Seleziona una pagina

L'uomo moderno è ancora influenzato dalla convinzione che i nomi dati siano vasi per l'anima e che il carattere possa essere manipolato attraverso l'uso dei nomi. Per gli ebrei i nomi più importanti di qualsiasi epoca erano e sono tuttora i nomi di Dio, che erano associati alle forze del bene. È per questo motivo che la spinta principale dello sviluppo amuletico è stata attraverso incantesimi e formule basate su permutazioni dei nomi di Dio e degli angeli.

L'invocazione di nomi per l'assistenza divenne prominente in epoca post-talmudica. Sebbene molti angeli fossero chiamati a intercedere per l'uomo, i nomi di Dio erano di primaria importanza e potere.

Il nome più impressionante e conosciuto era il Tetragrammaton, le quattro lettere ebraiche che formavano il nome ineffabile. Tutti gli altri nomi dovevano fungere da sostituti del nome più potente, che non dovrebbe essere usato alla leggera. La Bibbia ci dice come anche il Sommo Sacerdote si preparò e si purificò prima di pronunciare il nome tremendo, e lo fece solo nel Giorno dell'Espiazione.

Equivalenti numerici

Per aumentare l'effetto misterioso di amuleti e ciondoli, sono stati utilizzati numerosi metodi nel calcolo e nella derivazione dei nomi. Ogni lettera dell'alfabeto ebraico di 22 lettere ha un equivalente numerico. Attraverso il metodo della gematria, ogni lettera di una parola può essere ridotta al suo valore numerico e spiegata da un'altra parola dello stesso valore, ma senza altra relazione evidente.

La riduzione può essere semplicemente aleph =one , bet =two e così via. Il processo può anche essere più elaborato e confuso attraverso l'uso di piccoli numeri mispar katan, cioè riducendo ogni numero alla sua unità più semplice. Attraverso questo metodo la lettera yod, normalmente dieci, sarebbe uguale a uno (1+0), kuf, normalmente 100, sarebbe uguale a uno (1+0+0), lamed, normalmente 30, sarebbe uguale a tre (3+0), shin, normalmente 300, sarebbe anche uguale a tre (3+0+0), e così via.

Metodi di abbreviazione

I temi di serugin e notarikon sono metodi di abbreviazione. Attraverso l'uso delle lettere iniziali o finali di una o più parole, si formano nuove parole.

Ad esempio, potresti trovare le parole emet e shema su un amuleto; letteralmente significano verità e udito. Tuttavia, emet è uguale alle lettere finali di Genesi 2:3 (bara elohim laasot), e shema deriva dalle lettere iniziali di Isaia 40:20 (seu maromainehem), che significa alzare gli occhi in alto.

Sostituzione lettere

Temurah è un metodo per sostituire o trasporre lettere al fine di sostituire la parola originale con un equivalente artificiale. Il metodo temurah ha un certo numero di sottocategorie.

Il metodo atbash si ottiene piegando l'alfabeto a metà in modo che la prima lettera possa essere sostituita con l'ultima lettera o l'ultima con la prima. Le lettere bet o shin possono essere sostituite in modo simile, così come qualsiasi altra coppia. Il nome MZPZ, l'inversione di YHVHis, deriva da questo metodo.

Avgad è la sostituzione o la sostituzione di una lettera con la lettera precedente puntata da alef, dalet da gimmel e così via. Il nome KOZU è derivato attraverso questo metodo.

Albam è la divisione dell'alfabeto in due sezioni di 11 lettere, che consentono di sostituire alef con lamed, bet con mem e così via.

Nomi per Dio

La frase di apertura familiare della preghiera shema diventa, attraverso il metodo thetemurah atbash, il nome di 14 lettere KOZU BMOCSAZ KOZU, che ora si trova spesso nella parte bassa della schiena della pergamena mezuzah.

Il nome di 22 lettere ANKATAM PASTAM PASPASIM DYONSIM è stato menzionato per la prima volta in Sefer Raziel. Il numero delle sue lettere e parole corrisponde a Numeri 6,24-25, ormai familiare come parte della benedizione sacerdotale, Il Signore ti benedica e ti custodisca, il Signore risplenda Il nome fu spesso usato in incantesimi e invocazioni e divenne importante per il mago.

Il nome di 42 lettere è composto da sette gruppi, ciascuno contenente sei lettere. È derivato dalle prime 42 lettere della Genesi (1:1). Il nome, già noto allo studioso Hai Gaon nell'anno 1000, può essere utilizzato nella sua interezza o in una qualsiasi delle sue sette parti. La seconda parte, KRA SATAN (letteralmente strappare Satana), è usata per aiutare chi è impazzito o che è stato attaccato da spiriti maligni.

Il nome è scritto su un amuleto e appeso al collo della vittima. Il quinto termine è numericamente uguale attraverso il metodo gematria all'angelo Gzrel, ed entrambi i termini sono uguali a 241. Chiamando il nome, l'angelo è invocato per contrastare il decreto malvagio emesso in cielo. Il nome è seguito dal termine beshikhmelu, una forma abbreviata di Benedetto è il Suo nome glorioso nei secoli dei secoli.

Il nome più complicato e quindi più potente è di 72 lettere. È composto da triadi di sillabe basate su tre versi in Esodo 14:19-21, ciascuno contenente 72 lettere. Le triadi sono state formate prendendo una lettera da ogni versetto nel modo seguente:

Firsttriad: prima lettera del versetto 19; ultima lettera del versetto 20; prima lettera del versetto 21.

Seconda triade: seconda lettera del versetto 19; penultima lettera del versetto 20; seconda lettera del versetto 21.

E così via fino a quando tutte le 72 lettere sono state utilizzate. Qualsiasi combinazione di triadi può essere utilizzata come nome. Il nome era spesso usato per spegnere il fuoco e come arma contro i pensieri impuri.

Ristampato con il permesso di Magic & Superstition in the Jewish Tradition (Spertus Institute of Judaic Studies).

gematria

Pronunciato: guh-MAH-tree-yuh, Origine: greco, un sistema numerologico con cui le lettere ebraiche corrispondono ai numeri, usato nel misticismo ebraico come modo di interpretare i testi ebraici.

Quali sono la lettera e i numeri ebraici

Valori numerici per lettere ebraiche

Valore 1 2
Valore x 1 א Alef 05D0 ב Scommetti 05D1
Valore x 10 י Yod 05D9 a Kaf 05DB
Valore x 100 ק Q di 05E7 ר Resh 05E8
Valore (successivo)1 x 100 ק Q di 05E7 ר Resh 05E8

Quali sono i 22 alfabeti in ebraico

L'alfabeto ebraico ha 22 lettere. Non ha custodia. Cinque lettere hanno forme diverse se usate alla fine di una parola. L'ebraico è scritto da destra a sinistra.

Alfabeto ebraico
Direzione scrittura da destra a sinistra
Sceneggiatura ufficiale Israele
Le lingue ebraico, yiddish, ladino, mozarabico, arabo levantino, aramaico
Script correlati

Quanti numeri ci sono nell'alfabeto ebraico

In pratica l'ultima lettera, tav (che ha il valore 400), viene utilizzata in combinazione con se stessa o con altre lettere da qof (100) in poi per generare numeri da 500 e oltre. In alternativa, il set di numeri ebraici di 22 lettere viene talvolta esteso a 27 utilizzando 5 forme sofit (finali) delle lettere ebraiche.

C'è un alfabeto ebraico

L'alfabeto ebraico è composto da 22 lettere, tutte consonanti: Alef è la prima lettera dell'alfabeto ebraico e Tav è l'ultima. L'alfabeto ebraico è spesso chiamato "alef-bet", a causa delle sue prime due lettere dell'alfabeto.