Seleziona una pagina

Commento a Parashat Shmini, Levitico 9:1 – 11:47, Numeri 19:1 – 22

In queste settimane parte della Torah, Shmini, al popolo ebraico vengono date le leggi sul consumo di pesce. Levitico 11:9-12 spiega che tutte le creature nelle acque, nei mari e nei fiumi con pinne e squame sono accettabili ( kosher ). Tuttavia, quelle creature che non hanno pinne e squame e che sciamano nelle acque sono un abominio, e non ne mangeremo la carne. Se un pesce perde le squame dopo essere stato rimosso dall'acqua, è consentito.

La prima volta nella Torah che Dio parla a una creatura vivente, il discorso è diretto ai pesci. Genesi 1:22 racconta, E Dio li benedisse dicendo: Siate fecondi e moltiplicatevi e riempite le acque dei mari

Un simbolo di fertilità?

La Torah usa il pesce per connotare fertilità e abbondanza. Forse questo è perché molti pesci sono in grado di dare alla luce tanti piccoli contemporaneamente. Quando Giacobbe benedice i suoi nipoti Efraim e Menasse, dice loro: e facciano crescere una moltitudine in mezzo alla terra (Genesi 48:16). La parola ebraica in quel verso tradotta come crescere è vyidgu e sembra derivare dalla parola radice dag, che significa pesce.

Nel mondo di oggi, tuttavia, il pesce non può essere usato come simbolo di fertilità e abbondanza. Nel suo rapporto 2006 sullo stato della pesca nel mondo, la FAO ha stimato che nel 2005, il 52 per cento degli stock ittici marini del mondo è stato completamente sfruttato e quindi ha prodotto catture che erano al livello o vicino ai limiti sostenibili, senza spazio di espansione.

Un altro quarto delle azioni è stato sovrasfruttato (17%), esaurito (7%) o in ripresa dall'esaurimento (1%). Ciò significa che più di tre quarti degli stock ittici marini del mondo vengono attualmente pescati al massimo o sono già stati sovrasfruttati oltre il loro massimo e ora sono in declino. Per tutte queste attività di pesca non c'è spazio per un'ulteriore crescita.

Portare i pesci all'estinzione

Osservando i primi dieci stock ittici catturati in natura, la maggior parte è completamente sfruttata o sovrasfruttata e quindi non ci si può aspettare che produca un forte aumento delle catture. Ad esempio, il merluzzo bianco dell'Alaska è completamente sfruttato nel Pacifico settentrionale e diversi stock di aringa dell'Atlantico sono completamente sfruttati o si stanno riprendendo dall'esaurimento nell'Atlantico settentrionale. La pesca del merluzzo bianco nel Golfo del Maine e nella Georges Bank è sovrasfruttata e la pesca eccessiva è ancora in corso.

L'oceano non riesce a tenere il passo con il nostro desiderio di consumare pesce. L'invio di più barche non è la risposta. Invieremo semplicemente più barche per trovare sempre meno pesci.

Molte specie di pesci hanno bisogno di tempo per crescere e maturare. Il branzino cilena, noto anche come dentifricio della Patagonia, vive almeno 40 anni. Il pesce specchio atlantico può vivere fino a 100 anni. Nel 2001, un pescatore ha catturato uno scorfano del Pacifico di 205 anni. George Washington era ancora presidente quando nacque quel pesce.

Molte specie non diventano attive dal punto di vista riproduttivo fino all'età di 20-30 anni. Aggraveremo il problema catturando pesci giovani che non hanno ancora avuto la possibilità di riprodursi. In tal modo, non diamo loro la possibilità di adempiere la benedizione degli hashem a loro di pru urevu, essere fecondi e moltiplicarsi.

Acquacoltura

L'acquacoltura è stata propagandata da alcuni come una soluzione alla crisi del declino mondiale della pesca. Secondo la FAO, l'acquacoltura rappresenta oggi quasi il 50% del cibo ittico mondiale. Nel 2004, carpa, salmone e tilapia erano tra i primi dieci gruppi di specie in termini di produzione dell'acquacoltura.

Mentre alcuni potrebbero considerare questa come una soluzione al problema della pesca eccessiva e dello sfruttamento, ci sono anche effetti negativi sull'ambiente. Il sovraffollamento nei recinti porta a stress e malattie tra gli animali e questa malattia può diffondersi alle popolazioni selvatiche degli stock vicini, diminuendo la qualità delle acque circostanti.

Inoltre, migliaia di acri di foreste di mangrovie sono state abbattute per accogliere l'allevamento di gamberetti nel sud-est asiatico. Le mangrovie sono importanti in quanto forniscono l'habitat a centinaia di specie, oltre a proteggere le aree montuose dalle tempeste.

Una visione per il futuro

Nahmanides (Spagna, 1194-1270) scrive che la mitzvah di shiluah haken (non prendere una madre e un uccellino contemporaneamente) ci insegna che non dobbiamo estinguere una specie. Stiamo agendo in modo empio quando mangiamo pesce che viene raccolto da una pesca insostenibile? Il nostro desiderio di consumare questi animali dovrebbe essere più importante che lasciarli alle generazioni future o ad altre specie nella catena alimentare che richiedono questi stessi pesci per la loro sopravvivenza?

Una delle descrizioni messianiche di Ezechiele afferma che ogni creatura vivente che brulicherà dovunque andranno i due ruscelli, vivrà, e i pesci saranno molto abbondanti, perché queste acque sono arrivate là, e dovunque scorre il ruscello, saranno guariti e abitare. E sarà [un luogo] accanto al quale staranno i pescatori, da Ein-Ghedi a Ein-eglaim; saranno un luogo per stendere le reti; i loro pesci saranno di molte specie, come i pesci del mare grande, moltissimi (Ezechiele 47:9-10).

Dobbiamo cercare di vivere la nostra vita in un modo che promuova le visioni dei profeti di Dio e non le sminuisca. Dovremmo sforzarci di vedere ancora una volta i fiumi e gli oceani brulicare di pesci.

La scelta migliore che possiamo fare è mangiare pesce proveniente da una pesca sostenibile. Ci sono molti pesci kosher che vengono pescati in modo sostenibile. Il Monterey Bay Aquarium fornisce informazioni sulle buone scelte ecologiche per mangiare frutti di mare.

Il salmone dell'Alaska catturato in natura riceve il punteggio migliore e ha la certificazione ecologica del Marine Stewardship Council. Altre specie di pesci kosher che ricevono un punteggio migliore o buono includono: tilapia allevata negli Stati Uniti o in America centrale, tonno pinna gialla catturato negli Stati Uniti da troll o da palo e lingcod catturato in natura dagli Stati Uniti o dal Canada. A gennaio 2007, 22 attività di pesca in tutto il mondo sono state valutate e certificate in modo indipendente come conformi allo standard MSC.

Il nostro dominio sulle creature nelle acque non ci dà anche il diritto di provocarne l'estinzione. Il mondo e tutti i suoi abitanti appartengono a Dio. Le nostre pratiche di pesca insostenibili hanno portato allo stato attuale della pesca mondiale. Cioè, le nostre azioni vengono a scapito del compimento dei pesci di pru urevu, operando contro la benedizione che Dio ha dato loro.

L'opportunità davanti a noi è quella di acquistare pesce in modo sostenibile, adempiendo al mandato divino per la gestione umana del pianeta di Dio lovdah ulshomra di usarlo e proteggerlo.

Azioni suggerite:

1. Cerca il pesce che acquisti per vedere se è sostenibile

2. Impegnarsi ad acquistare pesce sostenibile.

3. Visita due fantastici siti Web, qui e qui.
Kesher Israele a Georgetown, Washington, DC. –>

Fornito da Canfei Nesharim, fornisce la saggezza della Torah sull'importanza di proteggere il nostro ambiente.

kosher

Pronunciato: KOH-sher, Origine: ebraico, aderente al kashrut, le leggi alimentari ebraiche tradizionali.

mitzvà

Pronunciato: MITZ-vuh o meetz-VAH, Origine: ebraico, comandamento, usato anche per significare buona azione.

Torah

Pronunciato: TORE-uh, Origine: ebraico, i cinque libri di Mosè.

Qual è il significato di un simbolo di pesce

Il simbolo cristiano del pesce, conosciuto allora più comunemente come Vesica Piscis, era usato per rappresentare la forza e il potere del genere femminile ♀️. Era usato come rappresentazione esclusiva delle donne, della fertilità e della sessualità.

Cosa simboleggia il pesce nella Bibbia

Il simbolo dell'ichthys è anche un riferimento alla 'Santa Eucaristia, con la quale il miracolo della moltiplicazione dei pani e dei pesci aveva un legame così intimo sia nel tempo che nel significato.' Raffigurato nelle Catacombe di San Sebastiano e nelle Catacombe di Priscilla, il simbolo è citato anche nel

Cosa significa il simbolo dei 3 pesci

Negli ambienti cristiani il pesce è un simbolo di Cristo e si credeva che i tre pesci rappresentassero la Trinità.