comportamento è ciò che santifica gli dei
nome per un gregge ribelle, se ben intenzionato. Il silenzio di Aaron rivela il
amarezza del rimprovero.

Mosè e Aaron alla fine sarebbero stati giudicati allo stesso modo
standard esigente. Quando Mosè in uno stato di esasperazione non riuscì a seguire gli dei
comando di estrarre l'acqua dalla roccia parlando ad essa, Dio lo privò e
Aaron dalla fruizione del loro lavoro per tutta la vita. Qualcun altro prenderebbe il
Gli israeliti nel paese hanno promesso ai loro antenati.

Mentre la maggior parte di noi potrebbe essere prontamente perdonata per un'infrazione
eseguito con giustificabile pique, non così gli esempi simbolici della volontà di Dio. Né
è questo un caso isolato nelle pagine della Bibbia. In tutto, Dio richiede di
leader religiosi uno standard più elevato di rigore morale e fedeltà, spingendo il
I rabbini osservano che Dio permette ai giusti non più di un capello
di deviazione (Talmud babilonese Yevamot 121b). Nello stesso rigore
spirito, i rabbini insistevano sul fatto che quando i malvagi finalmente avrebbero ottenuto il loro giusto
deserti, il disastro consumerà prima il giusto che non ha avuto
invertì il diffuso declino morale (Talmud babilonese Bava Kama 60a).
Lavorare per il Signore ha il suo prezzo!

La leadership religiosa costituisce un'isola di calma in a
mare turbolento, un faro per chi si è smarrito. Per i rabbini niente di meno lo è
un atto sacrilego. La Torah comanda che ogni comunità abbia il suo
ufficiali giudiziari: "Nominerete magistrati e funzionari per il vostro
tribù, in tutti gli insediamenti che il Signore, tuo Dio, ti dà"
(Deuteronomio 16:18). Pochi versetti dopo siamo avvertiti: "Non tramonterai
su un posto sacro presso l'altare del Signore tuo Dio» (16,20).
due versi sembrano non correlati. Eppure dalla loro vicinanza i rabbini derivarono a
proposizione profonda: «Che chiunque imponga un giudice a una comunità che è indegna
è colpevole di erigere un manufatto di idolatria in mezzo a Israele" (Babilonese
Talmud Sinedrio 7b). È chiarezza e non confusione, costanza e non
arbitrarietà, rispetto di sé e non autoironia che dovrebbe derivare da
coloro che si sono assunti la responsabilità di elevare il popolo ebraico a
«un regno di sacerdoti e una nazione santa» (Es 19,6).

Talmud

Pronunciato: TALL-mud, Origine: ebraico, l'insieme degli insegnamenti e dei commenti alla Torah che costituiscono la base della legge ebraica. Composto dalla Mishnah e dalla Gemara, contiene le opinioni di migliaia di rabbini di diversi periodi della storia ebraica.

Torah

Pronunciato: TORE-uh, Origine: ebraico, i cinque libri di Mosè.

Cosa significa essere tenuti a uno standard più elevato

Quando tieni qualcuno a un livello elevato, significa che ti aspetti che si comporti in modo corretto e corretto. Naturalmente, a seconda del contesto, "correttamente e correttamente" può avere molti significati.

Cosa significa mantenere qualcosa secondo uno standard

4. (tenere qualcuno a qualcosa) per far sì che qualcuno continui a comportarsi secondo una credenza o uno standard particolare. Chiunque sia nominato a questa posizione dovrebbe essere tenuto ai più alti standard etici. Sinonimi e relative parole. Per assillare o costringere qualcuno a fare qualcosa.

Cosa significa tenere i tuoi eroi a uno standard più elevato

Tieni i tuoi eroi a uno standard più elevato.

Tienili responsabili delle cose che fanno e di come si comportano. Il tuo eroe è qualcuno che ti ispira e quindi dovrebbe comportarsi in questo modo. Li tieni a uno standard tremendamente alto perché è questo che li rende un eroe per te.