Seleziona una pagina

Il 20 ottobre 1918, Harry Rosenberg e Fanny Jacobs si trovarono insieme in un cimitero vicino a Cobbs Creek. Non si conoscevano e le principali qualità che avevano in comune erano la mancanza di ricchezza e il desiderio di salvare la loro comunità. Con un pubblico di 1.200 immigrati ebrei russi, si sono sposati.

Harry e Fanny stavano partecipando a uno shvartze khasene ( , matrimonio nero). Una superstizione dell'Europa orientale, portata dal vecchio paese, sosteneva che sposarsi in un cimitero avrebbe protetto la comunità ebraica locale dalla tragedia. Sebbene le tradizioni russe e polacche differissero, l'idea principale era che il matrimonio sulla tomba avrebbe fatto appello ai morti, che potevano intercedere per conto dei vivi. Inoltre, si sperava che la triste vista di giovani sconosciuti poveri che si sposavano in un luogo desolato avrebbe indotto Dio ad avere pietà della coppia, fermando così la diffusione della malattia.

Questa oscura tradizione fu ampiamente praticata durante un'epidemia di colera in Polonia nel 1892, ma quando gli ebrei dell'Europa orientale immigrarono negli Stati Uniti intorno alla fine del XX secolo, giusto in tempo per un'altra epidemia (l'influenza spagnola) portarono questa usanza con loro. Ci sono registrazioni di due di questi matrimoni a Filadelfia e un terzo a New York City durante l'epidemia del 1918, ma potrebbero essere stati condotti altri altrove.

Al momento del matrimonio di Harry e Fannys nell'autunno del 1918, l'epidemia di influenza spagnola era al culmine. A Filadelfia erano state reclamate quasi 700.000 vittime. Le riunioni pubbliche sono state vietate mentre i gruppi sociali, comprese le congregazioni della sinagoga, hanno donato tempo e forniture. In un'atmosfera di disperazione, una manciata di coppie ebree sperava che questa tradizione del vecchio paese potesse fare la differenza.

Se questo ci sembra strano o superstizioso, lo è stato anche per alcuni spettatori ebrei nel 1918. Quello che segue è un pezzo di opinione pubblicato su The Jewish Exponent il venerdì dopo il matrimonio di Harry e Fannys:

Il matrimonio celebrato domenica scorsa in un cimitero ebraico allo scopo di fermare le devastazioni dell'epidemia è stato una deplorevole dimostrazione di oscura superstizione. Ci viene detto che l'usanza ha avuto origine in Russia. A lui e ai partecipanti avrebbe dovuto essere permesso di rimanere lì. Purtroppo la pubblicità data all'evento trasmetterà a molte persone che si tratta di un'usanza sanzionata e incoraggiata dalla religione ebraica. Le persone che fanno queste cose non sanno cosa significhi ebraismo.

Nel 1918, circa un milione di immigrati era arrivato a Filadelfia e coloro che rimasero in città vivevano principalmente in comunità affiatate con altri immigrati. Entro la metà degli anni '20, oltre due milioni di immigrati ebrei dell'Europa orientale erano emigrati negli Stati Uniti, dove incontrarono un respingimento al loro stile di vita precedentemente insulare. Circondati dal patriottismo della prima guerra mondiale, dalle pressioni per l'acculturazione e dalla costante lotta verso il sogno americano, gli immigrati hanno lottato per bilanciare le culture ebraica e americana. La pressione di un'epidemia ha amplificato questa sfida.

Un mese dopo, il 15 novembre 1918, The Jewish Exponent annunciò un altro shvartzse khasene e fu ben accolto dalla comunità ebraica di New York City:

In un cimitero di Mount Hebron, l'altro pomeriggio, la signorina Rose Schwartz, n. 369 East Tenth Street, era in piedi accanto ad Abraham Lachterman, n. 638 East Eleventh Street, e davanti a loro c'era il rabbino Unger, che ha celebrato una cerimonia di matrimonio.

La tradizione su cui la coppia ha agito è quella che afferma che l'unico modo per fermare una pestilenza è celebrare una cerimonia di matrimonio in un cimitero.

Quando la signorina Schwartz e Lachterman hanno acconsentito a offrirsi per fermare l'epidemia di influenza, i vicini sono stati così grati che hanno fornito cibo, taxi, un abito da sposa e persino l'arredamento di un appartamento. Duemila persone hanno acclamato i coraggiosi due mentre si avviavano verso il cimitero.

È interessante notare che la stessa tradizione dello shvartze khasene è il prodotto di un diverso processo di acculturazione; Hanna Wgrzynek traccia le influenze religiose e sociali del matrimonio nero per includere elementi della cultura slava, del rituale cristiano e della Kabbalah.

Al suo centro, questo rituale si basa sulla credenza chassidica nella frequente interazione tra i regni terreno e soprannaturale, in particolare i matrimoni circostanti. Si ritiene che le spose siano suscettibili sia all'intervento divino favorevole che alla possessione demoniaca dannosa, portando a un'usanza che richiede agli sposi di non essere mai lasciati soli nella settimana prima del matrimonio. Inoltre, un metodo per tentare di curare le giovani donne dalla malattia era quello di avvolgerla in un abito da sposa.

Il matrimonio gioca un ruolo centrale nella Kabbalah, che vede il mondo come intriso di aspetti maschili e femminili. Quando questi aspetti opposti si uniscono, è simboleggiato come un matrimonio eterosessuale. L'esempio più noto di ciò è la canzone Lecha Dodi, cantata il venerdì sera e destinata a invocare lo Shabbat come sposa del popolo ebraico.

Nell'Europa orientale, dove gli ebrei erano emigrati dopo il XIII secolo, queste tradizioni si mescolavano alle usanze locali slave, cattoliche e cristiane ortodosse, molte delle quali riguardano i cimiteri. Un rituale pasquale di origine pagana prevede la deposizione delle uova sulle lapidi e prima della festa di Ognissanti, gli abitanti di una città si incontravano spesso in un cimitero con del cibo per invitare le anime defunte ai festeggiamenti. In alcune zone, i cristiani ortodossi organizzavano feste con cibo caldo e fumante nei cimiteri quattro volte l'anno, spesso bevendo e ballando.

Le connessioni tra queste credenze cabalistiche e le tradizioni slave cristiane non sono dirette. Al contrario, indicano una relazione sempre mutevole tra ogni comunità ebraica e i loro vicini. Ogni rituale rivela influenze inconsce, scelte deliberate e linee sfocate tra ogni gruppo, prefigurando le interazioni molto più coinvolte che gli ebrei dell'Europa orientale incontrerebbero negli Stati Uniti.

È importante notare che lo shvartze khasene esisteva insieme ad altre tradizioni più spiccatamente ebraiche per scongiurare le malattie. Ad esempio, molti ebrei polacchi hanno messo dei cartelli sui loro cancelli dicendo che Tifo ha già regnato qui o che non c'è nessuno all'interno. Questo richiama alla mente l'istruzione durante l'esodo degli antichi israeliti dall'Egitto di versare sangue di agnelli sugli stipiti delle porte in modo che il loro figlio primogenito non venga ucciso (Esodo 12:13). È anche parallelo alla tradizione popolare ebraica di cambiare il nome di una persona gravemente malata per confondere l'Angelo della Morte.

Harry e Fanny hanno fatto un grande sacrificio cercando di usare il loro matrimonio per un bene superiore. Potrebbe essere stato il sacrificio estremo: la ricerca genealogica ha portato poco oltre il loro certificato di matrimonio, suggerendo che sia Harry che Fanny potrebbero aver ceduto loro stessi all'influenza spagnola. Per lo meno, immagino che dicano: così tante persone sono già morte; come potrebbe far male?

Tutto sommato, l'epidemia terminò finalmente nell'estate del 1919, ma non spetta a me decidere quanto abbiano contribuito i matrimoni neri.

Cosa significa avere un matrimonio nero

matrimonio nero (matrimonio nero plurale) Un antico rituale ebraico che prevede un matrimonio tra due persone in lutto che si svolge in un cimitero, con lo scopo di ottenere l'aiuto dei morti per porre fine a un'epidemia.

Cosa significa sposarsi con un abito da sposa nero

Solitamente essendo il colore della morte e del lutto, un abito da sposa nero può anche simboleggiare il dolore della sposa causato dalla perdita della sua libertà causata dal matrimonio.

Cosa posso aspettarmi da un matrimonio nero

Durante la cerimonia, gli sposi hanno i polsi legati insieme con un panno Kente, un filo di conchiglie di ciprea, erba intrecciata o una corda decorata. Con i polsi uniti, gli sposi pronunciano i voti davanti all'officiante che si sposa e conferma il loro impegno per il matrimonio.

Cos'è un matrimonio oscuro

Un matrimonio oscuro è quando due persone sono legate insieme dal potere del male. Affinché abbia successo, deve essere eseguita in un cimitero di notte da un Dark Priest. Inoltre, lo sposo deve bere il sangue della sposa.