Seleziona una pagina

La festa di Shavuot si è trasformata da festa prettamente agricola in festa storica e religiosa. Originariamente menzionata nella Torah come festa del raccolto, nel tempo ha assunto nuovi significati tanto che ora come le altre feste di pellegrinaggio Shavuot ha un significato agricolo, storico e religioso. Questi significati contengono una serie di temi, come: contare e segnare il tempo, un periodo di tristezza che porta a un tempo di gioia esplicita e l'idea mistica del matrimonio tra Dio e Israele.

Temi agricoli di Shavuots

I temi trovano riscontro nei numerosi nomi della vacanza. L'agricoltura è evidente in Hag HaKatzir (Festa del raccolto) e Yom HaBikkurim (festa delle primizie); il segno del tempo è evidente in Shavuot (festa delle settimane) e Atzeret, un nome del periodo talmudico che significa una cessazione di qualcosa o un'assemblea solenne; lo storico e il religioso sono evidenti in Zeman Matan Torateinu, il tempo del dono della Torah.


Quando è Shavuot 2023? Clicca qui per scoprirlo.


Shavuot è una festa che segna la fine del conteggio (sefirah) iniziato la seconda sera della Pasqua. Questo arco di tempo colpì la raccolta dell'orzo e del grano quando le persone avrebbero dovuto portare offerte di entrambi al Tempio. L'origine agricola della festa è ancora ricordata ed evidenziata nel Libro di Ruth che si legge a Shavuot. La storia si svolge durante la vendemmia stagionale associata alla festa. Ruth, una donna moabita che ha scelto di unirsi al popolo della suocera Naomis, è vista come la paradigmatica convertita al giudaismo. In un certo senso, fu la prima a rifiutare la propria fede ancestrale e ad accettare volontariamente la legge e la tradizione ebraiche. In questo modo il libro riflette sia il significato agricolo che storico della festa.

Ricevere la Torà

In tempi post-biblici, i rabbini calcolarono che il sesto del mese di Sivan, il giorno di Shavuot, era il giorno in cui gli israeliti ricevevano i Dieci Comandamenti sul monte Sinai. Così, Shavuot divenne la festa che segnava la ricezione della Torah, quando gli israeliti avevano sperimentato la Rivelazione. Shavuot fu di conseguenza trasformata in una festa che non solo aveva un significato agricolo, ma segnava anche il compleanno dell'alleanza tra Dio e Israele. Per gli ebrei tradizionalisti che credono nella Torah min hashamayim (rivelazione diretta di Dio al popolo ebraico sul monte Sinai), Shavuot segna un anniversario storico specifico. Tutti i rami del giudaismo vedono la Torah come un dono divino, ispirato o rivelato. Pertanto, per ogni denominazione ebraica, Shavuot è una festa che mette in evidenza la verità fondamentale e l'importanza della legge morale della Torah.

Anche il misticismo ebraico ha influenzato Shavuot. Per i mistici, Dio è come uno sposo e Israele come una sposa. Shavuot diventa quindi l'anniversario del matrimonio tra Dio e Israele. Vengono fatti altri parallelismi mistici. In occasione del raccolto materiale del grano a Shavuot, il popolo doveva portare due pani come offerta nel Tempio. Ciò rispecchiava il raccolto spirituale di Shavuot, le due tavole della Legge. Anche il conteggio o sefirah (le 7X7 settimane dell'omer) ha implicazioni mistiche. Il numero sette è uguale ai giorni della creazione. La parola sefirah è anche la parola per ciascuno dei livelli di emanazione divina nel misticismo ebraico. Dei 10 livelli, si ritiene che i sette inferiori rientrino nell'apprensione umana.

Studenti in lutto del rabbino Akivas durante l'Omer

Durante il secondo secolo, il periodo precedente a Shavuot cambiò da un periodo di felicità di anticipazione del raccolto, a uno di tristezza. Ci sono una serie di ragioni addotte per questo. Quella menzionata più frequentemente è la leggendaria piaga che presumibilmente uccise 12.000 studenti di Rabbi Akiva. Tuttavia, altre teorie ipotizzano che una volta che Shavuot fu riconosciuto come l'anniversario dell'Apocalisse, il periodo che lo precedette divenne necessariamente uno di apprensione e trepidazione.

Un'altra teoria interessante mette in relazione l'apprensione con il raccolto agricolo stesso. Il periodo omer era quello della maturazione dei frutti, e così si determinava il destino dei raccolti stagionali. In effetti, il Talmud vede Shavuot come il giorno in cui il mondo viene giudicato in relazione ai frutti degli alberi. C'è anche una logica ragione storica per il fatto che il periodo omer divenne un periodo di tristezza. Dopo che il tempio fu distrutto nel I secolo EV, le persone non potevano più portare le loro offerte. Tuttavia, gli ebrei avrebbero comunque segnato il tempo. Il tempo era ormai triste a causa della necessità di commemorare la festa lzekher lamikdash (in memoria del Tempio) piuttosto che al Tempio stesso.

Shavuot è un giorno di grande gioia, che segna la fine della tristezza e commemora la gioia di ricevere la Torah.

Di conseguenza, per alcune centinaia di anni Shavuot è stato il momento in cui i bambini iniziano lo studio della Torah. La gioia dell'apprendimento della Torah è spesso dimostrata fisicamente dando ai bambini caramelle o permettendo loro di leccare il miele dalla pagina studiata.

Pesca

Pronunciato: PAY-sakh, anche PEH-sakh. Origine: ebraico, festa di Pasqua.

Shavuot

Pronunciato: shah-voo-OTE (oo come in boot), anche shah-VOO-us, Origine: ebraico, la festa che celebra la consegna della Torah al monte Sinai, cade nel mese ebraico Sivan, che di solito coincide con maggio o Giugno.

Talmud

Pronunciato: TALL-mud, Origine: ebraico, l'insieme degli insegnamenti e dei commenti alla Torah che costituiscono la base della legge ebraica. Composto dalla Mishnah e dalla Gemara, contiene le opinioni di migliaia di rabbini di diversi periodi della storia ebraica.

Torah

Pronunciato: TORE-uh, Origine: ebraico, i cinque libri di Mosè.

Quali sono i simboli di Shavuot

Un importante simbolo di Shavuot è il Bikkurim, o primizia. Si trattava di un cesto d'oro o d'argento che conteneva il primo raccolto dei raccolti delle Sette Specie e veniva portato al Tempio di Gerusalemme in una processione accompagnata da musica. Queste colture sono: orzo; date; fichi; uva; olive; melograni; e grano.

Quali sono le tradizioni di Shavuot

Oggi celebriamo Shavuot andando in sinagoga per ascoltare i 10 comandamenti, consumando pasti festivi a base di latticini, rimanendo svegli tutta la notte per imparare e leggere il Libro di Ruth. I pasti e la frequenza alla sinagoga sono consuetudine per ogni festività ebraica.

Quali sono i 5 nomi di Shavuot

Nomi nella Torah

Nella Bibbia, Shavuot è chiamata la 'Festa delle Settimane' (ebraico: חג השבועות, Chag HaShavuot, Esodo 34:22, Deuteronomio 16:10); "Festa della mietitura" (חג הקציר, Chag HaKatzir, Esodo 23:16) e "Giorno delle primizie" (יום הבכורים, Yom HaBikkurim, Numeri 28:26).

Come dovrei vestirmi per Shavuot

La festa di Shavuot sta arrivando, portando con sé il consueto consumo di cheesecake e l'indossare abiti bianchi, insieme allo studio della Torah per tutta la notte.