Seleziona una pagina

È una lunga tradizione ebraica per gli uomini farsi crescere la barba.

  • La pratica deriva da Levitico 19:27 nella Torah, che afferma: Non arrotondare gli angoli della tua testa, né distruggere gli angoli della tua barba. Secondo lo studioso del XII secolo Maimonide, questo divieto era un modo per differenziare gli ebrei dai sacerdoti idolatri, che si radevano la barba.
  • Il divieto di radersi è stato tradizionalmente inteso come il divieto della completa rimozione dei peli con un rasoio. E poiché per secoli era generalmente troppo difficile ottenere una rasatura accurata senza un rasoio, gli ebrei attenti tendevano ad essere barbuti.

Secondo lo storico, il rabbino Berel Wein, le norme sulla barba iniziarono a cambiare tra alcuni uomini ortodossi in Europa nel XVIII e XIX secolo, quando divennero disponibili depilatori chimici, che consentivano la depilazione senza rasoio.

Più recentemente, l'avvento dei rasoi elettrici consente di ottenere una rasatura accurata senza che un rasoio tocchi effettivamente la pelle. Di conseguenza, molti uomini oggi si radono la barba mentre continuano a seguire l'interpretazione ortodossa della legge ebraica. Tuttavia rimane consuetudine nella maggior parte dei circoli ultra-ortodossi di conservare la propria barba in segno di pietà.

Alcuni uomini ebrei, in particolare quelli chassidici, si astengono persino dal tagliarsi la barba. Sebbene non vi sia alcun divieto di tagliare la barba con le forbici, coloro che lo evitano cercano di evitare anche di avvicinarsi violando il divieto della Torah di radersi. Questa pratica è influenzata dalle tradizioni cabalistiche (mistiche ebraiche), che considerano sacra la barba. Si dice che il rabbino Isaac Luria, il cabalista noto con il suo acronimo, l'Ari, fosse attento a non toccarsi nemmeno la barba per non cadere qualche pelo.

Per il chassidico e alcuni altri uomini ortodossi, la pratica di non radersi affatto si estende ai riccioli laterali, conosciuti in ebraico come payot (spesso scritto e pronunciato payos, o payes) letteralmente agli angoli. Come con le barbe, le pratiche sul payot variano all'interno dell'Ortodossia. Tra gli ebrei chassidici, i payot sono spesso molto prominenti e talvolta arricciati, ma spesso sono anche nascosti discretamente dietro l'orecchio. Molti uomini ebrei osservanti ritengono sufficiente semplicemente evitare la rimozione completa delle basette.

I rabbini del Talmud consideravano le barbe attraenti riferendosi ad esse come hadrat panim , lo splendore del proprio viso. Secondo un passaggio del trattato Bava Metzia, il saggio talmudico Rabbi Yochanan era considerato un bell'uomo, eppure non era incluso in un elenco di rabbini la cui bellezza riflette quella dei patriarchi biblici (Abramo, Isacco e Giacobbe). Il motivo, offre il Talmud, è che il rabbino Yochanan non aveva la barba.

Alcuni uomini ebrei che di solito si radono lasciano comunque crescere la barba durante i periodi di lutto. Questo è tradizionalmente fatto per 30 giorni dopo la morte di un parente stretto. È anche tradizionalmente osservato durante due periodi annuali di lutto comunitario, il periodo di Omer tra le vacanze di Pasqua e Shavuot, quando gli ebrei piangono la morte degli studenti del saggio talmudico Rabbi Akiva; e le tre settimane tra i giorni di digiuno del 17 di Tammuz e il nono di Av (Tisha BAv) quando gli ebrei piangono la distruzione degli antichi templi di Gerusalemme.

Talmud

Pronunciato: TALL-mud, Origine: ebraico, l'insieme degli insegnamenti e dei commenti alla Torah che costituiscono la base della legge ebraica. Composto dalla Mishnah e dalla Gemara, contiene le opinioni di migliaia di rabbini di diversi periodi della storia ebraica.

chassidico

Pronunciato: khah-SID-ik, Origine: ebraico, un flusso all'interno del giudaismo ultra-ortodosso che è cresciuto da un movimento di revival mistico del 18° secolo.

Cabalista, Cabalistico

Pronunciato: KAH-buh-list, kah-buh-LIST-ic, Origine: ebraico, un mistico ebraico, o qualcosa che è correlato alla Kabbalah.

Perché gli hasidic hanno i ricci

La ragione per le regole sui capelli e sui ricci dei maschi ultraortodossi è la seguente: la base originale è una scrittura biblica che afferma che un uomo non dovrebbe "dietro l'angolo della sua testa". Autorevoli studiosi talmudici hanno stabilito che il significato di questa scrittura è che dovrebbe esserci una restrizione al taglio dei capelli.

Perché gli ebrei oscillano quando pregano

Secondo il testo mistico Zohar, l'anima di una persona emana dalla luce divina. Ogni volta che un ebreo si impegna con la Torah, la luce della sua anima si accende, motivo per cui si muove come la fiamma di una candela.