Seleziona una pagina

Di seguito sono riportate alcune parole e frasi che potresti sentire a un funerale o mentre navighi nel processo di lutto ebraico. Ci siamo persi qualcosa di importante? Commenta di seguito o inviaci un'e-mail a [email protected]

Aninut (pronunciato ah-nee-NUTE) Il periodo tra l'apprendimento della morte di una persona cara e la loro sepoltura. Una persona in lutto durante questo periodo viene chiamata onen (oh-NEHN).

Aron (pronunciato ah-ROHN) Questa parola ebraica, usata per riferirsi al gabinetto in cui è conservata una Torah, significa anche scrigno o bara.

Aveilut (pronunciato ah-vay-LUTE) La parola ebraica per lutto.

Baruch Dayan Emet (pronunciato bah-ROOKH dai-YAN eh-MET) Significa letteralmente beato è il giudice della verità, questa frase viene pronunciata dopo aver sentito la notizia che qualcuno è morto. Su Internet, è spesso abbreviato BDE.

Chesed Shel Emet (pronunciato KHEH-sed shell EM-ut) Letteralmente il più vero atto di gentilezza, questo significa gentilezza verso una persona morta, solitamente usato per descrivere il lavoro di una società funeraria ebraica o la cura di una tomba.

Chevra Kadisha (pronunciato KHEH-vruh kah-DEE-shuh) ebraico per società santa, questo si riferisce a una società funeraria ebraica, spesso incaricata di preparare il corpo per la sepoltura e fornire servizi di supporto per le persone in lutto.

El Maleh Rahamim (pronunciato ell mah-LEH rakh-hah-MEEM, o RAKH-ah-meem) ebraico per Dio pieno di misericordia, questo è il nome di una preghiera recitata a un funerale ebraico, all'inaugurazione della lapide e durante Servizi di Yizkor.

Kaddish (pronunciato KAH-dish) Il Kaddish in lutto è una preghiera aramaica tradizionalmente recitata dalle persone in lutto durante shiva (vedi sotto), shloshim (vedi sotto) e quando piangono un genitore ogni giorno per 11 mesi dopo la sepoltura.

Kriah (pronunciato KREE-uh o kree-YAH) Consuetudine in lutto di strappare i propri indumenti.

Matzevah (pronunciato mahtz-uh-VAH) ebraico per monumento o lapide.

Nihum Avelim (pronunciato nee-KHOOM ah-vay-LEEM) ebraico per confortare le persone in lutto, considerato uno dei più importanti atti di chesed, o gentilezza amorevole, che un ebreo può compiere.

Shiva (pronunciato SHIH-vuh o shee-VAH) Il periodo di lutto di sette giorni dopo il funerale. Quello che devi sapere sul sedersi a shiva e visitare una casa di shiva.

Shiva minyan (pronunciato SHIH-vuh MINN-yun o shee-VAH meen-YAHN) Il quorum di preghiera di 10 ebrei adulti doveva riunirsi nella casa delle persone in lutto in modo che lui o lei potesse recitare il Kaddish in lutto.

Shloshim (pronunciato shloh-SHEEM, o SHLOH-sheem) I primi 30 giorni dopo la sepoltura di una persona cara.

Shomer (pronunciato SHOH-mur o shoh-MARE) Ebraico per guardia, questo è qualcuno che siede con il corpo prima che venga sepolto. La legge ebraica impone che un corpo non debba essere lasciato solo tra la morte e la sepoltura.

Tahara (pronunciato tah-HAH-ruh o tah-hah-RAH) ebraico per purificazione, questa è la tradizionale pulizia e preparazione rituale di un corpo prima della sepoltura, solitamente eseguita dai membri di una chevra kadisha (vedi sopra).

Yahrzeit (pronunciato YAHR-tzite) L'anniversario ebraico della morte di qualcuno. Su uno yahrzeit dei propri cari, gli ebrei tradizionalmente accendono una candela di 25 ore nota come candela yahrzeit o candela yizkor .

Yizkor (pronunciato YIZZ-kohr) Un servizio funebre ebraico per i morti che fa parte dell'osservanza di diverse festività.

Iscriviti per un viaggio attraverso il dolore e il lutto: se hai perso una persona cara di recente o vuoi semplicemente imparare le basi dei rituali di lutto ebraici, questa serie di e-mail in 8 parti ti guiderà attraverso tutto ciò che devi sapere e ti aiuterà a sentirti supportato e confortato in un momento difficile.

chevra kadisha

Pronunciato: KHEV-ruh ka-DEESH-uh, Origine: aramaico, società di sepoltura ebraica, un gruppo di volontari che preparano il corpo per la sepoltura e, in alcuni casi, coordinano cibo e visitatori per le persone in lutto.

Kaddish

Pronunciato: KAH-dish, Origine: Ebraico, di solito riferito al Kaddish in lutto, la preghiera ebraica recitata in memoria dei morti.

shiva

Pronunciato: SHI-vuh (breve i), Origine: ebraico, sette giorni di lutto dopo un funerale, quando la persona in lutto rimane a casa e osserva vari rituali.

shloshim

Pronunciato: shlow-SHEEM, Origine: ebraico, letteralmente, trenta, un periodo di lutto della durata di 30 giorni.

tahara

Pronunciato: tah-HAH-ruh, Origine: ebraico per purezza, la purificazione rituale di un cadavere in preparazione alla sepoltura.

Yahrzeit

Pronunciato: YAHR-tzite (i lunga), Origine: Yiddish, anniversario di una morte nel calendario ebraico.

Yizkor

Pronunciato: YIZZ-kur, Origine: ebraico, letteralmente che Dio ricordi, Yizkor è un servizio di preghiera in memoria dei morti, che si tiene durante lo Yom Kippur e l'ultimo giorno di ciascuna delle tre feste, Pesach, Shavuot e Shemini Atzeret .

kria

Pronunciato: KREE-yuh, Origine: Ebraico, usanza ebraica in lutto di strappare la propria veste.

Chesed shel emet

Pronunciato: KHEH-sed shell EM-ut, Origine: ebraico, gentilezza verso un morto, solitamente usato per descrivere il lavoro di una società funeraria ebraica o la cura di una tomba.

Cosa dici in ebraico a una persona in lutto?

Quando lasciamo la casa, dovremmo offrire le nostre tradizionali parole di conforto, ' HaMakon yenakhem et'khem b'tokh sha'ar aveyley Tzion v'Yerushalayim ,' 'Possa Dio confortarti insieme a tutte le persone in lutto di Sion e Gerusalemme. '

Cosa dici a una persona in lutto

COSA DIRE A UN LUNGO

  • "Mi dispiace tanto per la tua perdita."
  • "Mi dispiace tanto per la tua (madre; fratello; ecc. o per il nome del defunto)"
  • "Non so cosa dire.
  • "Ho fatto male per te"
  • "(Nomina il defunto) ti amava così tanto."
  • "Spero che tu possa conservare i bei ricordi."
  • "Hai voglia di parlare?"