Seleziona una pagina

C'è un comfort essenziale nelle ricette che provengono dalle nostre nonne.

Per generazioni, hanno tramandato l'amore per la famiglia cucinando piatti ebraici. Penso che aggiornare la cucina ebraica classica sia un buon modo per assicurarsi che l'amore duri.

Kumput, era il nome di mia nonna con accento yiddish per la composta di frutta secca in umido. Quando ero bambino, questo piatto era un alimento base nelle case ashkenazite. Ce l'hanno fatta tutte le nonne ebree. Era particolarmente popolare a Pasqua, ma alcuni bubbes, come il mio, ce l'hanno fatta tutto l'anno.

Nel suo libro, Encyclopedia of Jewish Food, Gil Marks spiega che la frutta zuccherata e cotta era stata a lungo apprezzata nel mondo islamico e che il metodo per cucinare questo favorito ricco di zucchero si è fatto strada in Europa attraverso le consuete rotte commerciali. Quando la barbabietola da zucchero divenne ampiamente disponibile nell'Europa orientale, il piatto familiare che conosciamo come composta divenne un piatto regolare nelle famiglie ebraiche.

Naturalmente i prodotti freschi erano disponibili solo durante le stagioni più calde, ma i nostri antenati frugali conservavano ciò che restava essiccando e conservando la frutta per l'inverno. Venuta Pasqua, la frutta secca era pronta per la cottura: dolce, deliziosamente sciroppata e anche parve, che la rendeva il dessert perfetto dopo un pasto festivo. E, come sottolinea Joan Nathan, perfetto per lo Shabbat, mentre lo cucini in anticipo.

La composta di mia nonna era fatto principalmente con prugne secche. A volte, come indulgenza, includeva le albicocche secche più costose. Quando ero bambino non ero un grande fan della sua composta, quindi l'ho cucinato solo decenni dopo, dopo una visita in Egitto. È stato lì che ho provato il khoshaf, un piatto simile alla composta ashkenazita, e l'ho trovato incredibilmente delizioso.

Ho iniziato a sperimentare. Ho deciso di ravvivare il piatto per renderlo più elegantemente moderno e avvincente, anche per i bambini. Usavo ancora prugne e albicocche, ma includevo anche una varietà di frutta secca: fichi, mirtilli rossi, datteri, mele, ciliegie, uvetta e mango. E ho cambiato la ricetta di mia nonna anche in altri modi: ha cucinato la frutta in acqua zuccherata e limone, ma io uso il succo di frutta (qualunque sia il tipo che ho in frigo, solitamente mango, ananas o succo d'arancia) e, ogni tanto, ho aggiunto del vino, solitamente vino dolce (come un Riesling tedesco). La nonna aggiungeva di tanto in tanto della cannella; Ho cucinato il piatto condito con bastoncini di cannella, chiodi di garofano interi, baccelli di cardamomo, baccelli di vaniglia, zenzero cristallizzato e/o anice stellato. Di tanto in tanto infilo dentro alcuni grani di pepe interi. A volte uso lo zucchero, ma più spesso preparo questa composta con sciroppo d'acero o miele. La versione qui sotto è la mia preferita.

In questi giorni ho sempre questa composta nel mio frigo. Lo mangiamo spesso a colazione con yogurt bianco alla greca. È anche una delizia sopra la farina d'avena o sopra i pancake o il French Toast. Ma l'ho servito anche con gelato, panna montata o mascarpone zuccherato per dessert. Alcune volte ne ho anche frullato una piccola quantità, mescolato con un po' di Sriracha e l'ho usato come salsa barbecue. Questo è un piatto versatile con ampio appeal.

E anche se non è mia nonna kumput, penso ancora a lei ogni volta che lo faccio.

ingredienti

  • 1 1/2 tazza di acqua (o 3/4 di tazza di acqua più 3/4 di tazza di vino bianco dolce)
  • 1 1/2 tazze di nettare di mango o albicocca o succo d'arancia o succo d'arancia/ananas
  • 1/4 tazza di sciroppo d'acero
  • 1 3 bastoncini di cannella
  • 1 3 bacca di vaniglia aperta
  • 2 cucchiai di zenzero cristallizzato tritato
  • 6-8 fichi secchi interi
  • 6-8 date Medjool snocciolate
  • 1 tazza di metà di albicocche secche
  • 8-10 prugne secche
  • 1/2 tazza di uvetta o mirtilli rossi secchi o ciliegie

Indicazioni

  1. Mettere l'acqua, il succo, lo sciroppo d'acero, la stecca di cannella e il baccello di vaniglia in una casseruola abbastanza grande da contenere tutta la frutta secca.
  2. Portare a bollore a fuoco alto. Accendete il fuoco a medio-basso e fate sobbollire per 15 minuti.
  3. Aggiungere la frutta e cuocere a fuoco lento per altri 15-20 minuti o fino a quando la frutta non sarà morbida. Fate raffreddare la frutta in padella.
  4. Scartare la stecca di cannella e la bacca di vaniglia. Lasciate raffreddare.
  5. Servire con il liquido di cottura.

Quali frutti sono i migliori per stufare

ingredienti

  • 500 g di frutta di stagione, come rabarbaro, prugne, albicocche, fragole o pere.
  • Pezzo di zenzero da 2,5 cm, facoltativo, se si utilizza il rabarbaro.
  • zucchero a velo, a piacere.

La frutta cotta è sana

I frutti in umido sono molto salutari grazie al gel solubile come componente di fibra (i pezzi molli) per la salute dell'intestino e dell'intestino. Incoraggiano la crescita di batteri sani e consentono movimenti intestinali regolari.

Cosa si intende per frutta cotta

la frutta o la carne in umido è stata cotta lentamente in un liquido.

Qual è la differenza tra composta e frutta cotta

Il fatto è, tuttavia, che non c'è davvero alcuna differenza tra i due. Una composta (quasi letteralmente) si riduce a dei pezzi di frutta stufati nello sciroppo. Ciò significa che, a parte il frutto stesso, c'erano dell'acqua e dello zucchero coinvolti.