Seleziona una pagina

Secondo il saggio di Martin Lutero del 1543 Sugli ebrei e le loro bugie, gli ebrei dimostrano il loro carattere sanguinario e vendicativo nel loro amore per il Libro di Ester. Lutero, un sacerdote che ha avviato la Riforma protestante e noto oppositore degli ebrei e dell'ebraismo, ha anche affermato che il Libro di Ester dovrebbe essere ignorato perché troppo ebreo e pieno di troppa corruzione pagana. Lo studioso della Bibbia tedesco del XVIII secolo Johann David Michaelis portò l'attacco di Lutero a Mardocheo ed Ester un passo avanti, protestando contro l'esecuzione di Haman senza un processo equo.

Lutero e Michele non furono gli unici a pensare che gli ebrei persiani nel Libro di Ester avrebbero dovuto porgere l'altra guancia ad Aman.


Quando è Purim 2023? Scopri tutto sulla vacanza qui.



Michelangelo La punizione di Haman

Nella rappresentazione di Michelangelo nella Cappella Sistina, La punizione di Aman fa ad Aman il complimento teologico di crocifiggerlo. Sebbene la lettura ebraica (e letterale) del Libro di Ester sia che Haman sia il malvagio antagonista, Michelangelo sembra implicare il contrario: il tentativo di Haman di uccidere gli ebrei era giustificato, e il fatto che gli ebrei perseguitassero e uccisero Haman lo rende simile Gesù.

Hamans Croce da sopportare

Allo stesso modo, una miniatura nella collezione dell'Aia, intorno all'anno 1430, mostra un'Ester ingioiellata inginocchiata davanti ad Assuero che chiede l'elemosina per la vita dei suoi compagni ebrei. Assuero, affiancato da servitori e un uomo barbuto, che potrebbe essere Mardocheo, estende il suo scettro d'oro a Ester. La storia procede da sinistra, dove Ester si inginocchia, alla sua destra, dove un Aman quasi nudo viene crocifisso dietro lo scriba seduto.

L'artista o gli artisti che hanno creato l'opera, indicato come il maestro Azor, avrebbero avuto familiarità con la Vulgata del IV secolo, traduzione latina di Girolamo delle scritture ebraiche, che usava la parola crux per riferirsi alla forca che Aman creò per Mardocheo, e al quale Haman fu in seguito impiccato.

La parola che la Bibbia ebraica usa per la forca, etz , si riferisce più propriamente a un albero, sebbene le versioni ebraiche del Vangelo di Matteo (controverse a sé stanti perché non ci sono versioni sopravvissute della vita di Matteo) usino anche la parola etz in riferimento alla crocifissione di Gesù.

La traduzione di Girolamo potrebbe derivare dal riferimento alla crocifissione di Aman nella Settanta, che ebbe origine alcuni secoli prima inizialmente dai rabbini, che furono costretti a produrre la traduzione, e successivamente ritradotta nel tempo da studiosi cristiani. Inoltre, il resoconto di Giuseppe Flavio dello storico ebreo del I secolo della storia di Purim fa preparare ad Aman una croce per Mardocheo, e nella versione di Giuseppe Flavio la morte di Haman avviene per crocifissione. Il monaco del IV secolo Evagrius, che visse a Costantinopoli, insinuò nei suoi scritti che gli ebrei del suo tempo consideravano la morte di Haman una crocifissione.

Un certo numero di autorità cristiane medievali erano certe che gli ebrei agissero in base alla convinzione che Aman, come Gesù, fosse stato crocifisso. Ad esempio, il Codice Teodosiano dell'inizio del V secolo, un insieme di leggi romane, insisteva sul fatto che gli ebrei si astenessero dal celebrare una certa festa durante la quale mostravano molto astutamente il loro odio segreto per il Salvatore crocifisso rappresentando il loro nemico Aman come un uomo crocifisso e bruciando la sua effigie in mezzo a grandi grida e frenesia, proprio come se fosse Cristo.

Non ci sono altre fonti che chiariscano quanto fosse diffusa questa pratica o se fosse avvenuta. Ma secondo questa fonte, gli ebrei del V secolo fecero paragoni tra la crocifissione di Gesù il secondo giorno di Pasqua e l'impiccagione di Hamans, che secondo il Talmud avvenne lo stesso giorno.

Una storia di due alberi

Michelangelo e il maestro Azor sono esempi di artisti cristiani che si appropriarono di un'immagine dalla Bibbia ebraica e la fecero sembrare cristiana, sovvertendo così la storia di Purim, trasformando gli ebrei in avversari e facendo di Aman l'eroe martire. È interessante notare che la storica Katrin Kogman-Appel ha identificato due casi in cui artisti o mecenati ebrei hanno attinto a motivi cristiani nelle loro illustrazioni di Haman.

In un mahzor del 1272 dell'artista Shemaya Hatsarfati (Shemaya il francese), Haman ei suoi 10 figli sono raffigurati appesi a un albero, e i rami degli alberi circondano ogni uomo e lo collocano in uno scompartimento. Questo motivo ricorda l'albero di Jesse, un simbolo cristiano inteso a far risalire il lignaggio di Gesù alla Casa di David e quindi a stabilirlo come il messia. Il motivo è come un albero genealogico, a dimostrazione delle generazioni tra Jesse e Jesus. In Shemayas mahzor, l'illustrazione della storia di Purim appare su una pagina contenente piyyutim , preghiere poetiche basate sulle vacanze, recitate su Purim.

Nel Dresda-Wroclav mahzor (pre-1293), Haman ei suoi figli sono appesi a un albero che ricorda più da vicino il motivo cristiano dell'Albero della Vita, che pone Gesù tra i rami, fiancheggiato in basso da musicisti, angeli e chierici.

Secondo Kogman-Appel, gli artisti ebrei si sono appropriati consapevolmente dei simboli cristiani e hanno assegnato loro nuovi e audaci significati ebraici. Nella loro resa dei simboli cristiani, gli artisti ebrei dei manoscritti sostenevano che la croce era il simbolo della persecuzione ebraica e non della salvezza, come la vedevano gli artisti cristiani. Per questi artisti, la morte di Haman rappresentava il trionfo ebraico sull'antisemitismo della croce.

Aman e Amalek

Nella figura di Haman che oscilla dalla forca o inchiodato alla croce, artisti ebrei e cristiani hanno avanzato i propri programmi religiosi.

L'appropriazione da parte di artisti ebrei dei motivi cristiani dell'Albero della Vita e dell'Albero di Jesse, e il presunto abuso ebraico delle effigi crocifisse di Haman durante le celebrazioni di Purim, suggerisce che gli ebrei avrebbero potuto vedere Haman come una sorta di bambola voodoo su cui potevano portare sfogare le loro frustrazioni contro i cristiani contemporanei. Gli ebrei potrebbero anche proiettare simultaneamente l'ascendenza amalechita di Haman e l'eterno comando di cancellare Amalek sui loro vicini cristiani.

I cristiani sembrano essere stati consapevoli del fatto che per gli ebrei Haman era un sostituto di Gesù, e questo ha portato i governanti cristiani a vietare la pratica di vandalizzare Haman. Gli artisti cristiani avrebbero potuto lanciare un programma artistico più sfumato per difendere Aman nella speranza di rompere il confronto ebraico tra Aman e Gesù.

Anche gli artisti cristiani avrebbero potuto avere uno scopo più sinistro. Se avessero potuto convincere il pubblico che ha visto le loro illustrazioni che Haman è stato crocifisso dagli ebrei, avrebbero trovato un precedente storico e biblico, prima della nascita di Cristo, per la crocifissione come metodo di esecuzione ebraico. In tal modo, avrebbero dato molta più credibilità all'affermazione del Nuovo Testamento, che divenne la fonte di così tanto antisemitismo nelle generazioni future, che gli ebrei fecero pressioni su Pilato affinché crocifiggesse Gesù.

Purim

Pronunciato: PUR-im, la festa dei lotti, origine: ebraico, festa gioiosa che racconta la salvezza degli ebrei da un minacciato massacro durante il periodo persiano.

Talmud

Pronunciato: TALL-mud, Origine: ebraico, l'insieme degli insegnamenti e dei commenti alla Torah che costituiscono la base della legge ebraica. Composto dalla Mishnah e dalla Gemara, contiene le opinioni di migliaia di rabbini di diversi periodi della storia ebraica.

Cosa significa Haman nella Bibbia

Nei Nomi Biblici il significato del nome Haman è: Rumore, tumulto.

Cosa accadde ad Aman nel Libro di Ester

Invece, Haman fu impiccato alla forca che aveva costruito per Mardocheo e, nel giorno previsto per il loro annientamento, gli ebrei distrussero i loro nemici. Secondo il Libro di Ester, la festa di Purim fu istituita per celebrare quel giorno, ma questa spiegazione è sicuramente leggendaria.

Qual era il peccato di Haman

Haman era un consigliere fidato, eppure tradì il re. Ha usato il re per vendicarsi di un uomo per una presunta offesa pianificando un genocidio! E la sua furia aumentò solo quando vide Haman cadere sul divano dove Ester era sdraiata, implorando per la sua vita.