Seleziona una pagina

Questo commento è fornito da un accordo speciale con Canfei Nesharim. Per saperne di più, visitare www.canfeinesharim.org.

Porgi orecchio, o Cieli, e io parlerò,

e possa la terra ascoltare le parole della mia bocca (Dt 32,1).

I Cieli non sanno ascoltare e la Terra non può ascoltare ciò che il Creatore ha detto. Quindi, come possiamo comprendere la chiamata di Mosè al cosmo, Porgi orecchio, o Cieli, e io parlerò, e può la Terra ascoltare le parole della mia bocca all'inizio della porzione della Torah Ha azinu?

Alcuni commentari interpretano la chiamata al Cielo e alla Terra come una chiamata a diventare strumenti del Creatore per la realizzazione delle Sue intenzioni (es. Rashi). Altri commentatori spiegano che il Cielo e la Terra testimoniano semplicemente in virtù della loro esistenza eterna. Non hanno bisogno di fare alcuno sforzo attivo per ascoltare, poiché la loro esistenza reale è in realtà il loro mezzo di ascolto (ad esempio, Nahmanide).

La profonda e sempre crescente consapevolezza delle questioni ambientali e della tremenda responsabilità che portiamo nei confronti della Terra e della sua atmosfera ci offre un'occasione speciale per contemplare la testimonianza data dal Cielo e dalla Terra.

Il consumismo impazzito

Cielo e Terra testimoniano, infatti, il carattere nel senso generale della società che stiamo costruendo, poiché costituiscono la struttura fondamentale dell'universo. La Terra testimonia come viviamo la nostra vita. Un atteggiamento appropriato verso la Terra inizia con un grande senso di umiltà di fronte alla realtà.

Mentre ci è stato comandato di essere fecondi e moltiplicarci, di riempire la terra e di sottometterla (Genesi 1:28), questa conquista non significa risucchiare la terra ed esaurire i tesori della natura. Si riferisce piuttosto a un controllo e una padronanza del mondo che è guidato dalla conoscenza della nostra responsabilità di usarlo per realizzare il pieno potenziale di tutto e tutti che esistono nel nostro mondo.

L'incapacità di proteggere l'ambiente è una testimonianza molto potente di una serie di questioni estremamente basilari. In primo luogo, espone una società guidata dal consumismo e dall'avidità, una società che non conosce appagamento e non sa trattenersi dall'esaurire i piaceri di questo mondo. Questo può essere visto come la radice del versetto che si trova più avanti nella nostra parashah, Jeshurun ​​ingrassò e prese a calci (Deut. 32:15).

L'obesità di cui si parla qui è il risultato di un consumo sfrenato e di un intenso rimpinzarsi di tutto ciò che il mondo ci mette a disposizione. Non solo questo, ma la Terra maltrattata testimonia anche il fatto che il nostro massiccio consumo è stato fatto senza alcun meccanismo messo in atto per la sua protezione.

Ciò che questo indica è una società che non ha affatto paura del declino e non è abbastanza aperta da consentire critiche costruttive. La distruzione dell'ambiente è quindi una testimonianza del livello spirituale della società.

Preoccupazioni etiche e spirituali

In secondo luogo, una società che distrugge l'ambiente è una società priva di sensibilità verso le generazioni future. Di per sé, sposa la filosofia mangia e bevi, perché domani moriremo, abbandonando i suoi figli a un futuro sconosciuto.

Va sottolineato, tuttavia: non è inerente che una società che si sforza di proteggere il proprio ambiente estenderà questi sforzi anche alla sua visione spirituale. Al contrario, è possibile immaginare una situazione in cui una società diventa dipendente su larga scala dalla protezione delle sue risorse e dell'ambiente, in particolare per paura e fuga da visioni spirituali e una connessione con il Divino . La protezione dell'ambiente può trasformarsi in una moderna forma di idolatria, proprio per la sua attenzione al mondo reale e tangibile, e il suo distacco da una vita di fede santa e pura.

Ciò detto, è tuttavia vero che l'atteggiamento spirituale e morale che si considera responsabile dell'immagine del mondo e della protezione della Terra è un fondamento appropriato per la costruzione di un mondo veramente spirituale. È anche vero il contrario: possiamo trovare una società morale e giusta che non vede la necessità di proteggere la qualità della sua vita ambientale. Di solito, tuttavia, c'è una connessione tra il carattere della società e il suo atteggiamento nei confronti di ciò che lo circonda.

Testimonianza dei cieli

Ci siamo occupati finora della Terra, ma questi sentimenti sono veri anche riguardo ai Cieli. Quando si tenta di discernere il carattere di una società guardando al suo cielo, diverse questioni sono rilevanti. Di questi ne menzioneremo tre.

Primo fra tutti: il buco sempre più ampio nello strato di ozono, che testimonia più di ogni altra cosa il carattere della società occidentale. I metodi di produzione e il consumismo sfrenato stanno oggi contagiando il gigante che si sta risvegliando, la Cina, così come la sua vicina, l'India, e il mondo in cui viviamo sta entrando in una folle corsa materialista. La distruzione dell'atmosfera è una testimonianza molto reale di ciò che sta accadendo attualmente, nonché del carattere della società in cui viviamo e attraverso la quale ci sviluppiamo.

Il secondo problema riguarda le precipitazioni, che sono fortemente influenzate dalle azioni umane sulla Terra, come la deforestazione e il riscaldamento globale. Anche la siccità ha una nuova sfaccettatura. Ora è anche una conseguenza dell'azione umana e può essere evitata in parte adottando una migliore relazione con l'universo. La connessione tra lo stile di vita etico dell'uomo e le precipitazioni è davvero un argomento affascinante; non come un miracolo soprannaturale, ma come il collegamento diretto e diretto tra consumo eccessivo e scarsità di precipitazioni.

In terzo luogo, in un luogo più lontano da noi, ma ancora che comincia ad avere un significato rispetto al nostro destino, vengono gettati i semi di un'altra catastrofe: il caos in atto oggi nello spazio. Gli esperti affermano che lo spazio si sta riempiendo di sporcizia: parti di satelliti, rifiuti, ecc. Questa roba, nota come detriti orbitali o spazzatura spaziale, sta diventando parte integrante dello spazio, con i Cieli che testimoniano ancora una volta il carattere difettoso dell'attività dell'umanità nel nostro mondo.

Raggiungere l'armonia

La nostra consapevolezza dell'ambiente ci rivela, quindi, un ulteriore livello di significato alla testimonianza del Cielo e della Terra. È una testimonianza diretta non miracolosa, ma la cui fonte risiede nella struttura del mondo naturale che giace davanti a noi. Il mondo stesso testimonia il carattere della società che lo abita.

Una risposta spirituale deve quindi essere diretta non solo ai Cieli in alto, ma anche alla Terra in basso, e deve esprimersi non solo nel mantenere le mitzvot e nel rimanere fedeli all'alleanza divina, ma anche nel rimanere fedeli al mondo progettato dal Creatore.

Così facendo, raggiungeremo un duplice obiettivo. Proteggeremo il mondo progettato dal Creatore e adempiremo il Suo comandamento dall'inizio della creazione di assumerci la responsabilità del carattere del mondo e di garantire che possa realizzare il proprio scopo.

Il secondo obiettivo è l'armonia che si creerà tra il nostro mondo spirituale e il mondo reale in cui viviamo. Questa armonia è ciò che ci permetterà di costruire un mondo la cui struttura esterna e contenuto interno esprimono entrambi esattamente la stessa idea. È allora che il Cielo e la Terra daranno testimonianza del profondo processo di teshuvah e tikkun pentimento e riparazione in cui siamo impegnati, mentre serviamo da barometro che riflette il nostro carattere spirituale e morale.

Torah

Pronunciato: TORE-uh, Origine: ebraico, i cinque libri di Mosè.

Chi sono i testimoni in cielo

I primi scrittori cristiani come Tertulliano, Ireneo e Ippolito di Roma hanno concluso che i due testimoni sarebbero stati Enoc ed Elia, i due profeti che non sono morti perché Dio li ha "presi" secondo altri passaggi biblici.

Cosa significa rendere testimonianza in cielo

Questo mostra che lo scopo della missione di Gesù è testimoniare se stesso come la Luce che viene nel mondo dal cielo affinché coloro che lo seguono nella fede possano partecipare alla sua vita. Gesù è la "luce del mondo", nel senso che è lo splendore della gloria di Dio nel mondo.

Cosa significa essere testimoni di Dio

Essere "stare come testimone di Dio in ogni momento" significa essere un esempio cristiano per gli altri in ogni situazione. Usi un linguaggio pulito, mostri gentilezza e osservi la santità del giorno del Signore anche se ciò significa che devi sacrificare qualcosa o essere diverso dalle persone intorno a te.

Cosa dice Dio dei testimoni

Proverbi 14:25

25 Un testimone veritiero salva vite, ma chi espira menzogne ​​è ingannevole.