Seleziona una pagina

La dottoressa Naomi G. Cohen dell'Università di Haifa riferisce (1997) che la famiglia di suo marito è vegetariana da più di 70 anni e che il loro piatto di seder contiene due uova sode. La logica di questo: l'osso del solito piatto sta per il Korban Pesach [sacrificio pasquale], e l'uovo per il Korban Hagigah [sacrificio festivo], che veniva mangiato prima del pezzettino di Korban Pesach per riempirsi prima del cibo. Ebbene, se il Korban Hagigah può essere simboleggiato da un uovo, perché non anche il Korban Pesach?

Questa è una soluzione insolita e idiosincratica.

Molti vegetariani (coloro che usano l'Haggadot di Robert e Roberta Kalechofsky) usano una combinazione di orzo secco o grano (avvolto in pellicola trasparente) insieme a olive e uva. Questa seconda opzione viene fornita con un midrash moderno come testo di prova:

Come vegetariani, al posto dello stinco, mettiamo olive, uva e chicchi d'orzo non fermentato, che simboleggiano i comandamenti della compassione per gli oppressi, che si trovano nella Bibbia. Usiamo le olive per commemorare il comandamento di lasciare il secondo scuotimento degli ulivi ai poveri, usiamo l'uva per commemorare il comandamento di lasciare il secondo scuotimento delle viti ai poveri (Deuteronomio 24:20), e usiamo grani di orzo non fermentato (o altri chicchi azzimi o non fermentati), per commemorare il comandamento di non mettere la museruola al bue quando calpesta il grano nei campi (Dt 25,4), cioè di riconoscere gli appetiti naturali dell'animale e non interferire con loro. Questo comandamento è considerato il più antico concetto esistente di diritti degli animali e sancisce la dignità e i diritti dell'animale. Haggadah for the Liberated Lamb (1985 [la penultima pagina non numerata prima dell'inizio del seder], 1988) e Haggadah for the Vegetarian Family (1993).

Questo è veramente liberatorio per l'agnello, poiché non fa menzione dell'agnello e non ha nulla a che fare con il ruolo svolto dall'agnello nella storia della Pasqua né con l'antico mondo biblico.

Una pratica più comune a cui si fa riferimento tra i vegetariani è l'uso di una barbabietola sul piatto del seder al posto di uno zeroa. Il primo riferimento a questo che ho trovato è in The Jewish Catalog (1973), pagina 142 nella barra laterale:

Per i vegetariani, che potrebbero opporsi all'uso di un osso di agnello sul piatto del seder (come ricordo del sacrificio pasquale): è halakhicamente [legalmente] accettabile utilizzare una barbabietola alla griglia come sostituto.

Coloro che usano una barbabietola si riferiscono a Pesachim 114b come loro testo di prova. Ho letto questo passaggio numerose volte. L'unico riferimento a una barbabietola è:

Quali sono i due piatti? Disse R. Huna: Barbabietola e riso. Raba era particolare per la barbabietola e il riso, poiché [così] era uscito dalla bocca di R. Huna. R. Ashi disse: Da R. Huna si può dedurre che nessuno presta attenzione alla seguente [sentenza] di R. Johanan b. Nuri. Poiché è stato insegnato, R. Johanan b. Nuri disse: Il riso è una specie di mais e il karet viene sostenuto per [mangiarlo] nel suo stato lievitato, e un uomo adempie al suo dovere con esso durante la Pasqua. Ezechia disse: Anche un pesce e l'uovo su di esso. R. Joseph disse: Sono necessarie due specie di carne, una in ricordo dell'offerta pasquale e l'altra in memoria dell'Hagigah. Rabina disse: Anche un osso e il [suo] brodo.

L'unica deduzione che vedo che questo ha a che fare con lo zeroa appare proprio alla fine, dove il testo afferma che sono necessari due tipi di carne, uno in memoria dell'offerta pasquale [lo zeroa] e il secondo in memoria dell'Hagigah [il betzah].

Il rabbino Scott Aaron offre questa spiegazione (leggermente modificata):

Coloro che fanno riferimento a Pesachim 114b come fonte stanno mescolando problemi. Pesachim 114bs citando la barbabietola e il riso sono per i due piatti extra sul tavolo menzionati nella precedente Mishnah come richiesti a un tavolo seder con matzah, maror e haroset. Questa era la prova della pratica iniziale che un seder dovrebbe essere un pasto vegetariano in modo da non dare alcuna apparenza in un mondo post-Tempio che stavamo tentando di sostituire o offrire il nostro zeroa senza il Tempio. Le aggiunte successive di piatti di carne come rappresentanti del sacrificio pasquale e l'Hagigah nella Gemara sono proprio questo, aggiunte successive da una tradizione diversa e apparentemente persuasiva. Da qui deriva anche l'aggiunta dello zeroa nel nostro piatto.

La barbabietola usata oggi nei seder vegetariani è in realtà destinata a sostituire la zeroa per il suo colore rosso sangue, che ricorda anche il sacrificio pasquale. Per quanto ne so, non è collegato a Pesachim 114b ma piuttosto un'innovazione per i vegetariani moderni che potrebbero o meno aver realizzato quanto siano collegati alla tradizione attraverso un seder vegetariano.

Cynthia Baker del Dipartimento di studi del Vicino Oriente della Cornell University ha offerto una spiegazione diversa per la barbabietola:

Qual è il significato della barbabietola? È qui per ricordarci un incidente accaduto nel 1945, quando le donne schiave nel campo di concentramento di Buchenwald cambiarono una definizione negativa in una positiva. Improvvisamente mi venne in mente che l'Haggadah avrebbe potuto essere scritta per noi. Se ho solo cambiato il tempo passato dal presente al presente, è stato scritto su di noi. In quel momento la scena in caserma era brutta, c'erano davvero risse, imprecazioni e urla così quando ho chiesto alle donne di tacere è stato come un miracolo, questo silenzio assoluto in caserma. Ho iniziato il seder chiedendo perché questa notte è diversa. E ho detto che ogni notte litighiamo e litighiamo e stasera ricordiamo. C'erano quasi un migliaio di donne lì. Ho preso la fetta di barbabietola da zucchero e ho detto, questo è il pane della nostra sofferenza. E poi abbiamo fatto voto che se fossimo sopravvissuti, una barbabietola sarebbe stata sul nostro tavolo da seder.'

Non so da dove provenga l'account, ma è quello che ho visto e sentito più spesso.

I vegetariani della comunità ebraica hanno cercato un sostituto adatto allo zeroa (stinco), uno dei componenti del piatto del seder. Ci sono stati un certo numero di candidati, il più popolare è la barbabietola. Ristampato con il permesso dell'autore da www.davka.org.

Copyright 1999 del rabbino Mark Hurvitz. http://davka.org/why/bejewish/vegeshankbone.html

Gemara

Pronunciato: guh-MAHR-uh, Origine: aramaico, un compendio di scritti e discussioni rabbiniche dei primi secoli dell'era volgare. Il Talmud comprende Gemara e Mishnah, un codice di diritto su cui elabora Gemara.

Haggada

Pronunciato: huh-GAH-duh o hah-gah-DAH, Origine: ebraico, letteralmente raccontando o raccontando. A Haggadah è un libro che viene utilizzato per raccontare la storia dell'Esodo al seder pasquale. Ci sono molte versioni disponibili che vanno da quelle molto tradizionali a quelle non tradizionali e puoi anche crearne una tua.

Mishnah

Pronunciato: MISH-nuh, Origine: ebraico, codice di diritto ebraico compilato nei primi secoli dell'era volgare. Insieme alla Gemara, costituisce il Talmud.

Pesca

Pronunciato: PAY-sakh, anche PEH-sakh. Origine: ebraico, festa di Pasqua.

seder

Pronunciato: SAY-der, Origine: ebraico, letteralmente ordine; di solito usato per descrivere il pasto cerimoniale e il racconto della storia della Pasqua nelle prime due notti della Pasqua. (In Israele, gli ebrei hanno un seder solo la prima notte di Pasqua.)

Si può usare un osso di pollo su un piatto Seder

È meglio evitare di usare qualcosa che sembrerà troppo simile all'offerta della Pasqua. Pertanto, molte persone usano una coscia o un collo di pollo. Va arrostito su tutti i lati prima di essere adagiato sul piatto Seder. L'osso dello stinco non viene mangiato o utilizzato durante il Seder.

Cosa simboleggia l'osso dello stinco di agnello nella Pasqua

"L'osso dello stinco di agnello simboleggia il sacrificio della Pasqua e come Dio ha esteso il suo braccio al popolo ebraico", ha detto Helfand. L'uovo, nel frattempo, esiste come sacrificio pasquale celebrativo e di come il popolo ebraico fosse libero dal paganesimo, secondo Chabad.org.

Che tipo di osso va su un piatto Seder

Zeroah – Anche Z'roa traslitterato, questo è in genere un osso di stinco di agnello arrosto. È speciale in quanto è l'unico elemento di carne sul piatto del Seder, a simboleggiare il Korban Pesach (sacrificio pasquale), o l'agnello pasquale.