Seleziona una pagina

Commento a Parashat Shmini, Levitico 9:1 – 11:47, Numeri 19:1 – 22

Senza tentare di giustificare le elaborate leggi alimentari ebraiche, la Torah fornisce un lungo elenco di quali cibi sono kosher e quali no. Gli animali con gli zoccoli spaccati e che masticano i loro bocconi sono kosher. I pesci con pinne e squame sono kosher. Gli uccelli che mangiano grano e verdure, e che possono volare, sono kosher. Insetti, crostacei e rettili no.

Sin dalle prime fasi della nostra storia, gli ebrei hanno capito che i modelli di kashrut (le leggi dietetiche) sono al centro della nostra eredità. Gli ebrei hanno sacrificato le loro vite piuttosto che profanarsi con cibo treif (non kosher). Dal periodo biblico e fino al periodo rabbinico, nuove linee guida e restrizioni si svilupparono quando gli ebrei incontrarono cucine e standard estetici diversi, eppure il nucleo del kashrut è rimasto invariato nel corso dei millenni. Alcune delle nostre storie più emozionanti sul martirio ebraico di ebrei che hanno preferito dare la vita piuttosto che abbandonare il loro ebraismo sono incentrate sulle leggi del kashrut.

Così, già al tempo dei Maccabei (167 aEV), abbiamo storie di ebrei costretti a mangiare carne di maiale dagli oppressori siriani. In quei racconti commoventi, gli ebrei scelsero di morire con la loro integrità intatta, di morire ancora obbedienti ai dettami di Dio e della Torah. Non potevano concepire un ebraismo senza kashrut, così centrali erano le leggi dietetiche per l'intero ritmo della vita ebraica.

Nessuna giustificazione

Tuttavia, la Torah non fornisce alcuna giustificazione per kashrut. Di conseguenza, gli ebrei nel corso della storia hanno lottato per capire le ragioni alla base del mangiare kosher. Una spiegazione, resa popolare dal Rambam (Spagna ed Egitto del XII secolo), si trova in Sefer Ha-Hinnukh (The Book of Education). Per questa scuola di pensiero, Dio è un medico cosmico, che fornisce una ricetta per garantire la salute del popolo ebraico. Dio sa che in tutti i cibi proibiti al popolo eletto si trovano elementi dannosi per l'organismo. Per questo Dio ci ha allontanati da loro perché le anime possano svolgere la loro funzione.

Questo punto di vista interpreta il kashrut come un piano medico per garantire la salute dei singoli ebrei. Dio proibì cibi dannosi, assicurando così che gli ebrei fossero vigorosi e in forma. Dio, ci dicono, è stato il primo maniaco del cibo salutare e il kashrut era il macrobiotico del suo tempo.

Il problema con un tale punto di vista (che i maiali causano la trichinosi e per questo motivo sono stati proibiti, per esempio) è che implica che Dio non si preoccupa della salute del resto dell'umanità. Dopotutto, kashrut si applica solo agli ebrei. Se Dio è il creatore di tutta l'umanità, allora non è logico aspettarsi che Dio si prenda cura della salute di tutti?

Un'altra comprensione del kashrut, avanzata da persone interessate ad abbandonare le leggi dietetiche, è che il kashrut era una compensazione precoce per condizioni igieniche. Se gli ebrei della Torah avessero inventato i frigoriferi, non avrebbero richiesto il kashrut. Ora, con la tecnologia moderna, non abbiamo bisogno di queste precauzioni antiquate.

Mia nonna è stata una delle più devote esponenti di tale opinione. Ora che abbiamo latte omogeneizzato e contenitori ermetici, non abbiamo bisogno di kashrut. Un tale punto di vista non ha basi né nella scienza né nella religione. Nessun testo sacro lega la pratica delle leggi dietetiche alla paura dell'epidemia, o alla necessità di evitare la decomposizione della carne. Questo punto di vista ignora anche il fatto che la maggior parte delle religioni del mondo osserva una qualche forma di leggi alimentari (tra cui l'Islam, il Buddismo e l'Induismo).

Perché è significativo?

Perché, allora, kashrut è significativo? Se non la salute o il benessere fisico, qual è l'obiettivo delle leggi dietetiche? La risposta si trova nella stessa Torah. Vi santificherete e sarete santi, perché io [il Signore] sono santo.

Kashrut è un modo per accogliere la santità del giudaismo nella nostra vita quotidiana. Ad ogni pasto, ci dedichiamo agli elevati standard di vita e di comportamento degli ebrei. La rete di valori ebraici che amano il nostro prossimo, si prendono cura della vedova e dell'orfano, affermano un legame con il popolo ebraico e stabiliscono il governo di Dio sulla terra acquista forza e profondità attraverso la pratica regolare del kashrut.

Ogni forma di pedagogia efficace implica ripetizioni regolari e frequenti esposizioni. Dal momento che mangiamo tre volte al giorno (almeno!), kashrut è la scuola di base per ricordare e rafforzare il senso di vivere in brit (patto) con Dio, per rendere visibili i valori dell'ebraismo attraverso le nostre azioni e priorità. Affermare i nostri impegni ebraici aderendo al kashrut coltiva una maggiore consapevolezza e un impegno incrollabile per i valori eterni della giustizia e della santità della Torah.

Fornito dalla Ziegler School of Rabbinic Studies, che ordina i rabbini conservatori presso l'American Jewish University.

kashrut

Pronunciato: kahsh-ROOT, Origine: ebraico, le leggi dietetiche ebraiche.

kosher

Pronunciato: KOH-sher, Origine: ebraico, aderente al kashrut, le leggi alimentari ebraiche tradizionali.

Torah

Pronunciato: TORE-uh, Origine: ebraico, i cinque libri di Mosè.

Qual è il punto del cibo kosher

"Kosher" è un termine usato per descrivere il cibo che rispetta i severi standard dietetici della legge ebraica tradizionale. Per molti ebrei, mantenere il kosher non riguarda solo la salute o la sicurezza alimentare. Si tratta di riverenza e adesione alla tradizione religiosa.

Quali cibi non possono mangiare gli ebrei

La Bibbia elenca le categorie di base che non sono kosher Carne, pollame, pesce, la maggior parte degli insetti e qualsiasi mollusco o rettile (maiale, cammello, aquila e pesce gatto ecc.). Gli animali che possono mangiare devono essere macellati secondo la legge ebraica.

Cosa credono gli ebrei del kosher

Il cibo accettabile è chiamato kosher. Continuare a seguire una dieta kosher mentre si è in ospedale o con una dieta limitata dal punto di vista medico rappresenta un grave problema per gli ebrei. Gli ebrei mangeranno solo carne che viene uccisa e preparata dai loro stessi lavoratori addestrati religiosamente e non assumeranno latte e carne nello stesso pasto.