Seleziona una pagina

La maggior parte del Seder Zeraim riceve meno attenzione nella diaspora, perché le sue leggi si applicano solo all'interno della Terra d'Israele. Non esiste Talmud babilonese su Seder Zeraim (con la notevole eccezione del trattato molto studiato su Berakhot (benedizioni).

Il lettore medio contemporaneo troverà Seder Zeraim abbastanza sconcertante, se non irrilevante. Come suggerisce il nome (Semi), questa sezione della Mishnah si concentra sulle leggi agricole, non l'argomento più urgente per la maggior parte degli ebrei urbani e suburbani di oggi. Tuttavia, la dedizione di un intero seder della Mishnah alle questioni agricole ci ricorda fino a che punto il giudaismo è emerso da una comunità basata sull'agricoltura.

Mentre le singole leggi agricole possono aver perso la loro rilevanza diretta per molti di noi, le discussioni sul governo religioso di quella che un tempo era una parte centrale della vita quotidiana possono guidare le nostre esplorazioni del ruolo dell'ebraismo nella nostra vita quotidiana.

I temi di Seder Zeraim

Le leggi agricole ebraiche, come espresse nella Mishnah e in altre fonti rabbiniche, suggeriscono la convinzione che la propria terra e la propria produzione non siano mai interamente proprie. Sei degli 11 masekhtot (trattati) che compongono il Seder Zeraim riguardano l'obbligo di dedicare una certa percentuale della propria produzione al sostentamento dei kohanim (sacerdoti), dei leviti (che prestarono servizio nell'antico tempio) e dei poveri, che non avere una terra propria.

Un trattato, Peah (angolo), tratta dell'obbligo di lasciare parte del raccolto dei propri campi per i bisognosi. Il trattato Kilayim (trattenersi) affronta una limitazione alla produzione agricola: la Bibbia proibisce di mescolare due tipi di semi nello stesso campo. Shviit (il settimo anno) si concentra sulle leggi di Shmita (rilascio) durante l'anno sabbatico quando l'agricoltura è vietata. Orlah (l'albero incirconciso), riguarda il divieto di mangiare da alberi di età inferiore ai tre anni.

Bikkurim (primizie), discute l'obbligo di offrire a Dio i propri primi frutti nella festa di Shavuot.

In totale, tutti i trattati del Seder Zeraim tranne uno sono dedicati a leggi che limitano la produzione o limitano la proprietà dei coltivatori dei suoi prodotti. Il restante e primo trattato, Berakhot, non si occupa affatto di questioni agricole.

La legge di Peah (Lasciare gli angoli)

La legge del peah (angolo), discussa nell'omonimo trattato, si riferisce al comando biblico: Quando mieterai il raccolto della tua terra, non mieterai fino ai margini del tuo campo. . . li lascerai al povero e allo straniero (Levitico 23:22). Come è tipico, la Mishnah definisce più precisamente i parametri di una legge biblica abbastanza vaga. Mentre la prima misnah (o unità) del trattato Peah dichiara che il comandamento relativo al peah è tra gli obblighi per i quali non è definito alcun limite superiore o inferiore, la seconda misnah dichiara:

Non si può mettere da parte meno di 1/60 della propria terra come pisello, e anche se abbiamo detto che il pisello non ha limite superiore o inferiore, tutto va secondo la grandezza del campo, secondo il numero dei poveri, e secondo la dimensione del raccolto (Mishnah Peah 1:2).

Pur riconoscendo che la Torah lascia indefinito il termine bordi, la Mishnah definisce il termine in modo tale da mantenere lo spirito della legge biblica. Poiché la Torah spiega la peah come mezzo per sostenere i poveri della comunità, la Mishnah specifica che l'obbligo della peah varia secondo la propria ricchezza personale e secondo i bisogni dei poveri. In questo modo, la Mishnah trasforma un vago comandamento in linee guida più specifiche sulla divisione dei propri campi.

L'anno Shmita (il sabato delle terre)

Come la legge della peah, le leggi dell'anno shemitah, discusse nel Tractate Shviit, si basano su un comando biblico che limita la proprietà della propria terra:

Quando entrerai nel paese che ti assegno, il paese osserverà un sabato del Signore. Sei anni puoi seminare il tuo campo e sei anni puoi potare la tua vigna e raccogliere il raccolto. Ma nel settimo anno il paese avrà un sabato di completo riposo, un sabato del Signore: non seminerai il tuo campo né poterai la tua vigna (Levitico 25:2-4).

Tractate Shviit amplia la legge biblica della shmita definendo l'inizio e la fine dell'anno, aggiungendo alle categorie di lavori agricoli proibiti e applicando le leggi della shmita a frutta e verdura non menzionate nella Torah. Presumibilmente, come nel caso del Tractate Peah, le restrizioni legali del Tractate Shviit mirano a preservare lo spirito della legge biblica di Shviit eliminando quante più scappatoie o potenziali indulgenze possibili.

Maaserot (Decima dei prodotti)

La maggior parte del Seder Zeraim è dedicata alle leggi del maaserot (la decima). L'obbligo della decima deriva da una serie di passi biblici che ordinano la separazione di parte dei prodotti per i kohanim, per i leviti e per il pellegrinaggio a Gerusalemme. La Torah non specifica né l'importo di queste decime né i tipi di prodotti soggetti a queste decime. Come in tutto il Seder Zeraim, la Mishnah trasforma l'obbligo biblico vagamente affermato di pagare la decima in un insieme preciso e inequivocabile di leggi.

I comandamenti della decima sono sparsi nei libri dei Numeri e del Deuteronomio. I versetti rilevanti richiedono di dare una parte non specificata del proprio pane e dei propri sacrifici ai kohanim (Numeri 15:20; Deuteronomio 18:34), dare una parte del raccolto ai leviti, mettere da parte un decimo dei propri prodotti da mangiare a Gerusalemme (Deuteronomio 12:17-19; 14:22-23), riservando un decimo ogni tre anni ai poveri (Deuteronomio 14:28), e aiutando a sostenere i leviti, che non hanno terra di loro proprio (Deuteronomio 12:9; 14:27).

L'ordine delle decime

Per sintetizzare questi comandi sparsi in un sistema coerente, la Mishnah assegna un ordine e una quantità prestabiliti a ciascuna delle decime. La Mishnah definisce l'ordine delle decime come segue:

Terumah: un regalo ai kohanim tra 1/60 e 1/40 di raccolto

Rishon Maaser : Un regalo ai leviti di 1/10 del raccolto che rimane dopo

Terumah è stata separata. Il levita, a sua volta, dà al kohen 1/10 di questo dono.

Maaser sheni : durante il primo, secondo, quarto e quinto anno del ciclo di sette anni, 1/10 del prodotto rimanente viene messo da parte per essere portato a Gerusalemme e consumato dal proprietario.

Maaser Oni : Durante il terzo e il sesto anno del ciclo di sette anni, una decima per i poveri sostituisce la Maaser sheni.

Categorie di prodotti da pagare la decima

La Mishnah si occupa principalmente di definire leggi specifiche per vaghi comandamenti biblici. Così, Tractate Maaserot , il trattato che offre regole generali sulle decime, inizia:

[I saggi] stabilirono una regola generale sul maaserot: tutto ciò che è cibo, è custodito e cresce dalla terra è soggetto a maaserot Quando i frutti diventano soggetti a maaserot? Fichi dal momento della raccolta e lasciati per ventiquattro ore [e sono pronti da mangiare], uva e uva selvatica quando iniziano a maturare, sommacco e gelsi quando diventano rossi, e tutti i frutti rossi quando diventano rossi .(1:1-2)

La Bibbia non specifica né i tipi di prodotti soggetti alla decima né il tempo appropriato per la decima. La Mishnah elimina questa ambiguità descrivendo in dettaglio il processo della decima e definendo le categorie di cibo che devono essere pagate.

Trattato Berakhot (Benedizioni)

Come suggerisce il nome, Berakhot si concentra sulle leggi della preghiera, il formato e l'ordine delle preghiere, i tempi per recitare determinate preghiere e le benedizioni appropriate per vari cibi e occasioni. Non è chiaro il motivo per cui questo trattato compare nel Seder Zeraim. Alcuni suggeriscono che l'inclusione in questo trattato di benedizioni su diversi tipi di prodotti giustifichi la sua inclusione nel seder dedicato alle leggi agricole. Tuttavia, la maggior parte del Trattato Berakhot affronta altre questioni di preghiera e benedizione; il fatto che alcune delle benedizioni incluse nel trattato siano legate all'agricoltura non sembra offrire una spiegazione sufficiente per l'inclusione di questo trattato nel Seder Zeraim.

L'importanza di Seder Zeraim per gli ebrei moderni

Tra i trattati nel Seder Zeraim, il Tractate Berakhot rimane il più ovviamente rilevante e il più studiato oggi, poiché le preghiere e le benedizioni continuano a svolgere un ruolo centrale nella pratica rituale ebraica. Il sesto capitolo, che si concentra sulle benedizioni per diversi tipi di cibo, e il nono capitolo, che designa le benedizioni per determinate occasioni, sono buoni punti di partenza per esplorare il posto delle benedizioni nel giudaismo e la teologia che sta alla base del nostro sistema di benedizioni e preghiere.

Sebbene non osserviamo le leggi di Peah nel senso letterale di lasciare gli angoli del nostro campo ai poveri, Tractate Peah rimane una potente affermazione sulle nostre responsabilità verso i poveri e sul nostro rapporto con la nostra proprietà. Inoltre, i principi generali enunciati nel suo primo capitolo possono aiutarci a comprendere meglio tutti i nostri doveri riguardo al dare ai bisognosi.

kohen

Pronunciato koe-HAIN, anche KOE-hen, Origine: Ebraico, discendente dei figli di Aaronne che servirono come sacerdoti nel Tempio di Gerusalemme.

Mishnah

Pronunciato: MISH-nuh, Origine: ebraico, codice di diritto ebraico compilato nei primi secoli dell'era volgare. Insieme alla Gemara, costituisce il Talmud.

Talmud

Pronunciato: TALL-mud, Origine: ebraico, l'insieme degli insegnamenti e dei commenti alla Torah che costituiscono la base della legge ebraica. Composto dalla Mishnah e dalla Gemara, contiene le opinioni di migliaia di rabbini di diversi periodi della storia ebraica.

Torah

Pronunciato: TORE-uh, Origine: ebraico, i cinque libri di Mosè.

Quanti Mishnayos Seder Zeraim

Struttura

Masekhet Capitoli Mishnah
Seder Zeraim 11 masechtot 75 655
Berakhot 9 57
Pe'ah 8 69
Demai 7 53

Quali sono i sei ordini della Mishnah

I sei ordini della Mishnah sono:

  • Zera'im ("Semi"): 11 trattati.
  • Mo'ed ("Festival"): 12 trattati.
  • Nashim ("Donne"): 7 trattati.
  • Neziqin ("Torts"): 10 trattati.
  • Qodashim ("Cose sacre"): 11 trattati.
  • Tohorot ("Purezza"): 12 trattati.

Cos'è la Mishnah nella Bibbia

Cos'è la Mishnah? Compilata intorno al 200 da Giuda il Principe, la Mishnah, che significa "ripetizione", è il primo autorevole corpo di diritto orale ebraico. Registra le opinioni dei saggi rabbinici conosciuti come i Tannaim (dall'aramaico 'tena', che significa insegnare).