Seleziona una pagina

NOTA: per saperne di più sulle tendenze attuali nelle scuole diurne ebraiche ortodosse e non ortodosse nordamericane, insieme alle scuole ebraiche (note anche come scuole supplementari o congregazionali) e alle scuole charter ebraiche, consultare il nostro sito partner JTA.

Ristampato con il permesso dell'American Jewish Desk Reference (The Philip Lief Group).

Negli Stati Uniti, l'educazione alle tradizioni dell'ebraismo ha avuto una storia complessa, dominata da numerosi cambiamenti nell'orientamento e negli obiettivi. Dal periodo coloniale, quando la piccola comunità sefardita fondò la sua prima scuola privata, alle scuole congregazionali istituite dalla comunità ebraico-tedesca a metà del XIX secolo, alle scuole comunitarie Talmud Torah che servivano gli immigrati dell'Europa orientale del all'inizio del 20° secolo, l'educazione ebraica ha tentato di essere parallela e complementare al sistema educativo americano e di creare istituzioni durature che preservano e sostengono la vita ebraica come forza vitale per la prossima generazione.

L'educazione ebraica è stata utilizzata sia per l'americanizzazione che per preservare la cultura e la tradizione ebraica europea. È stata fonte di polemiche e dibattiti sul rapporto tra educazione religiosa e secolare.

Le prime scuole ebraiche americane

I primi coloni ebrei sefarditi in Nord America o istruivano i loro figli privatamente nelle proprie case o pagavano perché venissero insegnati nelle scuole private. Nell'era coloniale e per tutto l'inizio del XIX secolo, l'istruzione non era considerata una responsabilità comunitaria ebraica.

La prima scuola ufficiale sotto gli auspici ebraici fu fondata a Shearith Israel (la sinagoga spagnola e portoghese) nel 1731 a New York City. Concentrandosi sugli studi ebraici, la scuola (sebbene annessa alla sinagoga) operava come un'entità separata con le proprie tasse. Nel 1755, Shearith Israel si espanse per includere materie secolari, come la composizione inglese. Dopo la chiusura durante la guerra rivoluzionaria, la scuola riaprì e funzionò come scuola diurna fino al 1821, ricevendo fondi statali come parte del sistema scolastico comune di New York che consentiva ai bambini ebrei poveri di ricevere un'istruzione.

Nel complesso, poche congregazioni del 18° secolo stabilirono istituzioni durature. C'era una convinzione generale che l'istruzione ebraica fosse part-time e secondaria. Gli studi secolari e religiosi erano visti come attività separate.

Scuole congregazionali

A metà del XIX secolo, i nuovi immigrati ebrei tedeschi, insoddisfatti del contenuto e della qualità degli studi ebraici, iniziarono a fondare scuole diurne congregazionali che combinavano l'istruzione secolare e quella religiosa. Bnai Jeshurun, la prima sinagoga ashkenazita di New York, fu la prima a organizzare una scuola diurna nel 1842. Pochi anni dopo, Isaac Mayer Wise [un luminare del movimento di riforma americano] fondò il Talmud Yeladim Institute a Cincinnati e, nel 1851, la Hebrew Educational Society è stata fondata a Filadelfia. Nonostante il tremendo entusiasmo iniziale, queste scuole non durarono oltre l'era della guerra civile.

Entro il 1870, il movimento delle scuole diurne della congregazione ebraica era crollato in disordine per una serie di ragioni, inclusa la mancanza di coordinamento nazionale e la natura transitoria della popolazione ebraica. Inoltre, i sistemi educativi statali iniziarono a soddisfare i bisogni di molti genitori ebrei.

Alla fine del XIX secolo un numero crescente di ebrei tedeschi iniziò a credere che le scuole diurne ebraiche avrebbero creato una divisione malsana tra le comunità ebraiche e gentili in un momento in cui gli immigrati dell'Europa centrale ei loro figli stavano diventando essi stessi parte della corrente principale americana. La cultura americana e la scuola integrata sono state abbracciate come strumenti di socializzazione.

Nello stesso momento in cui gli ebrei sono diventati più integrati nell'istruzione pubblica generale, le sinagoghe hanno iniziato a sviluppare una scuola ebraica supplementare per l'istruzione religiosa. Rebecca Gratz fondò la prima scuola domenicale a Filadelfia e altre sinagoghe iniziarono programmi sabbatici e pomeridiani di un'intera giornata. L'influenza del giudaismo riformato, incentrato sull'universalismo piuttosto che sul particolarismo del giudaismo, fece sì che molti di questi programmi sinagoga evitassero l'ebraico e lo studio dei testi classici a favore del monoteismo e delle traduzioni in inglese della Bibbia. Le prime scuole libere ebraiche sono emerse anche, nell'era del dopoguerra civile, come mezzo per fornire istruzione ebraica ai bambini di genitori meno abbienti e per contrastare l'influenza delle scuole missionarie cristiane nei quartieri ebraici.

Talmud Torah

La fine del XIX e l'inizio del XX secolo hanno visto l'arrivo di centinaia di migliaia di immigrati dell'Europa orientale che sentivano poco o nessun legame con la maggior parte delle opzioni di istruzione ebraica disponibili. In genere rifiutavano le scuole gratuite e l'universalismo dei programmi supplementari della Riforma, con alcuni a New York che gravitavano invece verso le scuole Talmud Torah basate sulla comunità, che usavano il loro yiddish nativo come lingua di insegnamento e enfatizzavano l'apprendimento tradizionale della Torah e del Talmud .

Non sorprende che la consolidata comunità ebraica tedesca considerasse negativamente le scuole del Talmud Torah a causa della loro convinzione che sostenere le tradizioni e le pratiche religiose dello shtetl [villaggio] dell'Europa orientale rappresentasse un passo indietro rispetto al diventare americani a tutti gli effetti e culturalmente raffinati.

Sfide: scuole pubbliche contro scuole ebraiche

Sebbene gli ebrei americani stabili abbiano creato istituzioni educative come l'Educational Alliance per trasformare gli immigrati e si siano scontrati con i nuovi arrivati ​​per il loro desiderio di preservare le usanze del vecchio mondo, non ci è voluto molto perché gli immigrati ebrei dell'Europa orientale accettassero le scuole pubbliche per l'educazione dei loro figli e figlie. La coesione comunitaria necessaria per creare scuole diurne ebraiche che offrissero studi religiosi e soddisfacessero anche i nuovi requisiti di istruzione statale si è rivelata scoraggiante.

Nonostante il rispetto per la tradizione da parte delle nuove famiglie di immigrati, la maggior parte dei genitori voleva che i propri figli imparassero la lingua ei valori della loro nuova casa. Sebbene gli ebrei dell'Europa orientale abbiano creato heder s (scuole elementari religiose) per replicare istituzioni educative simili a quelle del vecchio paese, i figli influenzati dagli americani non condividevano necessariamente l'entusiasmo dei loro padri per l'heder rav (leader) e il mondo che rappresentava . All'inizio della prima guerra mondiale, solo un quarto dei bambini in età scolare riceveva un'istruzione ebraica a New York City.

In un declino significativo, l'educazione ebraica richiese un'infusione di modernizzazione e nuova linfa, e giunse nella persona di Samson Benderly. Benderly si dedicò professionalmente all'educazione ebraica mentre studiava medicina a Baltimora. Nella seconda decade del 20° secolo, è venuto a New York per sviluppare e guidare il nuovo Bureau of Jewish Education. Come suo obiettivo principale, il Bureau ha cercato di unire la popolazione ebraica della città collegando le forme ebraiche tradizionali agli ideali americani contemporanei. Benderly ha incoraggiato gli educatori ebrei a considerare il processo di americanizzazione compatibile con la costruzione di una cultura ebraica praticabile negli Stati Uniti.

Nello stesso momento in cui Louis Brandeis iniziò a inquadrare il sionismo come fondamentalmente allineato ai valori americani, i fondatori dell'educazione ebraica moderna usarono gran parte della stessa retorica per promuovere l'educazione ebraica in quanto univa il meglio del pensiero e della pratica ebraica americana e tradizionale.

Sebbene l'Ufficio abbia cercato di costruire una scuola comune ebraica, le sue limitate risorse finanziarie hanno spostato la sua attenzione sul lavoro con i Talmud Torah di New York per migliorare e rinvigorire i loro programmi di studio. Ma la nuova proliferazione di educatori ebrei fece precipitare l'istituzione di Bureaus of Jewish Education in una varietà di altre città tra il 1915 e il 1938, tra cui Minneapolis, Pittsburgh, Detroit, Buffalo e Baltimora, e portò alla fondazione di nuovi college per insegnanti di ebraico.

La tradizione ebraica dell'Europa orientale tendeva a favorire l'istruzione per i ragazzi molto più che per le ragazze, con particolare attenzione alla preparazione del bar mitzvah e al recital di preghiera tenuto da tutor privati ​​o nell'ambiente esclusivamente maschile. Nel 1920 l'educazione ebraica delle ragazze divenne più accettata ei seminari per la formazione degli insegnanti per le scuole ebraiche iscrivevano un numero crescente di studentesse. Inoltre, nelle scuole laiche yiddish sviluppate negli anni '20 da fondazioni socialiste e sioniste sindacali, le ragazze studiavano allo stesso modo dei ragazzi. La maggior parte delle scuole diurne private ebraiche continuava ad essere esclusivamente per ragazzi. Negli anni '30, Shulamith, la prima scuola diurna per ragazze, aprì a Brooklyn con un curriculum praticamente identico a quello delle scuole diurne per ragazzi.

Scuole diurne

A partire dalla fine degli anni '30 e accelerando durante e soprattutto dopo la seconda guerra mondiale, lo sviluppo di nuove scuole congregazionali ebraiche portò a concentrarsi principalmente sull'educazione religiosa piuttosto che culturale. Scuole congregazionali di diverse denominazioni ebraiche hanno potuto svilupparsi in nuovi contesti urbani e soprattutto suburbani, ma le scuole yiddish ei programmi educativi più radicali e nazionalisti sono andati meno bene a causa della crescente mobilità economica e dell'acculturazione dei figli degli immigrati. Con l'istituzione dello Stato di Israele, il messaggio nazionalista è stato istituzionalizzato in tutte le scuole congregazionali ebraiche ortodosse tranne che nelle più tradizionali.

Uno dei cambiamenti più sorprendenti nell'educazione ebraica moderna è stata la crescita delle scuole private ebraiche diurne, un fenomeno che risale all'era coloniale e alla metà del XIX secolo. Questo movimento si è evoluto [in parte] a causa dell'immigrazione di rifugiati chassidici ultra-ortodossi in arrivo dall'Europa prima e dopo la seconda guerra mondiale. Senza alcun desiderio di integrarsi nella corrente principale americana o di separare l'istruzione generale da quella religiosa, questi chassidim svilupparono scuole separate per ragazzi e ragazze per prepararli a diventare ebrei osservanti e ultra-ortodossi.

Più sorprendente, forse, è stato lo sviluppo da parte del movimento conservatore delle proprie Scuole diurne Solomon Schechter, che sono state istituite in più di 60 comunità. Il movimento di riforma ha iniziato a sviluppare scuole diurne, sebbene rappresentino solo [una piccola percentuale] del totale complessivo di questi programmi. La proliferazione di queste scuole può essere ricondotta alla convinzione di molte famiglie ebree nate ed educate in America che non è più necessario mandare i propri figli alla scuola pubblica per acculturarli come americani. Questi genitori vogliono un sistema educativo ebraico per i loro figli perché vogliono impregnarli del pensiero e dei valori ebraici.

AGGIORNAMENTO: da quando è stato pubblicato questo articolo, la situazione nelle scuole Schechter è cambiata, con molte difficoltà di iscrizione, cambiamento di affiliazione o chiusura del tutto. Per saperne di più sulle tendenze attuali nelle scuole diurne ebraiche ortodosse e non ortodosse, nelle scuole congregazionali e nelle scuole charter ebraiche, consultare il nostro sito partner JTA.

(c) 1999, il gruppo Philip Lief. Ristampato con autorizzazione. –>

bar mitzvah

Pronunciato: bar MITZ-vuh, anche bar meetz-VAH, Origine: ebraico, rito di passaggio ebraico per un ragazzo di 13 anni.

chassidico

Pronunciato: khah-SID-ik, Origine: ebraico, un flusso all'interno del giudaismo ultra-ortodosso che è cresciuto da un movimento di revival mistico del 18° secolo.

mitzvà

Pronunciato: MITZ-vuh o meetz-VAH, Origine: ebraico, comandamento, usato anche per significare buona azione.

sefardita

Pronunciato: seh-FAR-dik, Origine: ebraico, che descrive gli ebrei discendenti dagli ebrei di Spagna.

Talmud

Pronunciato: TALL-mud, Origine: ebraico, l'insieme degli insegnamenti e dei commenti alla Torah che costituiscono la base della legge ebraica. Composto dalla Mishnah e dalla Gemara, contiene le opinioni di migliaia di rabbini di diversi periodi della storia ebraica.

talmud torà

Pronunciato: TALL-mud TORE-uh, Origine: ebraico, nome vecchio stile per la scuola ebraica.

Torah

Pronunciato: TORE-uh, Origine: ebraico, i cinque libri di Mosè.

Come si chiama il liceo ebraico

La Yeshiva High School – chiamata anche Mesivta (Metivta) o Mechina o Yeshiva Ketana, o in Israele Yeshiva Tichonit – combina l'istruzione religiosa ebraica intensiva con un'istruzione superiore secolare.

Quali sono le 3 scuole dell'ebraismo

Ecco una breve descrizione dei tre rami principali dell'ebraismo moderno – riformato, ortodosso e conservatore – insieme a spiegazioni su come si sono evoluti e alcune delle pratiche che seguono. Per la maggior parte della storia del giudaismo, non c'erano rami separati come li intendiamo ora.

Quali sono le quattro scuole dell'ebraismo

Oggi, le divisioni più importanti sono tra i movimenti ortodossi tradizionalisti (comprese le sette Haredi e sioniste religiose (Dati)); movimenti modernisti come il giudaismo conservatore, masorti e riformato; ed ebrei laici o Hiloni.

Come si chiama una scuola ebraica per ragazze

Bais Yaakov (in ebraico: בית יעקב anche Beis Yaakov, Beit Yaakov, Beth Jacob o Beys Yankev; lett. Casa [di] Jacob) è un nome generico per le scuole elementari e secondarie ebraiche Haredi a tempo pieno per ragazze ebree in tutto il mondo.