Seleziona una pagina

Cosa rende la ricotta israeliana così buona? È la qualità del caseificio nella terra del latte e del miele? È la sua consistenza cremosa e liscia? È la sua forte densità, in contrasto con il tipo americano più leggero e liquido? Bene, sono tutte queste ragioni. E quindi non sorprende che gli israeliani siano completamente ossessionati dal cremoso alimento base della cucina.

La ricotta è uno dei latticini più popolari in Israele: onnipresente come l'hummus o la pita. Viene comunemente consumato sia a colazione che a cena e viene utilizzato in innumerevoli piatti. Può essere mescolato con ingredienti che vanno dal pomodoro fresco e cetriolo, al prezzemolo e aneto, alle olive, all'avocado, al salmone affumicato o persino alla barbabietola. Se riesci a sognare un condimento per la ricotta, probabilmente è esistito in Israele.

La ricotta israeliana è anche abbastanza densa da poter essere spalmata sulla pita per un panino e sembra essere un pasto comune per i bambini. Quando andavo a trovare mia nonna a Kiryat Yam, mi serviva ricotta mescolata con un po' di panna acida per colazione, pomodori e cetrioli sul lato per contrastare la ricchezza piccante della miscela di ricotta. Era delizioso e abbastanza ricco da essere confortante.

La produzione di latticini era motivo di orgoglio per i primi sionisti, in particolare perché c'era preoccupazione tra i coloni che il clima di Israele non sarebbe stato ospitale per l'allevamento di mucche da latte. Queste preoccupazioni furono presto smentite e Israele è diventato ampiamente noto per la qualità dei suoi prodotti lattiero-caseari, con la ricotta che rimane uno dei suoi prodotti pregiati. Uno studio condotto dal Dairy Board of Israel ha affermato che il 67% degli israeliani sceglie la ricotta come prodotto caseario preferito.

Le origini della ricotta sono oscure, ma è probabile che questo semplice prodotto abbia avuto origine nelle case coloniche quando c'era un eccesso di latte. La ricotta è simile al formaggio in pentola e al formaggio contadino. Tutti e tre sono semplici da preparare in casa: si scalda il latte e poi si aggiunge un coagulato sotto forma di acido (aceto/succo di limone) o caglio. La cagliata si separa dal siero di latte sul fuoco del fornello, quindi il composto viene filtrato. Spesso la panna viene aggiunta alla ricotta fatta in casa una volta che la cagliata è filtrata.

La ricotta può anche essere favorita in Israele perché era popolare tra gli ebrei della diaspora. Risalenti al 1800, si possono trovare ricette ashkenazite per lokshen mit kaese (yiddish per noodles e formaggio), kugel e altri piatti a base di formaggio in pentola e formaggio contadino. Ci sono anche blintz e pasticcini ripieni che utilizzano questa famiglia di prodotti caseari fatti in casa. La cucina sefardita a volte richiede un tipo simile di formaggio friabile contadino per bureka, torte di spinaci e altro ancora. Gli ebrei hanno portato con sé le loro tradizioni alimentari in Israele e non sorprende che questo formaggio di base sia diventato amato.

Non c'è esempio migliore dell'importanza della ricotta nella cultura gastronomica israeliana del boicottaggio della ricotta del 2011 . Dopo che i prezzi sono aumentati di quasi il 40% in tre anni, un cantore ortodosso, infuriato per l'ingiustizia dell'aumento dei costi, ha formato un gruppo su Facebook chiedendo un boicottaggio per un mese dei prodotti a base di ricotta che costano oltre 5 shekel israeliani. Per molti, l'aumento dei prezzi dei latticini e della ricotta è sembrato un attacco diretto alla casa israeliana. Il gruppo Facebook è cresciuto rapidamente fino a superare i 100.000 membri. I giovani in particolare si sono mobilitati e sono scesi in piazza per chiedere giustizia al governo, e a livello nazionale molti consumatori hanno boicottato la costosa ricotta. La pressione pubblica ha funzionato e le catene di negozi israeliane hanno risposto riducendo i prezzi. Entro il 2013 il governo ha imposto nuovi controlli sui prezzi a Tnuva, il principale produttore di ricotta del paese, il che ha comportato una riduzione dei costi dei prodotti di circa il 20%.

Si potrebbe obiettare se questa questione meritasse una rivolta politica nazionale, ma d'altra parte il boicottaggio non riguardava solo il prezzo del cibo. L'importanza della ricotta nella casa israeliana è diventata un punto di accesso diretto per ispirare il cambiamento e un punto focale per una conversazione sulla regolamentazione del governo delle società. Il potere del cibo è innegabilmente forte, così come il legame tra gli israeliani e la loro ricotta.

Che tipo di formaggio mangiano in Israele

Gli israeliani adorano il formaggio bianco. Morbido e salato, di solito viene semplicemente chiamato "formaggio bianco", ma se vuoi diventare tecnico, puoi chiamarlo "Bulgarit", che significa semplicemente "bulgaro" (cerca la feta bulgara fuori da Israele).

Cos'è il formaggio bianco israeliano

Labaneh – לבנה

Un formaggio a pasta molle bianca popolare in Medio Oriente. Il Labaneh inizia come uno yogurt che è stato filtrato per dargli una consistenza più soda. Si ricava dal latte di capra, pecora o mucca. Spesso servito in palline con olio d'oliva, zaatar e pita. Tra il 9 e il 30% di contenuto di grassi.

Cos'è il formaggio degli agricoltori israeliani

Il formaggio contadino è fondamentalmente una ricotta molto secca. Puoi usare una fodera per il caffè e metterci sopra il formaggio contadino e lasciarlo scolare per tutta la notte. Dovrebbe farlo.

Cos'è il formaggio quark in Israele

In Israele, gevina levana denota la varietà cremosa simile ai tipi tedeschi di quark. La versione più solida che è stata introdotta in Israele durante l'Aliyah degli anni '90 dagli immigrati dell'ex Unione Sovietica è differenziata come tvorog. In Austria, il nome Topfen (formaggio in pentola) è comune.