Seleziona una pagina

Niente è più emblematico del matrimonio ebraico della hora. Lo ami o lo odi, la hora è entrata a far parte dei ranghi degli anelli, delle sette benedizioni e dei vetri rotti come componente essenziale della cerimonia nuziale, senza la quale la sua ebraicità sembra incompleta.

Stai organizzando un matrimonio ebraico? Aiutiamoci! Iscriviti a Breaking the Glass, una serie di email che ti aiuterà a guidarti verso il matrimonio che fa per te!

Come musicista klezmer semi-professionista, ho visto la mia parte di horas nuziali. Sebbene il mondo klezmer tenti di ancorarsi saldamente alla tradizione, non sono un purista storico, sono felice di lasciare che il rituale hora cresca e si evolva per trovare il suo posto nel mondo ebraico moderno.

Eppure affermo che non tutte le horas sono uguali! La hora può essere un veicolo attraverso il quale gli ospiti possono esprimere fisicamente l'intensità della loro gioia per l'unione degli sposi (o degli sposi, o degli sposi).

Alcune delle tecniche di base per raggiungere l'eccellenza hora sono abbastanza intuitive.

  • Prima di tutto, assicurati che qualcuno sappia che è il loro lavoro far accadere l'hora. Puoi nominare poche persone o solo una persona molto energica.
  • Assicurati che sappiano dove possono trovare diverse sedie robuste con braccioli che nessuno vuole essere sollevato su una sedia pieghevole.
  • Assicurati che abbiano la musica di cui hanno bisogno, che può essere una band dal vivo (che è fiduciosa nella loro capacità di suonare per balli ebraici) o musica registrata (mixata per suonare senza finali di canzoni).
  • Iniziare con Hava Nagila è un ottimo modo per rimettere in sesto le persone; passare da Hava Nagila ad altri brani di danza klezmer o israeliani impedirà agli ospiti (e ai musicisti!) di annoiarsi.
  • Sii realistico sui tempi e sui livelli di energia se vuoi andare avanti per più di 15 minuti, vorrai che la musica rallenti a un certo punto nel mezzo e potresti voler incoraggiare i tuoi amici a pianificare un po' di shtick per riempire quel tempo.

Ma anche i migliori piani di hora spesso generano horas poco brillanti. L'ingrediente mancante è una pepita di saggezza ebraica fondata su una lunga e ricca storia di danza comunitaria dell'Europa orientale che l'America ebraica moderna sembra aver in gran parte dimenticato. Quindi ora devo montare la mia soapbox per correggere l'idea sbagliata che ha impedito a innumerevoli horas di realizzare il loro potenziale:

Una buona hora deve essere una LINEA, non un CERCHIO!

La figura A illustra la classica hora circolare. Man mano che più ospiti si uniscono al cerchio, i vincoli di spazio li costringono a fare i bagagli, limitando le dimensioni dei loro gradini e rallentando così la circolazione, a volte fino all'arresto totale. In una certa misura, questa congestione può essere alleviata formando un cerchio interno. Tuttavia, la soluzione più elegante è illustrata in Figura B: la linea a spirale.

Nella configurazione della linea a spirale, un unico leader di linea (rosso) trascina una lunga fila di ballerini dalla sua mano destra e circonda il centro spostandosi verso sinistra, formando naturalmente tutti gli strati di ballerini necessari per accogliere tutti coloro che vogliono partecipare. I nuovi ballerini possono inserirsi in qualsiasi posizione della linea tranne la parte anteriore, ma il punto di inserimento ideale è la fine della linea, dove possono essere aggiunti nuovi ballerini senza rallentare nessun altro. Il ritmo di circolazione è stabilito dal leader, e poiché il distanziamento tra i ballerini rimane sufficiente per consentire grandi passi, questo ritmo può essere davvero molto veloce.

Oltre a stabilire il ritmo, il leader di linea può prendere decisioni che creano un'esperienza di ballo più interessante per tutti. Un'opzione popolare è quella di raddoppiare la fila (figura C, anche nella foto in alto) in modo tale che tutti i ballerini si incontrino faccia a faccia e abbiano l'opportunità di sorridere ad amici e familiari e conoscere la bellissima comunità che ha riunirsi intorno alla coppia. Altre opzioni includono escursioni fuori dalla pista da ballo e tra i tavoli da pranzo, la mossa in mezzo e indietro e (per il leader più avanzato) un gioco di gambe più elaborato. Questi abbellimenti sono difficili da realizzare con la mente alveare, ma possono essere implementati in modo rapido e fluido da un ballerino principale se il resto sta prestando attenzione. Una volta che gli ospiti hanno compreso le regole, si apre una gamma completamente nuova di possibilità: la linea può essere suddivisa in più linee con più leader e riattaccata ai capricci dei leader.

Ho già sottolineato l'importanza di nominare in anticipo i leader della danza. Assicurati che queste persone comprendano il principio della linea hora. All'estremità principale di una linea, i tuoi leader hanno l'influenza e la flessibilità di cui hanno bisogno per iniziare la danza, modellare una buona tecnica e impostare la velocità, la traiettoria, l'arco drammatico e, in definitiva, l'umore. Al mio matrimonio (un matrimonio senza una particolare concentrazione di appassionati di danze nuziali), mi sono assunto questo ruolo e i nostri ospiti ne parlano ancora quattro anni dopo.

Vai avanti, diffondi il vangelo della linea a spirale hora e dai vita a questa amata tradizione ebraica.

Come si fa un'ora

Da dove viene la parola horah

[Ebraico moderno hōrâ, dal rumeno horă, in definitiva (forse attraverso il bulgaro khoro o turco hora) dal greco moderno khorós, danza rotonda (forse specificamente dalla sua forma accusativa khoró), dal greco khoros; vedere gher- nelle radici indoeuropee.]

Quanto dura la danza dell'hora

Indipendentemente da quando scegli di iniziare il ballo, vorrai assicurarti che duri per la giusta quantità di tempo. La Hora media dura circa dieci minuti. Inizia con gli ospiti in piedi mano nella mano. Fanno un passo avanti e indietro mentre si muovono con un movimento circolare al suono della musica popolare israeliana.

Perché gli ebrei ballano così tanto

Danza chassidica

Nell'ebraismo chassidico, la danza è uno strumento per esprimere la gioia e si crede che purifichi l'anima, promuova l'euforia spirituale e unifichi la comunità. Pensava anche per stimolare la gioia e quindi per avere un effetto terapeutico.