Seleziona una pagina

Vai matto per i Big Mac, fantastica su Filet-o-Fish e ti meravigli di Egg McMuffins? La vista di quegli iconici archi dorati suscita automaticamente gioia?

In altre parole, ami McDonalds?

Se è così, non devi solo ringraziare Richard e Maurice McDonald (e Ray Kroc) per aver lanciato questa catena globale di ristoranti. Numerose personalità hanno spianato la strada a McDonalds per diventare il franchise di fast food di maggior successo del pianeta e molti di loro erano ebrei.

L'intervento ebraico di McDonalds inizia con Harry J. Sonneborn. Figlio adottivo di immigrati ebrei tedeschi e cresciuto a New York City, Sonneborn è stato impiegato negli anni '50 come vicepresidente delle finanze presso l'allora fiorente azienda di gelati soft-service Tastee-Freez quando Ray Kroc (alias il fondatore) ha aperto il primo Franchising McDonalds in collaborazione con i fratelli McDonalds. Dopo aver sentito che Kroc aveva l'ambizione di far crescere la catena di ristoranti ma stava lottando per stabilire ulteriori franchising, Sonneborn lo ha contattato per consigliargli di acquistare terreni per le posizioni dei ristoranti, quindi affittare quel terreno agli affiliati sotto una speciale organizzazione indipendente chiamata McDonalds Franchise Realty Group . L'adozione di questa strategia ha portato a una crescita importante e alla fine ha consentito a Kroc di rilevare i fratelli McDonald. Ha anche ispirato la famigerata citazione di Sonneborns:

Non siamo tecnicamente nel settore alimentare. Siamo nel settore immobiliare. L'unico motivo per cui vendiamo hamburger da quindici centesimi è perché sono il maggior produttore di entrate, da cui i nostri inquilini possono pagarci l'affitto.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da McDonald's Bootle (@mcdonaldsbootle)

Nel 1959, Sonneborn divenne il primo presidente e amministratore delegato di McDonald's, posizione che mantenne fino al 1967, momento in cui si dimise dopo un disaccordo commerciale con Kroc in merito al piano di crescita dell'azienda. Ad oggi, McDonalds continua a operare secondo il modello Sonneborn, che da allora è stato copiato da altri franchising di ristoranti.

Credito fotografico: Brandon Bell/Getty Images

Uno dei primi, e in definitiva di maggior successo, franchisee sotto il modello Sonneborn fu la coppia ebrea Leonard e Myra Rosenblatt. La leggenda narra che Kroc sia rimasto particolarmente colpito dal senso degli affari di Myras quando l'ha vista distribuire lecca lecca ai bambini dei clienti come un modo per incentivare indirettamente le visite ripetute. Questo momento è notoriamente ricreato nel film del 2016 The Founder. (Nota, tuttavia, la rappresentazione cinematografica dei Rosenblatt non è del tutto accurata. Rosenblatt non era un venditore ambulante di Bibbia quando si è rivolto a Ray Kroc per diventare un franchisee; quel dettaglio errato è stato preso in prestito dai registi dalla storia di un altro franchisee di successo, Betty Agate .)

Nel 1967, la ricerca di McDonald's per espandere ulteriormente la sua base di clienti bambini li portò a mantenere i servizi di Bernstein-Rein, una società di marketing di proprietà di un uomo ebreo, Robert Bernstein e del suo socio in affari, Skip Rein. Il primo ha guidato McDonalds nello sviluppo dell'Happy Meal, in particolare nella progettazione di opere d'arte adatte ai bambini sulla scatola, la prima scatola è stata progettata da Simms Taback, un famoso illustratore ebreo e alla fine l'inclusione di un giocattolo. Il giocattolo si è rivelato particolarmente avvincente, perché non solo ha attratto più bambini e ha stabilito McDonalds come ristorante di famiglia, ma ha anche lanciato un culto di collezionisti adulti che chiedevano a gran voce i giocattoli, aumentando così i profitti complessivi.

Credito fotografico: David Silverman/Getty Images

Nonostante i numerosi contributi ebraici al successo di McDonald's, molti ebrei, in particolare quelli che seguono le leggi dietetiche kosher, ironicamente non possono banchettare sotto gli archi d'oro almeno negli Stati Uniti. La produzione in serie di piatti McDonald's in America impedisce all'azienda di aderire alla necessaria supervisione rabbinica della preparazione del cibo, ovvero la macellazione e la cottura della carne bovina. Ciò ha portato a un movimento tra i partecipanti al diritto di nascita che mantengono kosher per visitare i McDonalds israeliani, i cui franchising utilizzano carne di manzo kosher e sono spesso certificati da ispettori rabbinici.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Tjeerd Wiersma (@tjeerdwiersma)

Ci sono un certo numero di voci di menu McDonald's offerte solo in Israele, tra cui insalata israeliana, un hamburger vegano e kebab serviti in un involucro simile a una laffa. Inoltre, gli avventori possono concedersi uno dei sei hamburger Big America, i cui vari condimenti sono pensati per riflettere i loro omonimi locali: New York, Las Vegas, Miami, Texas, Chicago e Broadway. Non tutte le innovazioni sono state accolte con lo stesso entusiasmo, perché nel caso del mini pita falafel recentemente reintrodotto (falafel presentato per la prima volta nel 2011), un recensore è stato abbastanza chiaro: Im Not Lovin It. Nonostante l'occasionale spuntino, queste alterazioni del menu hanno fatto sì che molti più ebrei potessero finalmente godersi i frutti del fast food del lavoro dei loro antenati e, secondo un rappresentante israeliano di McDonalds, assaporare il sogno americano in Israele fintanto che, ovviamente, evitano il cheddar su quell'hamburger.

Chi è Leonard Rosenblatt McDonalds

Leonard Rosenblatt, ex presidente e amministratore delegato di Ausimont Industries, una multinazionale chimica con sede a Waltham, Massachusetts, è morto ieri al Dana Farber Institute di Boston. Aveva 60 anni e viveva a Boston. Il signor Rosenblatt è morto di cancro, ha detto un portavoce della famiglia.

Ray Kroc ha fregato i fratelli McDonalds

I fratelli hanno ottenuto una percentuale dei profitti. L'accordo originale era l'1,9% dei profitti di un franchisee. È andato alla McDonald's Corporation e lo 0,5 percento è andato a Dick e Mac McDonald. La falsità nel film è che Ray ha fregato i fratelli da quel mezzo percento.

Chi è il vero fondatore di McDonalds

Richard McDonald (febbraio 1909 – ) e Maurice McDonald (1902 – Dece), noti insieme come McDonald Brothers, furono imprenditori americani che fondarono l'azienda di fast food McDonald's.

A quanto hanno venduto i fratelli McDonalds

I fratelli alla fine hanno perso milioni

Nel 1960, Kroc aveva concesso in franchising 228 McDonald's che guadagnavano 56 milioni di dollari all'anno. I fratelli McDonald e Kroc erano entrambi diventati ricchi, ma Kroc sarebbe diventato sporco quando li ha acquistati nel 1961 per $ 2,7 milioni.