Seleziona una pagina

Che tu stia entrando per la prima volta in una gastronomia ebraica, facendo shopping in un supermercato kosher o andando a casa di amici per una cena tradizionale dello Shabbat, ecco alcune parole utili da sapere. Molti di loro sono anche nel dizionario pop-up My Jewish Learnings, quindi se li incontri in uno dei nostri articoli, otterrai automaticamente la definizione e sarai in grado di ascoltare la pronuncia.

Abbiamo ricette (di solito più di una) per tutti gli alimenti specifici elencati. Ci siamo persi qualcosa? Inviaci i tuoi suggerimenti via email a [email protected] .

Affamato di più? Visita The Nosher , il nostro vivace blog di cibo!

Parole su mangiare e pasti

Lox su un bagel.

Bentsching : (Yiddish) Recitare la grazia dopo i pasti, o Birkat Hamazon .

Bracha: (Ebraico) Una benedizione.

Btayavon : (ebraico) Letteralmente con appetito, usato per trasmettere buon appetito.

Fress : (Yiddish) Mangiare abbondantemente e senza ritegno. (Fa rima con vestito.)

Hamotzi : (Ebraico) Benedizione detta sul pane. Durante lo Shabbat, di solito si dice Hamotzi su challah.

Nosh : (Yiddish) Per fare uno spuntino. (Fa rima con elegante.)

Potchke : (Yiddish) Per agitare, o pasticciare, come stavo facendo potchke in cucina, quando ho inventato questa ricetta.

Schmear : (Yiddish) Una crema spalmabile generosa, solitamente usata per riferirsi a un'ampia porzione di crema di formaggio applicata a un bagel.

Zemirot: (ebraico) Canzoni cantate alla tavola dello Shabbat.

Parole relative alle leggi dietetiche ebraiche (Kashrut)

Labne

Cholov Yisroel : (ebraico, anche scritto Halav Yisrael) Latticini prodotti da agricoltori ebrei. Alcuni ebrei ultra-ortodossi mangeranno solo latticini kosher che sono anche cholov yisroel, mentre altri mangeranno qualsiasi latticini certificati kosher.

Fleishig: (Yiddish) Carnoso, aggettivo per identificare cibi contenenti carne o piatti/utensili usati per la carne. Le leggi dietetiche ebraiche proibiscono di combinare carne e latticini.

Glatt : (Yiddish) Un tipo di carne kosher, per cui i polmoni dell'animale erano lisci, senza aderenze che potrebbero potenzialmente vietare l'animale come unkosher, un problema applicabile solo agli animali, non a pollame o prodotti non a base di carne. (Fa rima con pentola.)

Hechsher: certificazione (ebraica) Kosher per alimenti e altri articoli, un'etichetta che identifica un prodotto come conforme alla legge ebraica.

Kasher: (ebraico) Per fare qualcosa di kosher, di solito riferendosi a piatti, pentole o una cucina.

Kosher: (ebraico) Aderendo al kashrut, le tradizionali leggi alimentari ebraiche.

Mashgiach: (ebraico) Un supervisore kashrut, qualcuno che garantisce che un prodotto o un ristorante possa essere certificato come kosher.

Milchig : (Yiddish) Dairy, come aggettivo per descrivere cibi contenenti latticini o piatti usati per cibi contenenti latticini. Le leggi dietetiche ebraiche proibiscono di combinare carne e latticini.

Pareve: (ebraico) Un aggettivo per descrivere un cibo che non è né carne né latticini e che può essere servito con entrambi.

Pessadik o Pesachdik: (Yiddish) Un aggettivo che significa kosher per Pasqua.

Treyf: (Yiddish) Non kosher.

Piatti/cibi ebraici classici

Focaccine al formaggio.

Babka: un pane denso che è roteato con cioccolato o cannella e spesso condito con pepite di streusel di zucchero e cannella.

Bagel: nella remota possibilità che tu abbia vissuto sotto una roccia negli ultimi 50 anni e non abbia mai visto un bagel, è un delizioso rotolo bollito e poi cotto con un buco, perfetto condito con crema di formaggio e lox. Prova queste 12 ricette per consumare i bagel stantii.

Bamia: piatto di gombo ebraico libico.

Bialy: un rotolo simile a un bagel, ma con una finitura opaca, senza buchi e quasi sempre farcito con cipolle cotte. Prova un bialy a basso contenuto di carboidrati qui.

Blintz: un sottile pancake simile a una crepe solitamente arrotolato attorno alla frutta o al formaggio dolce. Tradizionalmente servito a Shavuot. Guarda il nostro video che mostra come realizzarli. Oppure dai un'occhiata alla nostra lista di 16 ricette blintz.

Boureka : una gustosa pasta mediorientale delle dimensioni di una porzione avvolta in pasta fillo.

Borscht: zuppa dell'Europa orientale contenente barbabietole e altre verdure. Ci sono versioni calde e fredde.

Challah: un pane intrecciato tradizionalmente servito durante lo Shabbat. Trova decine di ricette di challah qui.

Cholent: uno stufato a cottura lenta, tradizionalmente servito per il pranzo dello Shabbat.

Chrain: una salsa piccante al rafano usata per guarnire il pesce gefilte.

Crema all'uovo: bevanda dolce a base di seltz, sciroppo di cioccolato e latte.

Falafel: frittelle di ceci servite in tutto il Medio Oriente e considerate il piatto nazionale di Israele. Impara 13 modi per mangiare i falafel.

Pesce Gefilte: pesce macinato mescolato con farina di matzah e altri ingredienti e arrotolato in palline o cilindri, che vengono poi lessati o lessati. Tradizionalmente servito durante la Pasqua e lo Shabbat.

Halvah: una caramella mediorientale a base di tahini (pasta di sesamo). Prova queste 10 ricette halvah da tutto il mondo.

Halvah al mercato di Mahane Yehuda a Gerusalemme.

Hamantaschen: biscotti a forma di triangolo tradizionalmente serviti su Purim.

Hummus: salsa mediorientale a base di purea di ceci, tahini, aglio e succo di limone. Questo video spiega come preparare un semplice hummus.

Pesce Gefilte : pesce macinato e disossato (solitamente coregone, carpa, luccio e/o triglia), mescolato con uova, farina di matzah e altri condimenti, che viene poi bollito o in camicia (ma può anche essere cotto al forno). Tradizionalmente servito a Pasqua.

Kasha: grano saraceno o semole, preparato in un pilaf e spesso servito con tagliatelle a farfalla. Prova la nostra versione alleggerita.

Kichels: pasticcini con papillon fritti e spesso cosparsi di zucchero.

Kishke: un piatto simile a una salsiccia, tradizionalmente confezionato all'interno dell'intestino di manzo.

Kneidlach : Yiddish per matzah ball, un gnocco a base di farina di matzah, uova e olio, solitamente servito in zuppa di pollo. Dai un'occhiata alle nostre numerose ricette per le palline di matzah e guarda il nostro video tutorial su come fare le palline di matzah.

Knish : una torta salata dell'Europa orientale delle dimensioni di una porzione spesso farcita con ripieno di patate.

Kreplach: un gnocco a forma di triangolo, solitamente ripieno di carne e servito in zuppa di pollo.

Kubbeh: una zuppa di gnocchi ebraici iracheni.

Kugel : una casseruola al forno dolce o salata di solito fatta con un tipo di amido (spesso pasta o patate), uova e un grasso.

Labne: un formaggio denso a base di yogurt, spesso servito a colazione in Israele. Prova questo gelato labne.

Latke: una frittella di patate, tradizionalmente servita su Hanukkah. Abbiamo MOLTE ricette di latke da provare.

Lox : Salmone affumicato, servito tradizionalmente su un bagel con crema di formaggio. Scopri i diversi tipi di lox qui.

Mandelbrot

Pane Mandelbrot o Mandel: biscotti tipo Biscotti.

Matzah: pane azzimo tradizionalmente consumato durante la Pasqua.

Matzah Ball : Vedi kneidlach (sopra)

Matzah Brei: un classico piatto della colazione pasquale a base di matzah e uova strapazzate, che può essere servito dolce o salato.

Rugelach : Biscotto solitamente fatto con un impasto di formaggio cremoso e ritorto con cannella o cioccolato. Il nostro video ti guida attraverso il processo di produzione del Rugelach.

Sabich: un panino ebraico iracheno contenente melanzane fritte, un uovo sodo, hummus e insalata israeliana.

Schav : Una zuppa fredda di acetosa.

Schmaltz: grasso fuso di pollo (o altro pollame). Scopri come prepararlo e cosa farne.

Shakshuka: piatto nordafricano a base di uova e pomodoro. Guarda il nostro video su come preparare lo shakshuka.

Shawarma (scritto anche shwarma): carne speziata grigliata su uno spiedo verticale, solitamente servita in una pita. Questo è popolare in tutto il Medio Oriente, spesso a base di agnello e servito con salsa allo yogurt; in Israele (e nei ristoranti kosher altrove), è spesso preparato con il tacchino e servito con salsa tahini.

Tzimmes: un piatto di carote dolce tradizionalmente servito su Rosh Hashanah, include spesso carne, patate dolci, cipolle e frutta secca.

piegarsi

Pronunciato: BEN-ching, Origine: Yiddish, recitando la grazia dopo i pasti, o Birkat Hamazon.

bracha

Pronunciato: bruh-KHAH, anche BRUH-khuh, Origine: ebraico, una benedizione.

btayavon

Pronunciato: buh-TAY ah-VONE, Origine: ebraico, letteralmente in appetito, usato per trasmettere buon appetito.

hamotzi

Pronunciato: ha-MOE-tzee, Origine: ebraico, benedizione detta sul pane. Durante lo Shabbat Hamotzi viene solitamente detto su challah.

zemirot

Pronunciato: zmee-ROTE, Origine: ebraico, canti cantati alla tavola dello Shabbat.

fleishig

Pronunciato: FLAY-shug, Origine: Yiddish, carnoso, aggettivo per identificare cibi contenenti carne o piatti che vengono utilizzati per la carne. (Le leggi alimentari ebraiche proibiscono di combinare carne e latticini.)

hechsher

Pronunciato: HEK-sher, Origine: Ebraico, certificazione kosher per alimenti e altri articoli, identifica il prodotto come conforme alla legge ebraica.

kasher

Pronunciato: KAH-sher, Origine: ebraico, per fare kosher, di solito riferito a piatti, pentole o una cucina.

kosher

Pronunciato: KOH-sher, Origine: ebraico, aderente al kashrut, le leggi alimentari ebraiche tradizionali.

treyf

Pronunciato: TRAYF, Origine: Yiddish, non kosher

parev

Pronunciato: PAHRV o pah-REV, Origine: ebraico, aggettivo per descrivere un alimento o un piatto che non è né carne né latticini. (Le leggi kosher proibiscono di servire insieme carne e latticini.)

mungere

Pronunciato: MILL-khig, Origine: Yiddish, latticini, come aggettivo per descrivere cibi contenenti latticini o piatti usati per cibi contenenti latticini. (Le leggi kosher proibiscono di servire insieme carne e latticini.)

mashgiach

Pronunciato: mahshGHEEahkh, Origine: ebraico, un supervisore kashrut, qualcuno che garantisce che un prodotto o un ristorante possa essere certificato come kosher.

Shabbat

Pronunciato: shuh-BAHT o shah-BAHT, Origine: ebraico, il Sabbath, dal tramonto del venerdì al tramonto del sabato.