Seleziona una pagina

Sefer Yetsirah (Il libro della creazione), è un libro breve ma estremamente influente del misticismo ebraico. Descrive la creazione del mondo da parte di Dio attraverso la manipolazione dell'alfabeto ebraico e dei dieci numeri o sefirot. Il seguente articolo include estratti dal Sefer Yetsirah. Come interpretare un testo che descrive un mondo che emerge da un alfabeto? Non esiste una risposta semplice a questa domanda, ma perlomeno possiamo apprezzare il potere che questi mistici attribuivano alla lingua ebraica e l'interesse che avevano nel ripensare la storia della creazione della Genesi. Quanto segue è ristampato con il permesso di The Continuum International Publishing Group from Jewish and Christian Mysticism: An Introduction .

Strettamente associate alla speculazione sulla Merkavah [il trono divino] erano le teorie mistiche sulla creazione (Maaseh Bereshit). All'interno delle fonti aggadiche [leggenda narrativa rabbinica] i rabbini hanno discusso i significati nascosti della narrativa della Genesi. Il più importante dei primi trattati, forse del II secolo dC, che descrive il processo di creazione è Il Libro della Creazione (Sefer Yetsirah). Secondo questo testo cosmologico, Dio creò l'universo mediante 32 misteriosi percorsi costituiti da 22 lettere dell'alfabeto ebraico insieme a dieci sefirot [dieci numeri/poteri primordiali, associati agli attributi di Dio]. Di queste 22 lettere leggiamo:

Li disegnò, li tagliò, li unì, li soppesò, li scambiò, e attraverso di essi produsse l'intera creazione e tutto ciò che è destinato a nascere.

Il Sefer Yetsirah afferma che tutte queste lettere svolgono un ruolo importante nella creazione del cosmo:

Per mezzo delle ventidue lettere, dando loro forma e forma, mescolandole e combinandole in modi diversi, Dio ha fatto l'anima di tutto ciò che è stato creato e di tutto ciò che sarà. È su queste stesse lettere che il Santo (che sia benedetto) ha fondato il suo nome alto e santo.

Le lettere sono di tre tipi: madri, doppie e single. Le madri (aleph, mem, shin) simboleggiano i tre elementi primordiali di tutte le cose esistenti: l'acqua (la cui prima lettera è mem in ebraico) è simboleggiata da mem; il fuoco (di cui lo stinco è il suono più prominente) è rappresentato da stinco; air (la cui prima lettera è aleph) è designato da aleph. L'anno si compone anche di tre parti relative a questi elementi: l'estate è legata all'elemento fuoco; inverno con l'acqua e primavera all'aria. Inoltre queste tre madri rappresentano nel microcosmo (la forma umana) la testa, il ventre e il petto, la testa dal fuoco, il ventre dall'acqua e il petto dall'aria che sta nel mezzo.

Tre Madri: Aleph, Mem, Shin: le incise, le scavò, le unì, le soppesò, e le mise agli opposti, e attraverso di esse formò: Tre Madri: Aleph, Mem, Shin nell'universo , e Tre Madri: Aleph, Mem, Shin nell'anno, e Tre Madri: Aleph, Mem, Shin nel corpo di maschio e femmina

Tre Madri: Aleph, Mem, Shin: Il prodotto del Fuoco è il Cielo, il prodotto dell'Aria è l'Aria e il prodotto dell'Acqua è la Terra. Il fuoco è sopra, l'acqua è sotto e l'aria fa oscillare l'equilibrio tra di loro. Da loro sono generati i Padri e da loro tutto è creato.

Tre Madri: Aleph, Mem, Shin sono nell'universo: Aria, Acqua e Fuoco: i Cieli sono stati creati prima dal Fuoco, la Terra è stata creata dall'Acqua, l'Aria è stata creata dall'Aria e fa oscillare l'equilibrio tra di loro.

Tre Madri: Aleph, Mem, Shin sono nell'anno: Freddo, Caldo e Temperatestato: il calore è stato creato dal fuoco, il freddo è stato creato dall'acqua, il temperatostato è stato creato dall'aria e fa oscillare l'equilibrio tra di loro.

Tre Madri: Aleph, Mem, Shin sono nel corpo del maschio e della femmina: Testa, Pancia e Petto: La Testa è stata creata dal Fuoco, la Pancia è stata creata dall'Acqua, il Petto è stato creato dall'Aria e fa oscillare l'equilibrio tra di loro.

Oltre a queste tre lettere madri, ci sono sette lettere doppie ( Bet , Gimel , Dalet , Kaf , Pey , Resh , Tav ) che indicano i contrari nell'universo (forze che servono due fini reciprocamente opposti):

Fece regnare sulla Vita la lettera Bet, e vi legò una corona, e le unì l'una all'altra, e per mezzo di esse formò: Saturno nell'universo, il primo giorno dell'anno, e l'occhio destro nel corpo maschile e femminile.

Fece regnare la lettera Gimel sulla pace, e vi legò una corona, e le unì tra loro, e per mezzo di esse formò: Giove nell'universo, il secondo giorno dell'anno, e l'occhio sinistro nel corpo maschile e femminile.

Fece regnare la lettera Dalet sulla Sapienza, e vi legò una corona, e le unì l'una con l'altra, e per mezzo di esse formò: Marte nell'universo, il terzo giorno dell'anno, e l'orecchio destro nel corpo maschile e femminile.

Fece regnare la lettera Kaf sulla Ricchezza, e vi legò una corona, e le unì tra loro, e attraverso di esse formò: Sole nell'universo, il quarto giorno dell'anno, e l'orecchio sinistro nel corpo maschile e femminile.

Fece regnare la lettera Pey sulla Grazia, e vi legò una corona, e le unì l'una all'altra, e attraverso di esse formò: Venere nell'universo, il quinto giorno dell'anno, e la narice destra della corpo maschile e femminile.

Fece regnare la lettera Resh sul Seme, e vi legò una corona, e le unì tra loro, e per mezzo di esse formò: Mercurio nell'universo, il sesto giorno dell'anno, e la narice sinistra sulla corpo maschile e femminile.

Fece regnare sul Dominio la lettera Tav, vi legò una corona e le unì l'una all'altra. Attraverso di loro formò: la luna nell'universo, il sabato nell'anno e la bocca nel corpo del maschio e della femmina.

Infine ci sono le dodici lettere semplici ( Hey , Vav , Zayin , Chet , Tet , Yod , Lamed , Nun , Samek , Ayin , Tzade , Kof ) che corrispondono alle attività principali dell'uomo: vista, udito, olfatto, parola, desiderio di cibo, appetito sessuale, movimento, rabbia, allegria, pensiero, sonno e lavoro. Le lettere sono emblematiche dei dodici segni dello zodiaco nella sfera celeste, dei dodici mesi e delle membra principali del corpo. Così, gli esseri umani, il mondo e il tempo sono collegati tra loro attraverso il processo di creazione per mezzo dell'alfabeto ebraico.

Dan Cohn-Sherbok è un eminente studioso di ebraismo ampiamente pubblicato ed è attualmente professore di ebraismo all'Università del Galles, Lampeter. Lavinia Cohn-Sherbok è una scrittrice e un'insegnante.

© Copyright 1994 Dan e Lavinia Cohn-Sherbok

–>