Seleziona una pagina

Commento a Parashat Vayetzei, Genesi 28:10 – 32:3

Sulla strada per suo zio Labans, Giacobbe sogna una scala che si estende dalla terra al cielo. Ci sono angeli di Dio che salgono e scendono la scala.

Dio sta dietro a Giacobbe e dice: Io sono Dio, il Dio di tuo padre Abramo e il Dio di tuo padre Isacco. Darò a te e al tuo seme la terra dove dormi. E il tuo seme sarà come polvere della terra e si diffonderà in tutte le direzioni, e per mezzo tuo saranno benedette tutte le famiglie della terra. Sono con te e ti custodirò. Non ti lascerò finché non avrò compiuto ciò che ho promesso.

Giacobbe e Rachele si incontrano

Giacobbe si svegliò dal sonno, dicendo: In verità, Dio è in questo luogo e io non lo sapevo. Questa è una casa di Dio. Questa è una porta del paradiso.

La mattina dopo, Giacobbe unse con olio una lapide commemorativa e chiamò il luogo Beth El. Allora Giacobbe fece un voto: Se Dio sarà con me e mi manterrà su questa strada e mi darà pane da mangiare e vestiti da indossare, e io tornerò in pace alla casa di mio padre, allora Dio sarà Dio per me . E questa lapide commemorativa sarà una casa di Dio, e tutto ciò che Dio mi darà, io darò la decima a Dio ripetutamente.

Giacobbe ha continuato il suo viaggio. Vide un pozzo nel campo e tre greggi di pecore che giacevano lì. C'era una roccia che doveva essere spostata dal pozzo per poter accedere all'acqua. Giacobbe disse agli uomini lì radunati: Conoscete Labano?

Sì, hanno risposto. Sta bene e sua figlia, Rachele, la pastorella, verrà presto con le sue pecore.

Presto Rachel venne con le pecore di suo padre. Quando Giacobbe vide Rachele, fece rotolare la roccia dalla bocca del pozzo per abbeverare le pecore. Jacob baciò Rachel, poi pianse. Allora Giacobbe disse a Rachele che era suo parente, e lei corse e lo disse a suo padre. Jacob finì per stare con Labano per un mese.

Labano e Jacob fanno un patto

Allora Labano disse a Giacobbe: Anche se sei mio parente, dovresti servirmi senza compenso? Quale sarà il tuo stipendio?

Ora, Labano aveva due figlie. La figlia maggiore era Leah e la figlia minore era Rachel. Giacobbe amava Rachele e disse a Labano: Ti servirò per sette anni per tua figlia minore, Rachele. Labano acconsentì. Così Giacobbe servì per Rachele sette anni, ma erano solo pochi giorni ai suoi occhi a causa del suo amore per lei. E Giacobbe disse a Labano: I miei giorni di lavoro sono terminati. Dammi mia moglie.

Labano ha organizzato un grande banchetto. Quando fu sera, prese con sé la figlia maggiore Lea e la condusse da Giacobbe per la prima notte di nozze. Ma quando venne il mattino e Giacobbe vide che era Lea, disse: Che mi hai fatto? Non ti ho servito per Rachel? Perché mi hai ingannato?

Labano rispose: Non è nostra tradizione dare la figlia minore prima della maggiore. Completa la settimana del matrimonio con Leah e ti daremo Rachel per altri sette anni di lavoro.

Sono nate le tribù

Giacobbe servì altri sette anni e Labano gli diede Rachele. Jacob amava Rachel più di Leah. Quando Dio vide che Lia era l'odiata, Dio aprì il suo grembo. Lia concepì e partorì un figlio, Ruben, perché Dio ha guardato nella mia afflizione! Ora mio marito mi amerà! Ella concepì un altro figlio, Simeone, dicendo: Dio ha sentito che io sono l'odiato e mi ha dato un altro figlio. Poi ebbe un altro figlio, Levi, dicendo: Ora mio marito si unirà a me perché gli ho partorito tre figli. Poi ebbe Giuda, dicendo: Ora renderò grazie a Dio. Poi Leah smise di concepire bambini.

Quando Rachele vide che non aveva avuto figli da Giacobbe, invidiò sua sorella. Gli disse: Dammi figli o morirò.

Ma Giacobbe era arrabbiato con Rachele dicendo Sono io al posto di Dio? Chi ti ha negato il frutto del grembo?

Così Rachele diede a Giacobbe la sua serva, Bilhah. Bilha concepì e partorì un figlio a Giacobbe. Rachele disse: Dio mi ha giudicato e ha ascoltato il mio pianto e mi ha dato un figlio e lo ha chiamato Dan. Bilha poi partorì a Giacobbe un altro figlio, Neftali, perché ho combattuto una lotta divina con mia sorella e ho prevalso.

Quando Lia vide che non aveva più figli, diede a Giacobbe la sua serva Zilpa. Zilpa partorì un figlio a Giacobbe, Gad, dicendo: La buona fortuna è arrivata. Zilpa partorì poi a Giacobbe un altro figlio, Aser, perché Lia disse: Sono felice del mio progresso, perché le donne hanno lodato il mio progresso.

Allora Lia concepì un quinto figlio per Giacobbe. Lo chiamò Yissakhar, dicendo: Dio mi ha dato il mio salario perché ho dato la mia serva a mio marito. Lea concepì un sesto figlio, Zabulon, poiché Lea disse: Dio mi ha dato una buona parte, ora mio marito si stabilirà con me, perché gli ho partorito sei figli. Lia partorì anche una figlia a Giacobbe, Dina.

Dio si è ricordato di Rachel

Allora Dio si ricordò di Rachel. Dio le aprì il grembo ed ella partorì un figlio a Giacobbe, dicendo: Dio ha tolto la mia disgrazia. Lo chiamò Giuseppe, aggiungendo: Che Dio mi dia ancora un altro figlio.

In questo momento, disse Giacobbe a Labano. Voglio andare a casa.

Labano rispose: Credo che Dio mi abbia benedetto per amor tuo. Cosa devo darti?

Hanno concordato un accordo in cui gli animali di Laban erano divisi. Dio dice a Giacobbe in sogno che è tempo per lui di tornare in patria.

Mentre Labano è lontano da casa, Rachel ruba gli idoli di suo padre e Giacobbe se ne va senza salutare. Quando Labano seppe che Giacobbe era fuggito, venne dietro a loro. Ma Dio venne da Labano in sogno dicendo: Non parlare a Giacobbe né nel bene né nel male.

Idoli rubati

Il giorno dopo Labano disse a Giacobbe: Che cosa hai fatto? Mi hai derubato il cuore, prendendo le mie figlie come prigioniere di guerra. Perché sei fuggito di nascosto? Ti avrei mandato via con gioia e canti. È in mio potere farti del male, ma il tuo Dio mi ha detto di non farlo. Vedo che volevi andare a casa, ma perché hai rubato i miei dei?

Me ne sono andato di nascosto perché temevo che tu potessi portarmi via le tue figlie con la forza. Ma con chiunque trovi i tuoi dèi idoli, non rimarrà in vita. Ora, Giacobbe non sapeva che era stata Rachele a prendere gli idoli. Rachel le aveva sotto di sé sul cuscino del cammello, quindi quando Labano le cercò, non riuscì a trovarle.

Ora questo fece arrabbiare Jacob. Disse: Qual è il mio delitto e qual è il mio peccato che tu mi abbia perseguitato? Per vent'anni ho lavorato per te, scontando quattordici anni per le tue due figlie, sei anni per il tuo gregge e tu hai cambiato la mia paga dieci volte. Se non fosse stato per il mio Dio, ora mi avresti mandato via a mani vuote. Dio ha visto la mia miseria e l'ha dimostrato nel tuo sogno la scorsa notte.

Labano rispose: Ora, tutto ciò che è qui è mio. Facciamo un patto, tra noi. Se dovessi far soffrire le mie figlie o se prendessi mogli oltre alle mie figlie, Dio ci è testimone. E presero delle pietre e la innalzarono come lapidi commemorative e poi fecero una festa.

Il giorno successivo Labano si alzò presto, li benedisse e tornò a casa. Giacobbe si avviò e gli angeli di Dio gli andarono incontro. Giacobbe chiamò quindi questo luogo, Mahanayim, un accampamento di Dio.

Domande di discussione di Parashat Vayetzei

1. Credi che Dio determini chi concepirà figli e chi sarà sterile? Perché o perché no?

2. Dopo aver ingannato suo padre, Isacco, Giacobbe viene poi ingannato dal fratello di sua madre, Labano, con il suo matrimonio. Credi che le persone ottengano ciò che danno? In tal caso, funziona sempre chiaramente come con Jacob? Puoi fare un esempio di come è successo nella tua vita?

3. Perché pensi che Rachel abbia rubato gli idoli? Hai mai rubato qualcosa? Se sì, perché hai rubato?

4. Le madri nella storia sono molto specifiche con i nomi dei loro figli, con ogni nome che ha un significato. Cosa significa il tuo nome?

Ristampato con il permesso di Jewish Family & Life!

Cosa significa Vayetze in inglese

Vayetze, Vayeitzei o Vayetzei (וַיֵּצֵא‎ – ebraico per 'e se ne andò', la prima parola nella parashah) è la settima porzione settimanale della Torah (פָּרָשָׁה, parashah) nel ciclo ebraico annuale di lettura della Torah.

Qual è il parsha in Israele

La parashah è una sezione della Torah (Cinque libri di Mosè) usata nella liturgia ebraica durante una particolare settimana. Ci sono 54 parsha, o parashiyot in ebraico, e l'intero ciclo viene letto nel corso di un anno ebraico.

In che libro è Vayishlach

Vayishlach o Vayishlah (וַיִּשְׁלַח‎ – ebraico per 'e mandò', la prima parola della parashah) è l'ottava porzione settimanale della Torah (פָּרָשָׁה, parashah) nel ciclo ebraico annuale di lettura della Torah. Nella parashah, Giacobbe si riconcilia con Esaù dopo aver lottato con un "uomo".

Quanto è lungo un parsha

Sostantivo. Una misura ebraica della distanza itinerante: una parsa è di circa quattro chilometri, approssimativamente la distanza che un uomo può percorrere in 72 minuti; un parasang.