Seleziona una pagina

Tu BAv, il 15° giorno di Av, è una festa sia antica che moderna. Originariamente un giorno di gioia post-biblico, serviva come giorno di incontro per le donne non sposate nel periodo del Secondo Tempio (prima della caduta di Gerusalemme nel 70 EV). Tu BAv è passato quasi inosservato nel calendario ebraico per molti secoli, ma è stato ringiovanito negli ultimi decenni, specialmente nel moderno stato di Israele. Nella sua moderna incarnazione sta gradualmente diventando una Giornata dell'amore ebraico-ebraica, che ricorda leggermente il giorno di San Valentino nei paesi di lingua inglese.

Non c'è modo di sapere esattamente come sia iniziato il Tu BAv. La prima menzione di questa data si trova nella Mishnah (compilata e modificata alla fine del II secolo), dove viene citato Rabban Shimon ben Gamliel dicendo:

Non ci sono stati giorni migliori (cioè più felici) per il popolo d'Israele del quindicesimo di Av e dello Yom Kippur, poiché in questi giorni le figlie di Israele/Gerusalemme escono vestite di bianco e ballano nelle vigne. Cosa dicevano: Giovane, considera chi scegli (diventare tua moglie)? ( Taanit , Capitolo 4)

Origini della data

La Gemara (il successivo strato interpretativo del Talmud) tenta di trovare l'origine di questa data come un giorno gioioso speciale e offre diverse spiegazioni. Uno di questi è che in questo giorno le tribù bibliche d'Israele potevano mescolarsi tra loro, vale a dire: sposare donne di altre tribù (Talmud, Taanit 30b). Questa spiegazione è alquanto sorprendente, poiché da nessuna parte nella Bibbia c'è un divieto di matrimoni misti tra le 12 tribù d'Israele. Questa fonte talmudica probabilmente allude a una storia nel libro dei Giudici (capitolo 21): dopo una guerra civile tra la tribù di Beniamino e altre tribù israelite, le tribù giurarono di non sposarsi con uomini della tribù di Beniamino.

Va notato che Tu BAv, come molte festività ebraiche (Pasqua, Sukkot, Tu Bishvat) inizia nella notte tra il 14° e il 15° giorno del mese ebraico, poiché questa è la notte di luna piena nel nostro calendario lunare. Collegare la notte di luna piena con il romanticismo, l'amore e la fertilità non è raro nelle culture antiche.

Per quasi 19 secoli tra la distruzione di Gerusalemme e il ristabilimento dell'indipendenza ebraica nello Stato di Israele nel 1948, l'unica commemorazione di Tu BAv è stata che il servizio di preghiera mattutina non includeva la preghiera di penitenza (Tahanun).

Negli ultimi decenni la cultura civile israeliana ha promosso festival di canti e balli nella notte di Tu BAv. Le industrie dell'intrattenimento e della bellezza fanno gli straordinari in questa data. Non ha uno status legale formale come giorno festivo, è un normale giorno lavorativo né il rabbinato israeliano ha avviato alcuna aggiunta alla liturgia o chiesto l'introduzione di antiche pratiche religiose. Il divario culturale tra la società laica israeliana e il rabbinato ortodosso rende improbabile che questi due trovino un denominatore comune nella celebrazione di questa festa antico/moderna nel prossimo futuro.

Av

Pronunciato: ahv, Origine: ebraico, mese ebraico solitamente coincidente con luglio-agosto.

Cosa fanno gli ebrei su Tu B Av

Come il giorno di San Valentino, Tu B'Av è celebrato in Israele con fiori, biglietti, cene romantiche, feste e festival di canti e balli. Donne e uomini mantengono la tradizione di vestirsi di bianco in molte di queste celebrazioni. La vacanza è anche considerata un buon appuntamento per un matrimonio.

Cosa è successo su Tu B Av

Tuttavia, a differenza di San Valentino, Tu B'Av è un'antica festa ebraica che risale ai tempi del Secondo Tempio. Secondo la Mishnah (Taanit 4:8), questo era un giorno annuale di incontri in cui le donne non sposate si vestivano di bianco e ballavano nelle vigne fuori le mura di Gerusalemme.

Cosa significa B Av

Tu si riferisce al numero 15 e Av è il nome del mese ebraico. Av è stato storicamente il mese della distruzione e del lutto. All'inizio del mese è Tisha B'Av (nono giorno del mese di Av), che è la festa che commemora la distruzione del primo e del secondo Tempio Sacro a Gerusalemme.