Seleziona una pagina

La decisione di sposarsi è una delle scelte importanti della vita. Alcune coppie ne hanno fatto l'occasione per una celebrazione basata sull'usanza ashkenazita di tenaim letteralmente, le condizioni del matrimonio.

Ogni fidanzamento annuncia che due persone stanno cambiando il loro stato; la dichiarazione pubblica della loro decisione li designa immediatamente sposi. Tenaim dà il via alla stagione delle nozze, ufficialmente ed ebreamente.

Un'antica cerimonia

Dal 12° all'inizio del 19° secolo, il tenaim annunciò che due famiglie avevano fatto i conti con una partita tra i loro figli. Il documento che stabilisce il loro accordo, chiamato anche tenaim, includerebbe la dote e altri accordi finanziari, la data e l'ora della huppah [l'effettiva cerimonia nuziale] e un knas , o penalità, se una delle parti si ritira dall'accordo.

Dopo che il documento è stato firmato e letto ad alta voce da uno stimato ospite, un pezzo di stoviglie è stato rotto. Le origini di questa pratica non sono chiare; l'interpretazione più comune è che un piatto frantumato ricordi la distruzione del Tempio di Gerusalemme, e viene assunta per dimostrare che un fidanzamento rotto non può essere riparato. Il piatto rotto anticipa anche il vetro frantumato che conclude la cerimonia nuziale.

In alcune comunità era consuetudine che tutti gli ospiti portassero delle vecchie stoviglie da frantumare per terra. C'è anche una tradizione secondo cui le future suocere rompono la platea simbolica lacerazione dei legami madre-figlio e il riconoscimento che presto i loro figli si nutriranno a vicenda. Dopo la rottura del piatto, è iniziata la festa.

Possibilità per la celebrazione del Tenaim oggi

Il tenaim non è richiesto dalla legge ebraica e poiché i matrimoni organizzati in famiglia sono diventati un ricordo del passato, la cerimonia ha perso gran parte del suo significato e popolarità. La firma del tenaim tradizionale rimane una pratica vestigiale in alcune comunità ebraiche, dove l'accordo di matrimonio viene firmato il giorno del matrimonio stesso. Le moderne rivisitazioni del tenaim riportano la cerimonia alla sua celebrazione originale e anticipata con alcuni mesi di anticipo.

La celebrazione della tua decisione di sposarti non richiede che nulla sia messo su carta, ma alcune coppie hanno colto questa occasione per formalizzare le decisioni sulla loro vita coniugale, comprese alcune riguardanti argomenti molto specifici, come la gestione del denaro, le decisioni di lavoro in due -familiare di lavoro, trasferirsi in un'altra parte del paese o fare aliya (stabilirsi in Israele), crescere i figli e accettare consulenza in caso di difficoltà. Anche se questo può sembrare molto non tradizionale, in effetti, i documenti tenaim hanno storicamente incluso clausole ed emendamenti che riflettevano preoccupazioni attuali e personali.

Un documento moderno può essere scritto in inglese o in ebraico e inglese e può attingere alla lingua e all'esecuzione del tenaim tradizionale. Può essere calligrafato, testimoniato e formalizzato dall'atto di kinyan , uno scambio simbolico di qualche oggetto che suggella un contratto ed effettua un cambiamento nello stato personale. Oppure il tenaim può essere scritto a mano o dattiloscritto e interamente originale. Puoi leggere il tuo contratto davanti a una comunità di familiari e amici a una festa o mantenerlo privato. Il mandato scritto potrebbe consistere semplicemente in lettere che gli sposi scrivono e forse si scambiano durante la celebrazione del fidanzamento. Questi potrebbero essere letti la sera prima della cerimonia di matrimonio o in un'altra occasione, ad esempio un anniversario di matrimonio.

Una festa per annunciare la notizia di un matrimonio ebraico può essere semplice o elaborata, formale o casual.

Le celebrazioni modem tenaim spesso implicano rituali di improvvisazione, a volte strutturati attorno a simboli ebraici riconoscibili, a volte radicati nelle tradizioni familiari, a volte del tutto originali.

Un Tenaim Havdalah

Barbara e Brian sapevano che le circostanze avrebbero impedito loro di stare insieme per un bel po'. Decisero di fare un accordo, alla presenza di testimoni, che si sarebbero sposati secondo la legge di Mosè e di Israele entro 12 mesi dalla loro residenza nella stessa famiglia. Hanno promesso che fino a quel momento si sarebbero sostenuti e si sarebbero presi cura l'uno dell'altro, si sarebbero visitati e avrebbero comunicato il più spesso possibile e, in caso di gravi problemi personali, avrebbero tentato una riconciliazione. Hanno scritto questo accordo in ebraico e in inglese, con spazio per le loro firme e le firme di due testimoni.

Hanno inviato inviti ad amici e parenti per venire a celebrare il loro tenaim. Gli inviti includevano una spiegazione della cerimonia e una citazione da Osea 2:21: Ti sposerò per sempre. Ti fidanzerò con giustizia e giustizia e con bontà e misericordia. Il loro tenaim era strutturato attorno all'havdalah, la cerimonia del sabato sera che separa lo Shabbat [Sabbath] dal resto della settimana e che celebra le distinzioni. Dopo che Barbara ha spiegato la storia del tenaim, ha acceso due candele separate invece della consueta candela havdalah intrecciata.

Brian ha parlato del contratto che avevano stipulato, e poi un amico ha raccontato una midrash [storia interpretativa] su come Jacob e Rachel si sono innamorati e hanno fatto un patto che un giorno si sarebbero sposati, qualunque cosa fosse successo loro. E così la Bibbia dice che Giacobbe servì sette anni per Rachele e loro sembravano solo pochi giorni a causa del loro amore reciproco.

Barbara ha spiegato che in questo havdalah lei e Brian stavano facendo una distinzione tra un momento in cui erano separati e un momento in cui sarebbero stati insieme. La benedizione sul vino è stata cantata e tradotta, e la coppia ha intinto l'anulare nel vino e si è avvicinato alle labbra. Il vino veniva poi passato alle persone che li circondavano.

I testimoni hanno letto il documento di tenaim, ed è stato firmato. La benedizione dell'havdalah tradizionalmente recitata su una scatola di spezie è stata pronunciata su due fiori profumati che Brian e Barbara si sono dati l'un l'altro come segni di kinyan [letteralmente, acquisizione], che sono stati poi passati per la stanza.

Gli ospiti sono stati invitati ad aggiungere i loro pensieri e benedizioni, quindi la coppia ha preso le due candele e ha letto insieme: Mentre mettiamo insieme le due candele della nostra vita fino a questo momento, chiediamo che il nostro legame sia vibrante e illuminante come questo fiamma, che sia continuamente rinnovata dalle forze del nostro io individuale e che, come questa potente fiamma, la nostra vita insieme possa portare luce, calore e servizio al nostro popolo. Unirono la luce delle loro due candele e recitarono la benedizione sulla fiamma e un'ultima preghiera di havdalah:

Benedetto sei Tu, Vita-Spirito dell'universo,

Chi fa distinzione tra santo e non ancora santo,

tra luce e tenebre,

tra Shabbat e i sei giorni della settimana,

tra impegnato e non impegnato,

tra obiettivi comuni e obiettivi personali,

tra amore e solitudine.

Benedetto sei tu,

Chi distingue tra ciò che è santo e ciò che non è ancora santo.

Un po' di vino fu versato in un piatto e le candele furono cosparse di vino insieme. Il piatto è stato avvolto in un panno e rotto contro un muro al grido di Mazel tov! Fu cantata la Sheheheyanu, una preghiera di ringraziamento. E la festa è andata avanti fino a notte fonda.

Barbara e Brian hanno montato e incorniciato i pezzi del piatto rotto. È appeso nella loro casa, un pezzo di conversazione che è già un cimelio di famiglia.

Estratto con il permesso di The New Jewish Wedding (Simon & Schuster, Inc.).

Havdalah

Pronunciato: hahv-DAHL-uh, Origine: ebraico, dalla radice di separare, la cerimonia che segna la fine dello Shabbat e l'inizio della settimana.

Shabbat

Pronunciato: shuh-BAHT o shah-BAHT, Origine: ebraico, il Sabbath, dal tramonto del venerdì al tramonto del sabato.

Cosa succede a una cerimonia del Tenaim

La cerimonia del Tenaim dichiara le imminenti nozze leggendo un documento di impegno per tutta la vita e frantumando un piatto! Più vicino al matrimonio c'è l'Aufruf, dove lo sposo (o la coppia) recita una benedizione sulla Torah e viene inondato di caramelle.

Cosa fanno nella stanza di Yichud

Nelle comunità più moderne l'yichud ha un ruolo più pratico. "Vanno nella suite nuziale o in qualsiasi stanza privata, condividono del tempo per rilassarsi, ricaricarsi, mangiare, parlare e lasciare che la nuova realtà affondi prima di tornare a celebrare il loro Simcha con la famiglia e gli amici", ha detto il rabbino Shonfeld.

Cos'è la cerimonia di Baraksha

Cerimonia BARAKSHA

Barakhsa è un rituale in cui tutti i cari della famiglia della sposa, solitamente membri maschi, si radunano e si recano a casa dello sposo per benedirlo con doni come vestiti, dolci, frutta come lo shagun. Il rituale significava che il ragazzo sarebbe ora il genero della famiglia.

Cosa significa Kinyan

Kinyan significa letteralmente proprietà o acquisizione. Nella legge ebraica, come concetto halakhico, un atto di kinyan è una procedura formale per rendere un accordo legalmente vincolante. Gli atti di kinyan includono tirare, trasferire, controllare, sollevare o scambiare un articolo.