Seleziona una pagina

La seguente liturgia, che invita gli ebrei delle comunità di tutto il mondo alla sukkah, è una svolta contemporanea alla tradizionale cerimonia ushpizin, in cui le figure bibliche sono simbolicamente invitate alla sukkah.

Ogni sera:

Entrate, santi ospiti, e partecipate a questa festa. Entrate, messaggeri della vita ebraica vicini e lontani. Prendi il tuo posto tra tutti quelli in diaspora riuniti nella mia Sukkah. Possa noi essere presto radunati dai quattro angoli della terra e camminare orgogliosi e retti verso la nostra patria.

Prima serata:

Questa sera invitiamo alla nostra Sukkah gli ebrei dell'Europa orientale, resti di una comunità un tempo numerosa, decimata da guerre e persecuzioni. Le loro accademie di cultura e cultura fiorente potrebbero non brillare più con l'antica gloria, ma lo spirito dei secoli passati sopravvive nel cuore di ogni ebreo.

Seconda serata:

Questa sera invitiamo alla nostra Sukkah gli ebrei delle terre arabe, che vissero per secoli in relativa pace tra i loro vicini. Riuniti in Israele a migliaia nel nostro secolo, la loro cultura sopravvive nella loro nuova casa. Alcune piccole comunità rimangono nel paese ospitante, molte in pericolo dall'oppressione del governo o dal pregiudizio locale. Ci auguriamo
la loro redenzione.

Terza serata:

Questa sera invitiamo alla nostra Sukkah gli ebrei delle terre mediterranee. I loro
La cultura sefardita ha arricchito la nostra tradizione con erudizione, poesia e musica, nonché eroi colorati e valore di fronte alle avversità.

Quarta serata:

Questa sera invitiamo alla nostra Sukkah gli ebrei di Persia, una comunità che ripercorre la sua storia direttamente nel Libro di Ester. Come studiosi e mercanti, cittadini e capi comunali, hanno svolto un ruolo importante nella vita persiana e iraniana fino ai giorni scorsi. Ora la comunità è dispersa e preghiamo per la sicurezza di coloro che rimangono.

Quinta serata:

Questa sera invitiamo alla nostra Sukkah gli ebrei dell'Etiopia, una comunità per noi perduta da migliaia di anni. La loro storia orale risale al tempo di re Salomone e la loro costante dedizione alla Torah nel corso degli anni è un miracolo superato solo dalla loro riunificazione con il nostro popolo nella nostra patria.

Sesta sera:

Stasera diamo il benvenuto nella nostra Sukkah agli ebrei dell'America Latina. Comunità fiorenti in queste terre educano i loro figli e promuovono gli impegni con Israele con intensità e devozione, e svolgono ruoli importanti nella vita dei paesi che li ospitano.

Settima sera:

Stasera diamo il benvenuto nella nostra Sukkah agli ebrei d'Israele. Dall'Europa, dall'Asia, dall'Australia, dal Nord America e dal Sud America si sono uniti per rivendicare e rinnovare la nostra terra promessa.

Ogni serata conclude:

Entrate, sorelle e fratelli, vicini e lontani. Rifugiati nella nostra sukkah di pace. Possa noi essere il privilegio di celebrare insieme le feste future in un mondo di pace al riparo della presenza di Dio.

sukkah

Pronunciato: SOO-kah (oo come nel libro) o sue-KAH, Origine: ebraico, la capanna temporanea costruita durante la festa del raccolto di Sukkot.

Torah

Pronunciato: TORE-uh, Origine: ebraico, i cinque libri di Mosè.