Seleziona una pagina

La cerimonia nuziale ebraica si conclude con un famoso botto. Calpestare un bicchiere è una delle caratteristiche più note dei matrimoni ebraici. Tradizionalmente, lo sposo compiva l'atto; oggi la coppia spesso condivide l'onore/piacere, rompendo uno o due bicchieri avvolti nel tovagliolo.

Pochi simboli ebraici hanno un'unica spiegazione, e questa è decisamente caleidoscopica. L'usanza risale alla scrittura del Talmud:

Mar bar Rabina ha organizzato una festa di matrimonio per suo figlio. Osservò che i rabbini presenti erano molto gay. Quindi prese un costoso calice del valore di 400 zuzim e lo ruppe davanti a loro. Così li ha resi sobri. ( Berakhot 5:2 )

In altre parole, dove c'è gioia, ci dovrebbe essere tremore.

Nel Medioevo, le facciate delle sinagoghe in Germania erano intarsiate con una pietra speciale con il preciso scopo di rompere un vetro alla fine dei matrimoni. Tuttavia, la sua interpretazione cambiò in qualche modo nel XIV secolo, quando, secondo Maurice Lamms The Jewish Way in Love and Marriage , fu visto come un promemoria della distruzione del Tempio di Gerusalemme. Ad ogni modo, la lezione è che anche al culmine della gioia personale, ricordiamo il dolore e le perdite subite dal popolo ebraico e ricordiamo un mondo che ha bisogno di guarigione.

La fragilità del vetro suggerisce la fragilità dei rapporti umani. Poiché anche l'amore più forte è soggetto a disintegrazione, il vetro si rompe come una specie di incantesimo: come questo vetro si rompe, così il nostro matrimonio non si rompa mai.

I rumori forti sono un metodo antico per spaventare e placare i demoni che sono attratti da persone belle e fortunate, come la coppia felice sotto la huppah (anche comunemente chuppah ).

Il matrimonio è un patto, che nell'ebraismo si fa infrangendo o tagliando qualcosa. Al Sinai furono rotte delle tavolette; a un matrimonio, vetri rotti tagliano il patto.

Rompere il vetro ha anche connotazioni sessuali, in quanto prefigura la liberazione dell'unione sessuale, che non solo è consentita ai coniugi, ma è anche loro richiesta. Per secoli rompere il vetro simboleggiava implicitamente la rottura dell'imene, motivo per cui era così importante che lo sposo avesse successo.

Lo schianto del vetro pone fine al silenzio del tempo mitico sotto la huppah, e il mondo si precipita dentro. Tutti esalano, applaudono e gridano, Mazel tov! La celebrazione ha inizio.

Puoi rompere qualsiasi tipo di vetro: vecchio, nuovo, preso in prestito o blu. Qualunque cosa tu scelga, dovrebbe essere ben avvolto per evitare lesioni. Un tovagliolo di stoffa pesante è standard, ma puoi acquistare un sacchetto di raso o un sacchetto di velluto. (Alcuni artigiani realizzano ricordi usando i frammenti.) Mentre una lampadina avvolta in un tovagliolo di lino potrebbe fare un rumore più forte, sembra un povero sostituto di un simbolo così ricco e antico.

Estratto con il permesso da The Jewish Wedding Now (Simon & Schuster)

Stai organizzando un matrimonio ebraico? Aiutiamoci! Iscriviti a Breaking the Glass, una serie di email che ti aiuterà a guidarti verso il matrimonio che fa per te!

chuppa

Pronunciato: KHOOP-uh o khoo-PAH, Origine: ebraico, baldacchino sotto il quale si svolge una cerimonia nuziale ebraica.

Talmud

Pronunciato: TALL-mud, Origine: ebraico, l'insieme degli insegnamenti e dei commenti alla Torah che costituiscono la base della legge ebraica. Composto dalla Mishnah e dalla Gemara, contiene le opinioni di migliaia di rabbini di diversi periodi della storia ebraica.

Qual è il significato di rompere il vetro a un matrimonio ebraico

Rottura del vetro

Alcuni dicono che rappresenti la distruzione del Tempio di Gerusalemme. Altri dicono che dimostra che il matrimonio contiene dolore oltre che gioia ed è una rappresentazione dell'impegno a sostenersi l'un l'altro anche nei momenti difficili.

Puoi rompere un bicchiere a un matrimonio ebraico

I matrimoni ebraici progressisti o tradizionali, religiosi o laici, prevedono quasi sempre la rottura del vetro alla fine della cerimonia. Tradizionalmente, l'uomo da solo rompeva il vetro; oggi, alcune coppie rompono il bicchiere insieme o rompono due bicchieri.

Cosa fai con i vetri rotti di un matrimonio ebraico

Come vuole la tradizione, la rottura del vetro è uno degli aspetti più belli della cerimonia e viene salvata come parte di un regalo di nozze in un ricordo o ricordo di qualcun altro (come i genitori).