Seleziona una pagina

Jewish Renewal è un movimento religioso ebraico che combina una forte enfasi sulle pratiche spirituali, in particolare quelle tratte dal giudaismo chassidico, con valori socialmente progressisti come l'egualitarismo di genere e la consapevolezza ambientale. Le sue pratiche attingono dal misticismo ebraico e dal pensiero chassidico, riformulate in termini progressisti contemporanei e profondamente influenzate dalla controcultura degli anni '60. Il rinnovamento ebraico è stato descritto come un matrimonio di chassidismo con un'etica New Age.

Il movimento è piccolo per gli standard delle denominazioni ebraiche tradizionali, e comprende solo circa 50 comunità affiliate, la maggior parte negli Stati Uniti. Il numero di ebrei che si identificano con il Rinnovamento è abbastanza piccolo che il Pew Survey of American Jews del 2013 lo ha raggruppato con altri piccoli movimenti (come il Reconstructionism) con cui si identifica circa il 6% degli ebrei americani in totale. E come il Ricostruzionismo, il Rinnovamento Ebraico è orgoglioso di aver aperto la strada a innovazioni che da allora hanno trovato ampio consenso nella più ampia comunità ebraica.

Sebbene abbia molte delle caratteristiche di una denominazione ebraica convenzionale, inclusi un programma di formazione rabbinico e cantoriale, un'associazione del clero, una rete di sinagoghe e convenzioni regolari, il rinnovamento si descrive come un atteggiamento, non una denominazione. Tra le altre cose, le comunità enfatizzano sia la preghiera gioiosa che i periodi di tranquilla contemplazione, un approccio liberale alla legge ebraica, un forte legame tra la pratica ebraica e il mondo naturale e un'apertura al prestito da altre tradizioni spirituali. Il movimento è uniformemente egualitario e accogliente nei confronti degli ebrei LGBTQ e delle famiglie interreligiose.

Il movimento è nato dal lavoro del rabbino Zalman Schachter-Shalomi, un visionario leader spirituale e autore famoso per la sua profonda cultura ebraica e la vasta familiarità con le tradizioni spirituali di altre fedi, nonché per la sua propensione alla sperimentazione creativa. Nato in Europa da una famiglia ortodossa con radici chassidiche, Schachter-Shalomi ha iniziato la sua carriera come rabbino chabad ma alla fine si è avventurato ben oltre i suoi confini, immergendosi profondamente nei movimenti culturali degli anni '60 e provando notoriamente l'LSD con Timothy Leary (e riportando indietro ai suoi colleghi sul suo potenziale spirituale). Ha terminato la sua carriera a Boulder, in Colorado, come titolare della World Wisdom Chair presso l'università buddista Naropa.

Schachter-Shalomi credeva che vari sviluppi della civiltà del 20° secolo Auschwitz, Hiroshima e il moonwalk del 1969 fossero esempi spesso citati, erano così destabilizzanti da rendere irrilevanti i tradizionali modi di pensare e di pratica ebraici. Il giudaismo, sosteneva, doveva essere rinnovato, armonizzato con i modi emergenti di comprendere il mondo. Non può essere lo stesso ebraismo di prima, ha detto Schachter-Shalomi. Deve fare i conti con il tempo emergente.

Schachter-Shalomi ha attinto alla tradizione chassidica e mistica nella ricerca del tipo di rinnovamento della vita ebraica che riteneva urgentemente necessario, ma ha anche spinto per alcune deviazioni significative dal pensiero e dalla pratica ebraica del passato. Ha esortato gli ebrei a superare la loro visione trionfalista secondo cui solo loro sono i portatori della verità spirituale e hanno costruito stretti rapporti con i leader di altre comunità di fede, anche prendendo in prestito alcune delle loro tecnologie spirituali. Ha reinventato una serie di tradizioni ebraiche per essere consapevole delle comprensioni emergenti intorno all'ambientalismo e al femminismo. E lui ei suoi seguaci introdussero varie innovazioni spesso importate da altre tradizioni che da allora sono diventate comuni nel mondo ebraico, in particolare l'incorporazione di pratiche orientali come lo yoga, il canto e la meditazione.

Alla fine degli anni '70, Schachter-Shalomi fondò una sinagoga a Filadelfia, Bnai Or (Sons of Light). Da allora il suo nome è cambiato nel più neutrale rispetto al genere Pnai Or (Faces of Light). Un certo numero di comunità di rinnovamento oggi usano variazioni su quel nome. Negli anni '90, il movimento si è fuso con lo Shalom Center, un gruppo di advocacy liberale guidato dal rabbino Arthur Waskow, che riflette i due poli attorno ai quali gran parte del movimento del Rinnovamento ruota attorno al lavoro di riparazione interiore del cuore e al lavoro esterno di attività sociali e politiche modificare. I gruppi in seguito si separarono.

La dichiarazione di principi del rinnovo, adottata negli anni '90, riflette l'impegno del movimento per la crescita spirituale personale, nonché il suo tentativo di armonizzare gli antichi insegnamenti ebraici con i valori contemporanei. Studieremo, insegneremo e renderemo accessibili testi e scritti [sacri ebrei] con tutti coloro che desiderano incontrarli, lotteremo con il loro contenuto e significato e decideremo a cosa attingere e cosa lasciare, legge uno. Altri principi vincolano il Rinnovamento all'egualitarismo di genere, all'uguaglianza LGBTQ, alla pace israelo-palestinese e alla riconciliazione razziale.

Il rinnovo è molto più decentralizzato rispetto alle denominazioni tradizionali. La sua organizzazione principale, ALEPH: The Alliance for Jewish Renewal, ha sede a Filadelfia. Ma il suo programma di ordinazione non ha una sede fisica, basandosi invece su varie forme di apprendimento a distanza punteggiate da regolari incontri di persona. Mancano anche le grandi reti di supporto dei campi estivi e delle sinagoghe sottoscritte dalle denominazioni più grandi.

La morte di Schachter-Shalomis nel 2014 è stata uno spartiacque per Renewal. Sebbene avesse rinunciato alla guida quotidiana del movimento alcuni anni prima, la sua influenza tra i seguaci del Rinnovamento rimane ineguagliabile ei suoi insegnamenti rimangono un pilastro della vita religiosa delle comunità del Rinnovamento così come dei suoi programmi di formazione del clero.

Midrash

Pronunciato: MIDD-rash, Origine: ebraico, il processo di interpretazione mediante il quale i rabbini hanno riempito le lacune riscontrate nella Torah.

Shabbat

Pronunciato: shuh-BAHT o shah-BAHT, Origine: ebraico, il Sabbath, dal tramonto del venerdì al tramonto del sabato.

tallit

Pronunciato: tah-LEET o TAH-liss, origine: ebraico, scialle di preghiera.

Chi ha fondato il giudaismo del rinnovamento

Risalente agli anni '60, il movimento si basa sugli insegnamenti del rabbino Zalman Schachter-Shalomi, un rabbino di formazione chassidica che ha cercato di rinnovare il significato spirituale dell'ebraismo americano.

Che cos'è il giudaismo riformato in termini semplici

Ebraismo riformato, un movimento religioso che ha modificato o abbandonato molte credenze, leggi e pratiche ebraiche tradizionali nel tentativo di adattare l'ebraismo alle mutate condizioni sociali, politiche e culturali del mondo moderno.

Il giudaismo ricostruzionista crede in Dio

Il ricostruzionismo si distingue dagli altri rami del giudaismo per la sua teologia. Influenzato dal naturalismo religioso popolare del suo tempo, Kaplan non accettò il concetto di Dio come persona, ma piuttosto vide Dio come il Potere nell'universo che crea giustizia e salvezza.

Quali sono le 4 sette del giudaismo

Un nuovo sondaggio del Pew Research Center rileva che quasi tutti gli ebrei israeliani si identificano con uno dei quattro sottogruppi: Haredi ("ultra-ortodossi"), Dati ("religiosi"), Masorti ("tradizionali") e Hiloni ("secolare") .