Seleziona una pagina

Rabbini Senza Frontiere

Rabbis Without Borders è un forum dinamico per esplorare le questioni contemporanee nel mondo ebraico e oltre. Scritto da rabbini di diverse denominazioni, punti di vista e parti del paese, Rabbis Without Borders è un progetto di Clal The National Jewish Center for Learning and Leadership.

Viene spesso spiegato che a Rosh Hashanah, il compleanno della creazione, celebriamo il rinnovamento di Dio nel mondo. L'ordine naturale, i pianeti, le acque, gli alberi, gli animali dalle balene giganti ai minuscoli microbi. Iniziamo l'anno con grande speranza. Ogni rinnovo del nostro contratto di locazione qui sulla Terra segna il passare del tempo. Siamo ancora tutti qui, ed eravamo consapevoli che avrebbe potuto essere altrimenti. Siamo infatti fin troppo dolorosamente consapevoli che alcuni non sono più con noi in questo regno. Su Rosh Hashanah, facciamo il punto, esprimiamo gratitudine, facciamo nuove promesse e costruiamo speranza per il prossimo anno.

Ma con questa concezione di Rosh Hashanah, dobbiamo essere curiosi del perché solo dieci giorni dopo, nello Yom Kippur, siamo già stati giudicati di nuovo. Ecco, il giorno del giudizio è su di noi! Anche gli angeli sono costernati. Non avrebbe avuto più senso avere prima il giudizio (Yom Kippur) e poi celebrare il rinnovamento della creazione (o almeno qualunque aspetto di essa sopravvissuto al suo giudizio)? I dieci giorni tra le due festività, i Dieci giorni di pentimento, ci danno un'idea di come potrebbe essere essere un giocatore NBA portato in una nuova squadra con un contratto di 10 giorni. Giocare duro. Fai del tuo meglio. Bene, ti farò sapere tra 10 giorni se tornerai. Se vuoi tornare: NON sbagliare.

Era questa l'intenzione?

Forse, ma c'è un altro modo di guardare all'ordine di Rosh Hashanah e Yom Kippur che vale la pena considerare:

A Rosh Hashanah, come il capodanno secolare del primo gennaio, iniziamo il nuovo anno con introspezione. Guardiamo indietro, valutiamo e facciamo progetti per il prossimo anno. Qualche ricalibrazione comporta obiettivi modesti: perderò cinque chili entro il Ringraziamento. Altri progetti che facciamo sono più coinvolti Farò più tempo per fare volontariato nella mia comunità lanciando una nuova iniziativa. Mentre celebriamo il passaggio da un anno all'altro, estendiamo questa autovalutazione per fare il punto su come stanno andando i nostri cari, come stanno le nostre comunità e persino considerare le cose che stanno succedendo nel nostro paese e nel mondo in generale. Siamo attenti osservatori delle nostre imperfezioni e, nei momenti più pieni di speranza di Rosh Hashanah, trasformiamo rapidamente quelle osservazioni in piani d'azione per ciò che dobbiamo correggere, iniziando da noi stessi e estendendoci verso l'esterno. I nostri migliori piani crescono dalle priorità che modelliamo da preoccupazioni reali.

A Yom Kippur, dieci giorni dopo aver identificato e avviato la nostra pianificazione per un prossimo capitolo migliore, veniamo giudicati per le scelte affrettate che abbiamo fatto su Rosh Hashanah. I dieci giorni tra l'inizio dell'anno e lo Yom Kippur costituiscono un periodo di riflessione. Forse ho individuato tutti i problemi giusti, forse no. Forse ero troppo ambizioso; nel mio entusiasmo, non ero realistico. Forse, sono stato troppo facile con me stesso? Forse ho considerato la mia parte dell'equazione ma non la prospettiva degli altri? Avrei dovuto pensare più globalmente, più politicamente? Ho scelto correttamente le mie priorità?

Rosh Hashanah ci viene dato a sostegno della nostra naturale inclinazione a sognare come il prossimo anno possa essere migliore dell'ultimo. Yom Kippur arriva 10 giorni dopo, così possiamo valutare se abbiamo preso gli impegni giusti. È una benedizione e una gentilezza divina che è stata data questa possibilità di rileggere le nostre nuove promesse. Abbracciamo la grazia di Dio inerente all'ordinamento di questi giorni santi.

 (attribuzione foto: Di M.Stris )

È Rosh Hashanah prima o dopo Yom Kippur

Data di Yom Kippur

Yom Kippur cade ogni anno il decimo giorno del mese ebraico di Tishrei, che è 9 giorni dopo il primo giorno di Rosh Hashanah.

Quanto tempo dopo Rosh Hashanah si svolge Yom Kippur

Lo Yom Kippur si tiene il decimo giorno di Tishrei, dieci giorni dopo l'inizio del Rosh Hashanah (il capodanno ebraico).

Quanto sono distanti Rosh Hashanah e Yom Kippur

Domenica, 9 settembre, segna l'inizio del periodo annuale più sacro dell'ebraismo: i 10 giorni tra le festività di Rosh Hashanah e Yom Kippur. Le due festività, e spesso il periodo intermedio in modo più informale, sono conosciute come le High Holy Days all'interno del giudaismo.

Ciò che viene prima di Rosh Hashanah

Giorni prima di Rosh Hashanah

Rosh Hashanah è preceduto dal mese di Elul, durante il quale gli ebrei dovrebbero iniziare un autoesame e il pentimento, un processo che culmina nei dieci giorni dello Yamim Nora'im, i giorni del timore reverenziale, che iniziano con Rosh Hashanah e terminano con la festa dello Yom Kippur.