Seleziona una pagina

La maggior parte dei nostri capitoli di storia ebraica americana hanno storie correlate sui contributi ebraici positivi alla vita americana. Come ogni gruppo etnico americano, tuttavia, gli ebrei hanno prodotto occasionalmente un cattivo. Il famigerato gangster Louis Lepke Buchalter era una di queste figure.

Louis Buchalter è nato nel 1897 ed è cresciuto nel Lower East Side di New York, uno dei 13 figli. Sua madre lo ha soprannominato Lepkele ed è conosciuto nella storia semplicemente come Lepke. Quando suo padre morì nel 1909, Lepke, 12 anni, fu mandato a vivere con la sorella maggiore a Williamsburg, Brooklyn. Lì iniziò una carriera che lo portò ai più alti livelli della criminalità organizzata americana.

Thomas E. Dewey, invece, nacque nel 1902 a Ossowo, nel Michigan, da una famiglia agiata della classe media. Suo nonno era stato uno dei fondatori del Partito Repubblicano. Brillante, energico e bello, Dewey è andato alla Columbia University Law School ed è rimasto a New York City, dove è diventato un vice procuratore degli Stati Uniti, perseguendo la leadership di Tammany Hall, la macchina politica democratica corrotta.

Partendo da contesti così diversi, operando a lontane estremità della legge, le vite ei destini di Lepke e Dewey si sarebbero incrociati.

Le bande italiane ed ebraiche dominavano la zona di Williamsburg a Brooklyn in cui viveva Lepke. In questo mondo di piccoli negozi al dettaglio e manifatture leggere, poche imprese commerciali non sono state toccate dal braccio forte delle bande, o sindacati, disposte a fornire protezione o assicurazione contro interruzioni dell'attività come scioperi, ispezioni governative, incendi dolosi, atti di vandalismo o violenza diretta . Naturalmente, gli uomini d'affari sapevano che il caos da cui venivano protetti era quello che gli assicuratori avrebbero potuto e si sarebbero imposti se non fossero stati comprati. Dal momento che la polizia e i leader politici erano solitamente partner silenziosi nei racket della protezione, i negozianti e i piccoli uomini d'affari non avevano altra possibilità che pagare. Piccoli giocatori d'azzardo, prostitute, borseggiatori e operatori clandestini che lavoravano al di fuori della legge avevano ancora meno potere di resistere a questa estorsione.

Se l'estorsione sindacata fosse rimasta concentrata solo sulle piccole attività al dettaglio e sui piccoli criminali, non sarebbe diventata oggetto di notorietà nazionale. Né Thomas E. Dewey avrebbe potuto cavalcare la sua incessante ricerca di Lepke fino alla candidatura repubblicana alla presidenza degli Stati Uniti nel 1944. Anche se oggi Lepke non è così bene ricordato come i più colorati gangster ebrei Bugsy Siegel, Meyer Lansky e Dutch Schultz , nel suo periodo di massimo splendore Lepke era Public Enemy #1. Lo storico Albert Fried sostiene che l'organizzazione Lepkes è stata più efficace nel portare stabilità a diverse industrie sindacalizzate, in particolare il commercio di abbigliamento.

A causa della minaccia o dell'uso effettivo della forza contro i datori di lavoro che abbassavano i prezzi o i dipendenti che scioperavano per salari eccessivi, il sindacato di Lepkes ha assicurato che l'industria dell'abbigliamento ha ottenuto un'interruzione del lavoro minima, salari adeguati e prezzi stabili e profitti per tutti. Lepke e la sua organizzazione hanno assorbito una percentuale dei profitti degli uomini d'affari e dei fondi pensione sindacali in cambio del suo servizio. Il sindacato di Lepkes ha portato una stabilità simile all'autotrasporto, al lavaggio a secco, alla rimozione dei rifiuti e ad altri settori caratterizzati dalla facilità di accesso e da numerosi piccoli concorrenti. Secondo alcune stime, anche al culmine della Depressione, Lepke e il suo partner, Jacob Gurrah, guadagnavano 5 milioni di dollari ciascuno all'anno.

Dewey, il discendente dei repubblicani anti-schiavitù, trovò questi accordi industriali non migliori della schiavitù stessa. In qualità di vice procuratore degli Stati Uniti, ha usato citazioni in giudizio, incriminazioni e la minaccia di una lunga reclusione per forzare la cooperazione di molti degli agenti di Lepkes e di coloro che lo hanno pagato per la protezione. La risposta di Lepkes è stata quella di minacciare di morte quei soci che sospettava di slealtà o incapacità di resistere alle pressioni di Deweys. Per rendere credibili le sue minacce, Lepke organizzò un gruppo di scagnozzi, noto come Murder, Inc., che assassinò 14 persone che, tra il 1936 e il 1939, furono viste o sospettate di cui parlavano con Dewey oi suoi agenti.

Sebbene gli omicidi dissuadessero molti dal parlare, il loro effetto non intenzionale fu quello di aumentare la popolarità di Deweys tra gli elettori indignati di Manhattan che, nel 1938, lo elessero procuratore distrettuale con il biglietto repubblicano nonostante il fatto che i democratici registrati dominassero il distretto. Attraverso una promessa di immunità dall'accusa, Dewey ha trasformato un socio di alto rango di Lepke, Abe Kid Twist Reles, che ha identificato Lepke come l'autore di Murder, Inc. Con la testimonianza di Reless, Dewey e il suo successore come procuratore distrettuale, William ODwyer (che ha assunto quando Dewey fu eletto governatore di New York nel 1942), riuscirono a condannare Lepke per omicidio. Fu condannato a morte sulla sedia elettrica.

La sentenza di Lepkes fu eseguita nella prigione di Sing Sing nel 1944. Fedele al codice d'onore dei sindacati, si rifiutò di implicare qualsiasi collaboratore, anche se offrirsi di farlo avrebbe potuto risparmiargli la vita. Quell'anno, Dewey si candidò alla presidenza contro Franklin D. Roosevelt, ma gli elettori non erano disposti a cambiare i leader nazionali nel mezzo della seconda guerra mondiale. Quattro anni dopo, Dewey era il favorito per sconfiggere l'apparentemente impopolare Harry Truman. Nessuno si aspettava la vittoria di Truman tranne gli elettori. L'implacabile Dewey, che aveva accumulato una serie di successi inseguendo i gangster ebrei, perse le elezioni, essendo arrivato al punto in cui lo avrebbe portato la politica della lotta al crimine.

I capitoli nella storia ebraica americana sono forniti dall'American Jewish Historical Society, raccogliendo, preservando, promuovendo borse di studio e fornendo accesso alla continuità della vita ebraica in America per più di 350 anni (e oltre). Visita www.ajhs.org .

Cosa è successo a Louis Lepke

Charles Birger e Buchalter sono gli unici boss mafiosi americani ad essere giustiziati dopo essere stati condannati per omicidio. Louis Buchalter è stato giustiziato usando la famigerata sedia elettrica "Old Sparky" dopo essere stato mandato "su per il fiume" al Sing Sing Correctional Facility.

Lepke Buchalter.

Louis Buchalter
Pena penale Morte

Quanti membri aveva Murder, Inc

Si credeva che Murder, Inc. fosse responsabile di tra 400 e 1.000 omicidi su commissione, fino a quando il gruppo non fu smascherato nel 1941 dall'ex membro del gruppo Abe "Kid Twist" Reles. Omicidio, Inc.

Omicidio, Inc.

Luogo di fondazione New York, New York, Stati Uniti
Etnia Italoamericani Ebrei Americani

Chi ha inventato Murder, Inc

Murder, Inc., era guidata da Louis "Lepke" Buchalter e successivamente da Albert Anastasia, ei suoi servizi erano disponibili per qualsiasi membro del sindacato in qualsiasi parte del paese.

Cos'è la cassettiera in pelliccia

La Protective Fur Dressers Corporation era composta da 17 delle più grandi aziende di confezionamento della pelle di coniglio del paese. I membri della Fur Dressers Factor Corporation erano composti da 46 dei più grandi comò di pellicce diverse dalle pelli di coniglio. Entrambi furono creati all'inizio del 1932.