Seleziona una pagina

Questa parte copre tutte le occasioni sacre menzionate nella Torah. È solo alla fine che viene menzionato Sukkot e i suoi simboli della sukkah e delle quattro specie. Nella tradizione della Riforma si legge solo la parte che si concentra specificamente su Sukkot (Levitico 23:33-44) durante la festa.

22:26. Il Signore parlò a Mosè, dicendo:

22:27. Quando nasce un bue o una pecora o una capra, starà sette giorni con sua madre e dall'ottavo giorno sarà gradito come offerta consumata dal fuoco all'Eterno.


Quando è Sukkot 2022? Clicca qui per scoprirlo.


22:28. Tuttavia, nessun animale della mandria o del gregge deve essere macellato lo stesso giorno con i suoi piccoli.

22:29. Quando sacrifichi un'offerta di ringraziamento all'Eterno, offrila perché ti sia gradita.

22:30. sarà mangiato lo stesso giorno; non ne lascerai nulla fino al mattino: io sono il SIGNORE.

22:31. Osserverai fedelmente i miei comandamenti: io sono il SIGNORE.

22:32. Non profanerai il mio santo nome, affinché io sia santificato in mezzo al popolo d'Israele, io, il SIGNORE, che ti santifico,

22:33. Io che ti ho fatto uscire dal paese d'Egitto per essere il tuo Dio, io il SIGNORE.

23:1. Il Signore parlò a Mosè, dicendo:

23:2. Parla al popolo israelita e dì loro:

Questi sono i miei tempi fissi, i tempi fissi del SIGNORE, che voi proclamerete come occasioni sacre.

23:3. In sei giorni si potrà lavorare, ma nel settimo giorno ci sarà un sabato di completo riposo, occasione sacra. Non farai nessun lavoro; sarà un sabato del SIGNORE in tutti i tuoi insediamenti.

23:4. Questi sono i tempi stabiliti dal Signore, le sacre occasioni, che celebrerai ciascuna al tempo stabilito:

23:5. Il primo mese, il quattordici del mese, al crepuscolo, ci sarà un'offerta pasquale al SIGNORE,

23:6. e il quindicesimo giorno di quel mese il Signore, festa degli azzimi. Mangerai azzimi per sette giorni.

23:7. Il primo giorno sarà per te un'occasione sacra: non lavorerai alle tue occupazioni.

23:8. Per sette giorni farai sacrifici consumati dal fuoco all'Eterno. Il settimo giorno sarà un'occasione sacra: non lavorerai alle tue occupazioni.

23:9. Il Signore parlò a Mosè, dicendo:

23:10. Parla al popolo israelita e dì loro:

Quando entrerai nel paese che ti do e ne raccoglierai la messe, porterai al sacerdote il primo covone della tua messe.

23:11. Agiterà il covone davanti al SIGNORE perché lo accetti in tuo favore; il sacerdote lo agiterà il giorno dopo il sabato.

23:12. Nel giorno in cui agiterai il covone, offrirai in olocausto al SIGNORE un agnello del primo anno senza difetto.

23:13. L'oblazione con essa sarà di due decimi di fior di farina scelta intrisa d'olio, sacrificio consumato dal fuoco, di gradevole odore all'Eterno; e la libazione con essa sarà di vino, un quarto di hin.

23:14. Fino a quel giorno stesso, finché non avrai portato l'offerta del tuo Dio, non mangerai pane né grano arrostito né spighe fresche; è una legge per sempre nel corso dei secoli in tutti i tuoi insediamenti.

23:15. E dal giorno in cui porterai il covone dell'offerta agitata il giorno dopo il sabato, conterai sette settimane. Devono essere completi:

23:16. devi contare fino al giorno dopo la settima settimana e cinquanta giorni; allora porterai al SIGNORE un'offerta di grano nuovo.

23:17. Porterai dai tuoi insediamenti due pani come offerta agitata; ciascuno sarà fatto di due decimi di misura di farina scelta, cotta dopo la lievitazione, come primizia in onore del Signore.

23:18. Con il pane presenterai, in olocausto, all'Eterno, sette agnelli di un anno senza difetto, un toro del gregge e due montoni, con le loro oblazioni e libazioni, un'offerta consumata dal fuoco di odore gradevole all'Eterno.

23:19. Offrirai anche un capro come sacrificio per il peccato e due agnelli di un anno come sacrificio di beneficenza.

23:20. Il sacerdote agiterà questi: i due agnelli insieme al pane delle primizie, come offerta agitata davanti al SIGNORE; saranno santi al Signore, per il sacerdote.

23:21. In quello stesso giorno farai una festa; sarà per te un'occasione sacra; non lavorerai alle tue occupazioni. Questa è una legge per sempre in tutti i tuoi insediamenti, nel corso dei secoli.

23:22. E quando mieterai la messe della tua terra, non mieterai fino ai margini del tuo campo, né raccoglierai i raccolti della tua messe; li lascerai al povero e allo straniero: io, il SIGNORE, sono il tuo Dio.

23:23. Il Signore parlò a Mosè, dicendo:

23:24. Parla così al popolo israelita: Nel settimo mese, il primo giorno del mese, osserverai il completo riposo, un'occasione sacra commemorata con forti raffiche.

23:25. Non lavorerai alle tue occupazioni; e porterai un'offerta consumata dal fuoco all'Eterno.

23:26. Il Signore parlò a Mosè, dicendo:

23:27. Marco, il decimo giorno di questo settimo mese è il Giorno dell'Espiazione. Sarà per te un'occasione sacra: praticherai l'abnegazione e porterai un'offerta consumata dal fuoco all'Eterno;

23:28. non farai nessun lavoro durante quel giorno. Perché è un giorno di espiazione, in cui si fa l'espiazione per te davanti all'Eterno, il tuo DIO.

23:29. Infatti, chiunque non pratichi l'abnegazione durante quel giorno sarà separato dai suoi parenti;

23:30. e chiunque farà un'opera durante quel giorno, io farò morire quell'uomo di mezzo al suo popolo.

23:31. Non lavorare in alcun modo; è una legge per sempre, attraverso i secoli in tutti i tuoi insediamenti.

23:32. Sarà per te un sabato di completo riposo e praticherai l'abnegazione; il nono giorno del mese, la sera, da sera a sera, osserverai questo tuo sabato.

23:33. Il Signore parlò a Mosè, dicendo:

23:34. Di' al popolo israelita:

Il quindicesimo giorno di questo settimo mese ci sarà la festa delle capanne in onore del Signore, [che durerà] sette giorni.

23:35. Il primo giorno sarà un'occasione sacra: non lavorerai alle tue occupazioni;

23:36. per sette giorni porterai offerte mediante il fuoco all'Eterno. L'ottavo giorno osserverai un'occasione sacra e porterai un'offerta mediante il fuoco al Signore; è una riunione solenne: non lavorerai alle tue occupazioni.

23:37. Questi sono i tempi stabiliti dal SIGNORE che celebrerai come occasioni sacre, portando offerte consumate dal fuoco al SIGNORE, olocausti, olocausti, sacrifici e libagioni, ogni giorno ciò che gli è proprio.

23:38. a parte i sabati del Signore, a prescindere dai tuoi doni e da tutti i tuoi ex voto e da tutti i tuoi sacrifici volontari che fai al Signore.

23:39. Marco, il quindicesimo giorno del settimo mese, quando avrai raccolto il raccolto della tua terra, osserverai la festa del SIGNORE [che duri] sette giorni: un completo riposo il primo giorno e un completo riposo il l'ottavo giorno.

23:40. Il primo giorno prenderai il prodotto degli alberi di adar, i rami delle palme, i rami degli alberi frondosi e i salici del ruscello, e gioirai davanti all'Eterno, il tuo DIO, per sette giorni.

23:41. La osserverai come una festa del SIGNORE per sette giorni all'anno; la osserverai nel settimo mese come legge per sempre, nei secoli.

23:42. Abiterai in capanne per sette giorni; tutti i cittadini in Israele vivranno in capanne,

23:43. affinché le generazioni future sappiano che ho fatto abitare il popolo d'Israele in capanne quando l'ho fatto uscire dal paese d'Egitto, io, il Signore, tuo Dio.

23:44. Così Mosè dichiarò agli Israeliti i tempi stabiliti dal Signore.

Questa traduzione inglese è stata ristampata con il permesso di Tanakh: Le Sacre Scritture pubblicate dalla Jewish Publication Society.

sukkah

Pronunciato: SOO-kah (oo come nel libro) o sue-KAH, Origine: ebraico, la capanna temporanea costruita durante la festa del raccolto di Sukkot.

Sukkot

Pronunciato: sue-KOTE, o SOOH-kuss (oo come nel libro), Origine: ebraico, festa del raccolto in cui gli ebrei mangiano all'interno di capanne temporanee, cade nel mese ebraico di Tishrei, che di solito coincide con settembre o ottobre.

Cosa dice Levitico 23

Bible Gateway Levitico 23 :: NIV. 'Parla agli Israeliti e di' loro: 'Queste sono le mie feste fissate, le feste fissate dal Signore, che voi proclamerete come sacre assemblee. «Ci ​​sono sei giorni in cui puoi lavorare, ma il settimo giorno è un sabato di riposo, un giorno di sacra assemblea.

Dove nella Bibbia si parla di Sukkot

Il mantenimento di Sukkot è dettagliato nella Bibbia ebraica (Neemia 8:13 – 18, Zaccaria 14:16 – 19 e Levitico 23:34 – 44); la Mishnah (Sukkah 1:1 – 5:8); la Tosefta (Sukka 1:1 – 4:28); e il Talmud di Gerusalemme (Sukkah 1a – ) e il Talmud babilonese (Sukkah 2a – 56b).

Quali sono le feste in Levitico 23

Levitico 23 racconta come il Signore stabilì cinque tempi santi in cui tutto Israele doveva fare uno sforzo speciale per essere santo e avvicinarsi a lui. Questi tempi erano di sabato (vedi vv. 1-3); alla festa degli Azzimi, o Pasqua (cfr vv. 4 – 14); alla Festa delle Settimane, o Pentecoste (vedi vv.

Cosa dice Dio di Sukkot

"Celebra la festa della mietitura con le primizie dei raccolti che semini nel tuo campo", Esodo 23:16. 'YHWH disse a Mosè: 'Di' agli Israeliti: 'Il quindicesimo giorno del settimo mese inizia la festa dei tabernacoli di YHWH, e dura sette giorni. Il primo giorno è una sacra assemblea; non fare un lavoro regolare.