Seleziona una pagina

Quando arrivò il 1980, Israele aveva subito quattro guerre e aveva appena firmato il suo primo accordo di pace con uno dei suoi vicini arabi, in un accordo con l'Egitto nel 1979.

Ma gli anni '80 furono tutt'altro che pacifici per lo Stato di Israele.

Guerra con il Libano

L'Organizzazione per la Liberazione della Palestina (OLP), costituita nel 1964 e con sede in Libano dopo essere stata espulsa dalla Giordania, effettuava regolarmente attacchi di guerriglia nel nord di Israele. In risposta, nel 1982, Israele invase il Libano, arrivando fino a Beirut, e alla fine cacciando l'OLP dal Libano, costringendoli a trasferirsi in Tunisia.

Israele ha ottenuto una vittoria iniziale, ma molti sono arrivati ​​​​a vedere le azioni di Israele come un fallimento generale. Innanzitutto Israele (e in particolare il ministro della Difesa Ariel Sharon) ha subito la condanna internazionale per aver consentito un massacro nei campi profughi palestinesi di Sabra e Shatila per mano di alcuni cristiani libanesi. Inoltre, mentre l'OLP era gravemente indebolita, la guerra ha lasciato un vuoto di potere in Libano che è stato riempito dalla Siria, che è intervenuta rapidamente per controllare il suo vicino.

L'Intifada

Nel 1987, sono scoppiate rivolte nella Striscia di Gaza dopo che un camionista civile israeliano si è schiantato accidentalmente contro il campo profughi di Jabaliya, uccidendo quattro persone. Sostenuta e finanziata dall'OLP in Tunisia, la rivolta si è diffusa in Cisgiordania. L'esercito israeliano ha cercato di fermare la rivolta, ma senza successo. Conosciuta come la Prima Intifada, i disordini e le proteste si sono diffusi in Israele e nei territori palestinesi, con alcune delle violenze più pesanti che si sono verificate a Gerusalemme. L'Intifida non terminò ufficialmente fino al 1993.

All'indomani dell'Intifada, i palestinesi sembravano pronti ad ammorbidire le loro opinioni nei confronti di Israele e gli israeliani hanno iniziato a guardare all'OLP come a un potenziale partner per la pace. Dopo una rivolta devastante, entrambe le parti sembravano pronte a venire al tavolo delle trattative, anche con pochissima fiducia dall'altra parte.

Nel 1988, Yasser Arafat, presidente dell'OLP e organizzatore di passati attacchi terroristici contro israeliani, annunciò che avrebbe accettato uno stato israeliano accanto a uno palestinese. Sperava che la sua rinuncia al terrore e la sua accettazione di Israele avrebbero legittimato l'OLP agli occhi degli Stati Uniti e della comunità mondiale, portando alla creazione finale di uno stato palestinese.

Trattative con i palestinesi

Mentre il primo ministro israeliano Yitzhak Shamir ignorava Arafat e rifiutava di accettare la legittimità dell'OLP, il successore di Shamir, il leader del partito laburista Yitzhak Rabin, iniziò i negoziati con l'OLP.

I colloqui iniziali tra l'OLP, Israele e gli Stati Uniti sono stati tenuti segreti a causa delle pressioni del ministro degli Esteri Shimon Peres. Sebbene fossero lontani dal raggiungere un accordo di pace, Rabin ha interpretato i negoziati come un segno che Arafat poteva essere un vero partner per la pace.

Nel 1991 Shamir si era incontrato faccia a faccia con i governi arabi a Madrid, ma gli incontri di Rabins, dopo la sua elezione nel 1992, con un uomo considerato da molti israeliani un leader terrorista come Arafat si sono rivelati molto più controversi. Gli incontri hanno sollevato domande nella società israeliana che non erano più ipotetiche: quanta terra dovrebbe essere data per la pace? Ci si può fidare dei palestinesi dopo sei anni di violenta rivolta?

Accordi di Oslo

Nel 1993, con il presidente degli Stati Uniti Bill Clinton a guardare, Rabin e Arafat si strinsero la mano sul prato della Casa Bianca dopo aver raggiunto un accordo, noto come Accordi di Oslo.

Gli accordi di Oslo non includevano un accordo di pace tra israeliani e palestinesi, ma fornivano una tabella di marcia per gli obiettivi tra i due popoli. Nella Dichiarazione dei Principi, Israele ha accettato un ritiro graduale dai territori palestinesi, con l'acquisizione del controllo dell'OLP, nonché il riconoscimento dell'OLP come Autorità Palestinese. Questioni come Gerusalemme sarebbero state discusse in un secondo momento.

Anche senza soluzioni concrete, gli accordi di Oslo sembravano promettenti. Le cose stavano migliorando e nel 1994 Israele ha raggiunto il suo secondo accordo di pace con un vicino arabo quando Rabin ha firmato un accordo con il re giordano Hussein.

Assassinio di Rabins

Ma tutto si è fermato bruscamente nel 1995. In una manifestazione per la pace a Tel Aviv il 4 novembre, Rabin è stato assassinato da Yigal Amir, un israeliano estremista di destra che si è opposto al processo di pace. Sebbene l'assassinio di Rabin non abbia fermato il piano di pace da solo, esso, insieme a una serie di attentati suicidi, ha portato all'elezione nel 1996 di Benjamin Netanyahu e del suo partito di centro-destra, il Likud.

Mentre lo slogan della campagna di Netanyahus era Pace con la sicurezza, è diventato chiaro che avrebbe preso una linea dura verso i negoziati con i palestinesi. Il partito era più favorevole ai coloni in Cisgiordania ea Gaza e molto meno fiducioso nell'Autorità Palestinese.

Mentre gli accordi di Oslo erano in vigore, le tensioni tra israeliani e palestinesi erano ancora alte.

Entro la fine del secolo, il primo ministro Ehud Barak si stava preparando a offrire un accordo di pace ad Arafat che alla fine sarebbe stato respinto. Invece della pace, in Israele è scoppiata una seconda Intifada che ha portato ad altri anni di violenza e al rinvio della pace.

Come si chiama l'era degli anni '80

Gli anni '80 (pronunciati "anni ottanta", abbreviato in "anni '80" o "anni ottanta") furono un decennio iniziato a gennaio e terminato a dicembre.

anni '80.

Millennio: 2° millennio
Categorie: Nascite Decessi Per paese Per argomento Stabilimenti Scioglimenti

Quali grandi eventi sono accaduti nel 1980

Quello che è successo nel 1980 Le principali notizie includono John Lennon ucciso a colpi di arma da fuoco a New York, Post-It Notes in vendita, Liberty City, Miami Rioting, MGM Grand Hotel a Las Vegas Distrutto con il fuoco, Crude Oil Windfall Profits Tax Act approvato.

Quali grandi eventi sono accaduti negli anni '80 e '90

  • Oliver North condannato per ruolo Iran-contra.
  • Massiccia fuoriuscita di petrolio dall'Alaska da parte di Exxon Valdez.
  • Invasione americana di Panama; Manuel Noriega rovesciato.
  • I governanti cinesi schiacciano il movimento per la democrazia.
  • Viene aperto il muro di Berlino.

Cosa è successo nella società negli anni '80

Durante gli anni '80, la politica conservatrice e la Reaganomics hanno dominato quando il muro di Berlino è crollato, sono emerse nuove tecnologie informatiche e film di successo e MTV hanno rimodellato la cultura pop.