Seleziona una pagina

La legge ebraica impone che i resti umani vengano seppelliti dopo la morte, e questa è stata una pratica ebraica dominante per millenni.

Ampie fonti della Torah attraverso le successive autorità rabbiniche attestano questa esigenza, e c'è un potente tabù contro la cremazione rafforzato dai milioni di ebrei bruciati nei forni crematori nazisti durante l'Olocausto. Tuttavia, poiché la cremazione diventa più comune nella società tradizionale, il numero di ebrei che optano per la cremazione sembra aumentare, costringendo le autorità ebraiche a considerare una serie di questioni correlate, incluso se i resti cremati possano essere sepolti in un cimitero ebraico e se un rabbino possa officiare a un funerale per qualcuno che è stato cremato.

La cremazione è consentita dalla legge ebraica?

I difensori della cremazione sottolineano che non esiste un divieto esplicito contro la cremazione nelle fonti legali ebraiche. Tuttavia ci sono divieti di profanare i cadaveri e procedure dettagliate per maneggiarli prima della sepoltura, che sembrano tutti incoerenti con l'atto della cremazione. I fautori della cremazione indicano anche fonti bibliche che suggeriscono che gli ebrei potrebbero aver praticato la combustione dei cadaveri in tempi antichi.

Contro questo c'è un ampio corpus di letteratura ebraica che si occupa ampiamente della sepoltura dei morti. Nella Genesi (3:19), Dio dichiara dell'uomo: Perché polvere sei, e polvere tornerai. Deuteronomio (21:23) comanda nel caso di un criminale giustiziato, sicuramente lo seppellirai. L'obbligo di seppellire i morti è esplicitamente codificato anche in numerose fonti rabbiniche successive, tra cui il Sanhedrin 46b, Maimonides Sefer Hamitzvot e Shulchan Aruch.

Inoltre, ci sono ulteriori argomenti storici, culturali e spirituali contro la cremazione. Secondo la tradizione mistica ebraica, l'anima non si allontana immediatamente dal corpo dopo la morte, e il processo di decomposizione della terra consente un distacco graduale piuttosto che quello più immediato e doloroso derivante dal bruciore del corpo. La cremazione è stata storicamente associata a pratiche pagane che gli ebrei sono ripetutamente ingiunto nella Torah di rifiutare. E poiché il corpo è tradizionalmente considerato proprietà di Dio, è vietato contaminarlo, cosa che alcuni ritengono sia il rogo volontario di resti umani.

Per tutti questi motivi, le autorità rabbiniche ortodosse e conservatrici sostengono che la cremazione sia vietata. Il movimento di riforma ha adottato negli anni posizioni contrastanti su questa questione, ma la più recente opinione rabbinica sull'argomento afferma che mentre la cremazione dovrebbe essere scoraggiata, la pratica non è considerata peccaminosa.

I resti di ebrei cremati possono essere sepolti in un cimitero ebraico?

Generalmente si. Anche nelle comunità tradizionali, il fatto che qualcuno possa non aver aderito alla legge ebraica in vita non costituisce motivo di esclusione dai cimiteri ebraici. Le singole società funerarie o i cimiteri ebraici potrebbero rifiutarsi di interrare le ceneri di un corpo cremato, in parte come deterrente per altri che potrebbero anche scegliere la cremazione. Ma non c'è nulla nella legge ebraica che impedisca loro di seppellire le ceneri. È noto che molti cimiteri ebraici seppelliscono le ceneri su richiesta e il movimento di riforma ha affermato esplicitamente che i resti cremati di un ebreo dovrebbero essere sepolti in un cimitero ebraico.

Può un rabbino officiare al funerale di qualcuno che è stato cremato?

Dipende dalle circostanze. Secondo una sentenza adottata dalle autorità legali dei movimenti conservatori nel 1986, nel caso in cui una famiglia rifiuta il consiglio di un rabbino di non cremare i membri della famiglia rimane, il rabbino non dovrebbe officiare la sepoltura, ma può scegliere di officiare a un cerimonia prima della cremazione. Se la famiglia non ha consultato un rabbino prima della cremazione, il rabbino può scegliere di officiare l'inumazione. Il movimento di riforma non si oppone al fatto che i suoi rabbini presiedano un funerale in cui deve aver luogo una cremazione.

Un defunto che desidera essere cremato deve essere onorato?

Lo Shulhan Arukh stabilisce esplicitamente, citando Maimonide, che gli eredi non devono rispettare i desideri di una persona deceduta di non essere sepolta. Mentre alcune autorità rabbiniche differivano su questo punto, le autorità ortodosse e conservatrici contemporanee sostengono l'opinione che i parenti stretti non siano obbligati a deferirsi ai desideri del defunto in un caso del genere. Il movimento di riforma ha affermato che ai bambini non è vietato onorare la richiesta dei genitori di essere cremati, ma non sono nemmeno obbligati a farlo se contravviene ai propri principi religiosi.

La cremazione costa meno della sepoltura?

Sì. Secondo uno studio della National Funeral Directors Association, il costo medio di un funerale negli Stati Uniti nel 2014 è stato di $ 7.181, mentre la cremazione è costata $ 6.078 e potrebbe essere facilmente molto inferiore se si rinunciasse a determinati servizi. Tuttavia, data l'importanza tradizionalmente attribuita alla sepoltura ebraica, molte comunità ebraiche hanno risorse, come le società di sepoltura gratuita, per sovvenzionare una sepoltura tradizionale nei casi in cui la famiglia non dispone di risorse finanziarie sufficienti. Inoltre, è pratica ebraica tradizionale seppellire qualcuno in una semplice bara di pino, piuttosto che nei tipi più costosi di scrigni che spesso le pompe funebri commercializzano.

L'imbalsamazione è consentita nella tradizione ebraica?

L'imbalsamazione è il processo di conservazione dei resti umani, spesso per migliorare la presentabilità per la visione pubblica. Come per la cremazione, l'imbalsamazione è tradizionalmente considerata incompatibile con le pratiche ebraiche relative alla morte e alla sepoltura. L'imbalsamazione di un corpo è generalmente vista come una forma di mutilazione del cadavere, mentre l'intera nozione di conservazione è contraria alla tradizione secondo cui i morti devono essere seppelliti rapidamente e in uno stato il più naturale possibile. Tuttavia, eccezioni per alcune procedure di imbalsamazione vengono occasionalmente fatte in circostanze attenuanti, come quando è richiesto dalla legge o se un corpo deve viaggiare all'estero per la sepoltura.

Articoli sulla cremazione e la comunità ebraica

La National Jewish Burial Society cerca di arginare una maggiore cremazione

Perché mi oppongo alla cremazione

Altri ebrei optano per la cremazione

La metà degli americani sceglie la cremazione come punto di vista sul cambiamento della morte

Iscriviti per un viaggio attraverso il dolore e il lutto: se hai perso una persona cara di recente o vuoi semplicemente imparare le basi dei rituali di lutto ebraici, questa serie di e-mail in 8 parti ti guiderà attraverso tutto ciò che devi sapere e ti aiuterà a sentirti supportato e confortato in un momento difficile.

Talmud

Pronunciato: TALL-mud, Origine: ebraico, l'insieme degli insegnamenti e dei commenti alla Torah che costituiscono la base della legge ebraica. Composto dalla Mishnah e dalla Gemara, contiene le opinioni di migliaia di rabbini di diversi periodi della storia ebraica.

Torah

Pronunciato: TORE-uh, Origine: ebraico, i cinque libri di Mosè.

Quanti ebrei vengono cremati

Greg Lindeman, direttore delle pompe funebri della Weinstein Funeral Homes a Rogers Park, ha affermato che il tasso di cremazione tra i suoi clienti ebrei è più o meno lo stesso degli altri, circa il 20%.

Quali religioni non cremano

Diverse religioni vietano la cremazione e hanno varie regole che non consentono la cremazione di un seguace della fede.

  • Islam. L'Islam proibisce rigorosamente ai suoi seguaci di cremare i resti di un musulmano.
  • Mormoni.
  • Chiesa presbiteriana/ortodossa orientale.
  • ebrei ortodossi.