Seleziona una pagina

Per alcuni ebrei, l'idea di festeggiare il capodanno il 31 dicembre li mette a disagio. Vedono la festa come parte della tradizione secolare e quindi non ebraica. Alcuni scelgono di non partecipare perché lo vedono come un tradimento della tradizione ebraica.

Perché commemorare un'usanza americana è vista in modo così sospetto? Abbiamo paura che in qualche modo possa far sembrare le tradizioni ebraiche meno avvincenti, o siamo così ossessionati dalla nostra unicità da non riuscire a vedere la nostra connessione con il resto del mondo?

Se il nostro scopo è solo quello di essere diversi, allora non ne vale la pena.

Come festeggiare

La domanda non è se dovremmo o non dovremmo festeggiare. Ma come dobbiamo farlo? C'è un modo per celebrare la festa in modo ebraico? Ci sono intuizioni ebraiche che possiamo portare all'occasione che la renderebbero più significativa.

Il nuovo anno segna un momento in cui le persone ovunque celebrano la possibilità di costruire un domani migliore. Simboleggia il desiderio umano di demarcare il passato dal futuro, il vecchio dal nuovo. Ma se capissimo davvero che le nostre parole, i nostri propositi e impegni possono creare un nuovo inizio? E se credessimo davvero che i nostri voti avessero il potere di aiutarci a superare il passato?

C'è un profondo desiderio umano di poter ricominciare, di non lasciarsi imprigionare dal passato. Abbiamo bisogno di provare speranza per nuove possibilità e vedere che il nostro futuro non è governato interamente dalla nostra storia. Non sorprende che le immagini del Tristo Mietitore e del Padre Tempo siano simili e che il simbolo del nuovo anno sia un bambino. Riduciamo parte del vecchio e facciamo spazio a qualcosa di nuovo.

Ideali ebraici

Anche queste sono idee molto ebraiche. La tradizione ebraica celebra la capacità di ricominciare tutto l'anno. Nella vita ebraica ogni giorno, ogni settimana e in molte altre occasioni, ci viene data la possibilità di ricominciare. Integrare un'altra celebrazione è molto in linea con la nostra tradizione.

Nelle preghiere mattutine quotidiane, gli ebrei ringraziano Dio per aver rinnovato il mondo. Ogni Shabbat ricordiamo il primo momento della creazione e, così facendo, diamo a noi stessi la possibilità di ricominciare. A Rosh Hashanah, gli ebrei ovunque celebrano il compleanno del mondo, e anche nella Mishna, il codice di diritto, riconosciamo più Rosh Hashanah (Capodanno), quindi commemorarne un altro non è estraneo alla pratica ebraica.

Consigli

Ecco alcuni suggerimenti per rendere il Capodanno più ebraico:

La vita ebraica insegna l'importanza delle parole. Come potrebbe essere applicata questa lezione a Capodanno?

La tradizione ebraica ha preso sul serio il potere trasformativo dei voti per migliaia di anni. Cosa significherebbe prendere i buoni propositi per il nuovo anno così seriamente da poter trasformare la tua vita?

La saggezza ebraica offre un senso di equilibrio per una vita sana. Possiamo festeggiare il nuovo anno senza esagerare?

La maggior parte dei gruppi religiosi tradizionali ha evitato di celebrare il nuovo anno, quindi le celebrazioni non hanno saggezza per guidarli. Coloro che hanno offerto una guida spesso lo hanno fatto in un modo che sembra difensivo. Ma se riusciamo a trovare un modo per usare le nostre tradizioni per contribuire a colmare il divario, possiamo creare modi di vivere più ricchi e significativi.

Il rabbino Brad Hirschfield è il vicepresidente del CLAL -The National Jewish Center for Learning and Leadership. –>

Gli ebrei non festeggiano il capodanno

Secondo il sondaggio, oltre un quarto degli ebrei israeliani che si considerano laici o tradizionalisti, ma non religiosi, affermano di celebrare la vigilia di Capodanno. Tra la folla tradizionale ortodossa e ultraortodossa, quel numero scende al di sotto del 5%.

Quanti nuovi anni festeggiano gli ebrei

Le quattro ricorrenze del capodanno ebraico

Il tempo è prezioso e sacro e il nostro calendario ebraico è pieno di modi per segnare la nostra crescita nel corso dell'anno. Ci sono anche quattro date di "capodanno" che celebrano esperienze e valori diversi! Ecco brevi spiegazioni per le commemorazioni speciali.

Come si chiama il capodanno ebraico

Rosh Hashanah non segna solo l'inizio del capodanno ebraico, ma è anche l'inizio dei grandi giorni santi. Viene celebrato con preghiere, pasti festivi e gioiosi suoni dello shofar, un corno il cui suono si crede sia una chiamata al pentimento dal peccato.

Cosa succede nel capodanno ebraico

Gli High Holy Days comprendono sia Rosh HaShanah che Yom Kippur. Pregare in sinagoga, riflettere personalmente e ascoltare o suonare lo shofar. Rosh Hashanah è un'osservanza e una celebrazione di due giorni che inizia il primo giorno di Tishrei, che è il settimo mese dell'anno ecclesiastico.