Seleziona una pagina

Rabbini Senza Frontiere

Rabbis Without Borders è un forum dinamico per esplorare le questioni contemporanee nel mondo ebraico e oltre. Scritto da rabbini di diverse denominazioni, punti di vista e parti del paese, Rabbis Without Borders è un progetto di Clal The National Jewish Center for Learning and Leadership.

La scorsa settimana, la CNN ha pubblicato uno striscione controverso: il fondatore di Alt-Right si interroga se gli ebrei sono persone.

Da un lato: vai avanti gente; non ci sono notizie qui Il movimento Christian Identity da anni considera noi ebrei progenie di Satana.

D'altra parte: è scioccante vedere queste parole blasonate sullo schermo della TV. Come se questo fosse un punto legittimo del dibattito politico, come il senatore democratico interroga il movimento delle truppe.

Si scopre che il contenuto del banner era falso. Nel morso in questione, l'editore di alt-right (non fondatore) Richard Spencer stava criticando i media mainstream, gli strateghi repubblicani e i consulenti politici.

La CNN si è scusata per il banner, e giustamente: il loro staff è responsabile sia del suo contenuto fuorviante che della sua forma dannosa. Forse dovrebbero anche riflettere sulle vere parole della citazione travisata sui media: ci si chiede se queste persone siano affatto persone, o invece golem senz'anima animati da un potere oscuro per ripetere qualsiasi argomento [satirico] John Oliver ha affermato la sera prima .

Cos'è un golem? In che senso è senz'anima? Quale potere oscuro lo anima? E quali lezioni riserva al giornalismo oggi?

Il golem è una specie di robot senza intelligenza. Appare nel folklore ebraico medievale come una figura di argilla portata in vita dalla magia. Le sue radici, tuttavia, sono nel pensiero biblico e talmudico. Il libro della Genesi raffigura la creazione materiale di Adamo, il primo essere umano, dalla polvere della terra. Una volta formato il corpo di Adamo, Dio vi inspira un soffio di vita, ed esso diventa uno spirito vivente (Genesi 2:7).

I racconti talmudici notano che chiunque può scolpire l'argilla, ma solo Dio può dare alla materia un'anima: un saggio crea un uomo che non può parlare, mentre un altro crea un vitello e lo mangia prontamente per cena (Sanhedrin 65b). Le storie medievali, invece, raccontano di maghi che non si arrendono. Sperimentano parole potenti, cercando di emulare il discorso creativo di Dio. Se mettono un nome divino sull'argilla, scoprono, prenderà vita. Ogni golem risvegliato, tuttavia, ha un difetto e deve essere disattivato dal suo creatore.

Da bambino, ho imparato una versione della leggenda. Per proteggere gli ebrei della Praga del XVII secolo, il rabbino Judah Loew scolpisce una grande figura umana. Sulla sua fronte incide le lettere ebraiche aleph, mem, e tav la parola ebraica emet, verità. Il golem gigante è come un esercito di un solo uomo e la sua violenza indiscriminata sfugge al controllo. Sulla fronte dei golem il rabbino Loew cancella la lettera aleph, lasciando solo la parola ebraica incontrata, morta e la vita dei golem finisce.

I media mainstream sono un golem senz'anima? In questa storia, il golem inizia come materia prima. I principali media hanno sicuramente la materia prima: l'accesso alle informazioni e i mezzi per condividerle. Ma, dice la storia, è necessario di più; la verità dà vita al golem . Anche i media devono essere animati dalla verità. Ma anche con la verità, il golem è impazzito. Manca di una vita interiore, quindi non può auto-riflettersi, autoregolarsi o esercitare un controllo morale. Per essere pienamente viva, l'industria dei media deve monitorare il modo in cui dice la verità.

Scusandosi, la CNN ha affermato il suo impegno per l'accuratezza e la responsabilità, dimostrando che non era un golem. Ma, nell'era delle notizie false, tutti i consumatori dei mezzi di informazione devono fare attenzione ai golem. A prima vista, queste storie sembrano notizie, ma con un semplice sfregamento, la loro patina di verità svanisce. Sono sregolati e immorali. E sono potenti a meno che non impariamo a riconoscerli per quello che sono.

Cosa c'è scritto su un golem

Le lettere ebraiche sulla testa della creatura leggono 'emét', che significa 'verità'. In alcune versioni delle narrazioni di Chełm e di Praga, il Golem viene ucciso rimuovendo la prima lettera, facendo in modo che la parola si scriva 'mét', che significa 'morto'.

Cos'è un golem in yiddish

Un golem è una creatura formata da una sostanza priva di vita come polvere o terra che viene portata in vita da incantesimi rituali e sequenze di lettere ebraiche. Il golem, creato da un creatore umano, diventa un aiutante, un compagno o un soccorritore di una comunità ebraica in pericolo.

Chi ha creato il golem

Nel XVI secolo il golem acquisì il carattere di protettore degli ebrei in tempo di persecuzione ma ebbe anche un aspetto spaventoso. Il racconto più famoso riguarda il golem creato dal rabbino del XVI secolo Judah Löw ben Bezulel di Praga.

Cos'è un golem in tedesco

automa; robot; meccanismo.