Seleziona una pagina

Ebreo&

Jewish& è un blog di Bechol Lashon, che dà voce alla diversità razziale, etnica e culturale dell'identità e dell'esperienza ebraica. Il popolo multiculturale originario, gli ebrei hanno vissuto in tutto il mondo per millenni. Oggi, con il globalismo e l'inclusione così fondamentali nel fare scelte su come impegnarsi nella vita ebraica, Jewish& fornisce un forum per la riflessione personale, la discussione e il dibattito.

C'è un mito secondo cui la musica ebraica è sempre in tonalità minore e spesso riecheggia temi di brani come Hava Nagila e Kol Nidrei. Quindi la scorsa primavera, quando ho incontrato Judi Lamble, la coordinatrice e Michael Olsen, il direttore del Twin Cities Jewish Choral, sapevamo che un concerto di musica ebraica globale era il modo migliore per sfatare il mito!

Poiché gli ebrei si sono stabiliti in paesi di tutto il mondo nel corso della storia e hanno adottato i suoni, i gusti e le usanze dei paesi ospitanti, la nostra musica ha spesso adottato gli stili dei paesi in cui abbiamo vissuto. Quindi non è insolito avere un ebreo canzone popolare che suona come una danza jugoslava, un Lcha Dodi che oscilla su un ritmo africano, o una canzone d'amore scritta in ladino, che è nata dallo spagnolo medievale.

Quando frequentavo il mio primo anno di scuola cantonale a Gerusalemme, Eli Schleiffer, il direttore del programma cantoriale, ci portava ogni poche settimane ai servizi serali dello Shabbat in diverse sinagoghe. In seguito, ci saremmo riuniti a casa di qualcuno per la cena dello Shabbat, e il Cantor Schleiffer avrebbe guidato Kiddush nello stile musicale della sinagoga appena visitata! Sono rimasto sbalordito dal fatto che lo stesso testo potesse essere cantato su così tante melodie diverse, e così è nata la mia passione per la musica ebraica di tutto il mondo. Ho adorato il fatto che avessimo questo tesoro di musica selvaggiamente varia che potremmo chiamare nostra.

Questo intrigo mi ha portato a scrivere la mia tesi cantoriale senior, accompagnata da un recital sullo stesso tema, sulla musica nuziale sefardita. Sotto questo unico ombrello, ho potuto scrivere e cantare musica dalla Grecia, dal Marocco, dalla Spagna e dalla Jugoslavia. Ho anche potuto studiare direttamente con Flory Jagoda, una leggenda vivente ebrea bosniaca, che ha perpetuato una tradizione secolare scrivendo nuova musica sefardita tra cui Ocho Kandelikas, una famosa canzone di Hanukkah.

Così, quando ho avuto l'opportunità di programmare un concerto con un altro coro, ho accennato alla possibilità di presentare musica ebraica da tutto il mondo. L'idea è stata accolta con grande entusiasmo. I nostri cori di bambini e adolescenti sono impegnati a provare una canzone yiddish, un Hinei Mah Tov intonato sufi, una canzone per bambini ladina e un salmo di Calcutta. Sono orgoglioso di trasmettere la catena della tradizione ebraica che ha così tanti anelli interessanti, e i bambini lo adorano. Il nostro coro di adulti, insieme al Twin Cities Jewish Chorale, sta imparando un arrangiamento corale di Ocho Kandelikas, un Hinei Mah Tov dell'Uganda e, naturalmente, della musica israeliana.

Non vedo l'ora di presentare questo concerto nel nostro santuario, progettato dall'architetto ebreo tedesco Erich Mendelsohn per una sinagoga americana di riforma classica che ora presenta musica ebraica da tutto il mondo e nel corso della storia. So che ci sarà molto interesse, molte sorprese e, si spera, molte domande.

Ti piace questo post? Partecipa alla conversazione attraverso la newsletter settimanale dei blog di This Webs .

Hanukka

Pronunciato: KHAH-nuh-kah, anche ha-new-KAH, una festa di otto giorni che commemora la vittoria dei Maccabei sui Greci e la successiva ridedicazione del tempio. Cade nel mese ebraico di Kislev, che di solito corrisponde a dicembre.

sefardita

Pronunciato: seh-FAR-dik, Origine: ebraico, che descrive gli ebrei discendenti dagli ebrei di Spagna.

Shabbat

Pronunciato: shuh-BAHT o shah-BAHT, Origine: ebraico, il Sabbath, dal tramonto del venerdì al tramonto del sabato.

Quale scala viene utilizzata nella musica ebraica

Utilizzare nella musica ebraica e romana

Nella musica ebraica e romana la scala dorica alterata può essere chiamata scala Misheberak. Può anche essere chiamato Av horachamin (Padre compassionevole), Mi Shebeyrekh e Misheberach. Questa scala è stata ampiamente utilizzata da Erik Satie, particolarmente evidente nella sua Gnossienne n. 3.

Le chiavi minori sono predominanti nella musica israeliana

Uso di chiavi minori. I canti canonici sono quasi universalmente in minore. I brani basati sulle tradizioni russe o klezmer usano normalmente il minore armonico (cioè con una settima elevata), mentre i brani in stile neoebraico usano il minore naturale, spesso con una seconda diminuita che porta alla tonica.

Perché la musica ebraica suona mediorientale

La musica è fondamentale per la cultura e la vita ebraica. È menzionato negli scritti sacri ebraici ed è usato sia in contesti religiosi che secolari. La musica ebraica ha un suono distinto "mediorientale", con l'uso di modi, quarti di tono, ornamenti e tempi crescenti/rapidi.

Quali sono le caratteristiche della musica ebraica

Gli elementi della musica nella musica tradizionale ebraica e israeliana

  • le frasi sono generalmente bilanciate e lunghe due battute.
  • la maggior parte delle frasi segue una forma melodica congiunta.
  • ornamenti e decorazioni vengono aggiunti alla melodia quando viene ripetuta.